fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Siracusa, 3 febbraio 2016 – Nella mattinata odierna, la Comandante della Compagnia Carabinieri di Siracusa, Ten. Tamara Nicolai, con la partecipazione di uno psicologo dell’ASP, hanno tenuto una conferenza presso l’Istituto Alberghiero “Federico II” di Siracusa sul tema del Gioco d’Azzardo Patologico (GAP). 

Nell’ambito delle iniziative promosse dall’Arma di Siracusa all’insegna della prevenzione, i relatori hanno incontrato le terze classi spiegando loro in cosa si manifesta il fenomeno del Gioco d’Azzardo Patologico e tutte le ripercussioni che questo stato di sudditanza può portare anche nelle relazioni personali e famigliari. Obiettivo di questo incontro, primo di una serie che si terranno in molte scuole superiori della provincia, è far capire agli studenti che il pericolo della dipendenza da gioco d’azzardo può colpire chiunque, fin dalla giovane età, e come facilmente i giocatori patologici possano diventare le vittime predilette di usurai e delle organizzazioni criminali che dal gioco d’azzardo illegale ricavano circa 23 miliardi di euro l’anno, somme di denaro che vengono poi reinvestiti in altre attività delittuose.

Questi incontri si inseriscono in una più ampia campagna di sensibilizzazione organizzata dall’Arma dei Carabinieri di Siracusa unitamente all’ASP che, tra le altre iniziative, ha programmato per la giornata del prossimo sabato 6 febbraio, la presenza di un punto informazioni presso il Centro Commerciale Auchan di Melilli dove, grazie alla distribuzione di brochure, verranno fornite ulteriori informazioni per la prevenzione del fenomeno.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry