fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Catania, 29 gennaio 2016 – Sarà il presidente regionale uscente dell’Ucsi Sicilia Giuseppe Vecchio ad aprire con la relazione conclusiva, domani mattina, sabato 30 gennaio 2016, alle 11, nel salone della Basilica della cattedrale di Taormina, l’assemblea regionale elettiva  dell’Ucsi Sicilia. Durante il congresso si  dovrà procedere all’elezione del consiglio regionale per il quadriennio 2016/2020 e  all’ elezione dei delegati siciliani  al Congresso nazionale dell’Unione Cattolica della Stampa Italiana che  si svolgerà a Matera dal 3 al 6 marzo 2016.

Il programma prevede  alle 10,30 nella Basilica di San Nicolò di Bari a Taormina la  celebrazione eucaristica, presieduta da don Paolo Buttiglieri, consulente ecclesiastico Ucsi Sicilia. A seguire, nel salone della Basilica,  un momento formativo durante la quale si farà memoria della Festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, la cui festa liturgica verrà celebrata domenica 24 gennaio. Alle 11,30 la riflessione sul Giubileo della Misericordia tenuta dalla teologa acese Letizia Franzone sul tema “Il Cammino della Misericordia”. All’assemblea regionale parteciperanno il  componente della giunta nazionale dell’Ucsi  Gaetano Rizzo,  il consigliere nazionale Crisostomo Lo Presti, il componente dei Revisori dei conti Rossella Jannello, i presidenti provinciali della sezione di Messina Angelo Sindoni, Patti Domenico Pantaleo, Catania Giuseppe Adernò, Siracusa Salvatore Di Salvo e  Enna Renato Pinnisi. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry