fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 26 aprile 2016 – Questa mattina il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Colonnello Luigi Grasso, ha incontrato gli alunni delle seconde e terze classi dell’Istituto Rizza di Siracusa, discutendo con loro di vari argomenti. 

Si è parlato infatti di legalità, il Colonnello Grasso ha affrontato il tema della violenza di genere, soprattutto dello stalking, delle violenze in ambito familiare, del bullismo e cyberbullismo. La discussione si è poi rivolta alla sicurezza stradale e a come prevenire le migliaia di incidenti che ogni anno si verificano in Italia, con circa 3500 morti, la maggior parte dei quali sono tutti giovani, poco più che adolescenti. I ragazzi hanno fatto numerose domande, specie per quanto riguarda i fenomeni di violenza di genere e hanno chiesto quali sono i modi per prevenire questi tipi di reati, come ci si può difendere e come poter aiutare qualcuno che è vittima di questi soprusi. Il Colonnello Grasso ha spiegato loro cosa la legge prevede e tutte quelle accortezze che bisogna adottare quando si è vittime o quando si viene a conoscenza di atti del genere, consigliando di parlare sempre, in prima battuta con la famigli, subito dopo con gli insegnanti e con le Forze dell’Ordine. 

Infine si è affrontato il tema delle dipendenze sia dall’alcool che dalle droghe e tutti i rischi che si corrono nell’assumerle. L’incontro si è concluso con un lungo applauso e con la promessa di un nuovo incontro per affrontare tante altre tematiche.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry