Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Share/Save/Bookmark

8 posti disponibili per l’azienda sanitaria di Ragusa per la graduatoria regionale di medicina generale per l’assistenza primaria  

 

 Ragusa, 26 agosto 2014 – Il dirigente generale del Dipartimento regionale per la Pianificazione strategica dell’assessorato, Salvatore Sammartano, ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale  della Regione i bandi per partecipare alla graduatoria regionale di Medicina generale del settore “assistenza primaria”,  valida per tutto il 2014. 

Nell Azienda Sanitaria di Ragusa i posti a disposizione  sono otto.

Otto: uno a Chiaramonte Gulfi, uno a Giarratana-Monterosso Almo, con l’obbligo di apertura dello studio a Giarratana, 3 Modica, uno a Scicli, uno a Vittoria, uno ad Acate.

 

Gli interessati,  entro il 22 settembre prossimo, dovranno trasmettere, a mezzo raccomandata, apposita domanda, indicando gli ambiti territoriali carenti per i quali intendono  concorrere. Sono 51 nelle 9 Asp dell’isola, mentre i posti a concorso sono 69.

L’Assessorato alla Salute, successivamente al  22 settembre e dopo la verifica delle domande pervenute, procederà alle convocazioni per l’attribuzione degli ambiti carenti, esclusivamente tramite la  comunicazione inviata ai diretti interessati per mezzo di posta elettronica certificata (Pec). Non a caso il bando è chiaro ed inequivocabile. I medici, infatti, dovranno indicare nella domanda di accettazione anche un indirizzo Pec personale, pena la mancata comunicazione della convocazione.

 

***

51 nelle 9 Asp dell’isola, i posti a concorso sono 69

  1. ASP AGRIGENTO, tre posti: uno per l’ambito territoriale Sciacca-Caltabellotta, uno per Burgio-Lucca Sicula-Villafranca Sicula, uno a Licata.
  2. ASP CALTANISSETTA. Tre posti: uno a Caltanissetta-Resuttano, uno a Riesi e uno a Mazzarino.
  3. ASP CATANIA. Ventitré i posti a concorso: uno ad  Acicastello, uno ad Acireale, uno ad Adrano, uno a Santa Maria di Licodia, uno a Caltagirone-Mazzarrone, uno a Bronte, 8 a Catania, uno a Motta  Sant’Anastasia, uno a Giarre-Riposto, uno a Gravina, uno a Camporotondo Etneo-San Pietro Clarenza, 2 a Mascalucia, uno a San Giovanni La Punta, uno a  Valverde, uno a Ramacca.
  4. ASP ENNA. Un posto nell’ambito territoriale Aidone-Piazza Armerina, con l’obbligo di apertura dell’ambulatorio nella cittadina di  Villa del Casale.
  5. ASP MESSINA. Nove i posti a disposizione: 4 a Messina, Uno a Giardini Naxos-Gaggi-Graniti, uno a Taormina, Castelmola-Letojanni,  Gallodoro-Mangiuffi Melia, uno a Pace del Mela-San Filippo del Mela-Santa Lucia del Mela, uno a San Piero Patti-Ucria-Floresta- Raccuja-Librizzi, uno a  Mistretta-Reitano-Castel di Lucio-Santo Stefano di Camastra.
  6. ASP PALERMO. Un solo posto a disposizione per l’ambito Pollina-San Mauro Castelverde con  l’obbligo dell’apertura dell’ambulatorio a San Mauro Castelverde.
  7. ASP RAGUSA. Otto, i posti disponibili: uno a Chiaramonte Gulfi, uno a Giarratana-Monterosso Almo con l’obbligo di apertura dello studio a Giarratana, 3 Modica, uno a Scicli, uno a Vittoria, uno ad Acate.
  8. ASP SIRACUSA. I posti  a disposizione messi a concorso sono 15: 3 ad Augusta, uno a Melilli, uno ad Avola, uno a Noto, uno a Pachino-Portopalo, uno a Rosolini, uno a Lentini, 2 a  Siracusa, 3 a Floridia, uno a Palazzolo-Buscemi, con l’obbligo di apertura dell’ambulatorio a Buscemi.
  9. ASP TRAPANI. Ci sono 6 posti a disposizione: uno a  Favignana, uno a Marettimo, uno a Marsala, uno a Castelvetrano, uno ad Alcamo, uno a Castellammare del Golfo.

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry