Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Share/Save/Bookmark

Ragusa, 11 marzo 2017 – Anche quest’anno la Polizia Stradale di Ragusa porterà avanti nelle scuole della provincia di Ragusa, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Provinciale, un forte ed intenso impegno di educazione alla legalità, con tre progetti di educazione stradale mirati alle diverse fasce di età del mondo scolastico. 

Nel progetto di educazione stradale “ICARO”, giunto alla 17 edizione *, attenzione particolare sarà dedicata alla pericolosità delle distrazioni alla guida, del fenomeno c.d. multitasking, il messaggio sarà: guidare non si coniuga con telefonare, messaggiare, whatsappare. Nelle scuole iblee saranno illustrati i programmi messi a punto dagli esperti della Facoltà di Psicologia dell’Universitá La Sapienza di Roma, da parte di Operatori della Polizia di Stato appositamente formati presso l’Istituto per Ispettori di Nettuno. I ragazzi coinvolti quest’anno saranno quelli delle secondarie di primo grado e le prime classi delle secondarie di secondo grado, con i quali si affronteranno le tematiche e le problematiche relative alla guida delle due ruote, a motore o meno. I primi incontri sono stati avviati presso l’I.C. “Crispi” di Ragusa, che ha visto la partecipazione di 81 alunni. 

Il progetto “Bici Scuola 2017” sarà portato avanti nelle scuole primarie, allo scopo di formare al rispetto delle regole, sin dalla più tenera età, i futuri utenti della strada. Il Corso sarà incentrato sulla visione di video tutorial che illustrano comportamenti corretti e scorretti e su interviste a personaggi significativi ed al loro rapporto con la bicicletta. La visione di filmati e cartoni animati evidenzia come sia più sicuro viaggiare sulle strade utilizzando il casco, le luci anteriori e posteriori sulle bici, così come i campanelli, che si rivelano molto utili per segnalare la presenza. Gli agenti, inoltre, insegneranno ai bambini come indossare correttamente il caschetto, in quanto, un uso non corretto compromette la loro sicurezza. I primi incontri sono stati effettuati nell’I.C. “R. Poidomani” di Modica con la partecipazione di 64 alunni. 

 

Il progetto “Faranno strada……di sicuro. Giovani Artisti per la Sicurezza Stradale”, sarà portato avanti nelle scuole superiori della provincia di Ragusa, con la collaborazione del maestro Peppe Arezzo. Attraverso l’arte, nelle svariate forme, si vuole sensibilizzare i giovani al rispetto delle regole del codice della strada, ricordando loro che, nonostante la riduzione del numero delle vittime della strada negli ultimi anni, ancora oggi, la principale causa di morte per i giovani, di età compresa tra i 15 ed i 30 anni, è l’incidente stradale. I primi incontri sono stati effettuati negli Istituti superiori “Mazzini”   e “Fermi”   di Vittoria che hanno visto la partecipazione di oltre 400 studenti.

La prosecuzione dell’iniziativa, nata 4 anni fa, è stata voluta fortemente dai ragazzi della Consulta Provinciale Studentesca di Ragusa che lo hanno portato come modello di legalità a Roma nel confronto annuale degli studenti delle consulte provinciali d’Italia. Alla manifestazione finale, che si terrà ad aprile al Palatenda di Ragusa, grazie al patrocinio del Comune di Ragusa, oltre all’orchestra di Peppe Arezzo ed ai ragazzi delle scuole, parteciperanno, come ospiti, i “DAYCUBE*” e le “DIAMONDS WM*, gruppi musicali iblei già molto apprezzati fra i giovani.

 

Altri incontri si terranno nelle prossime settimane nelle scuole della provincia iblea.

 

*Il Progetto Icaro è una campagna di sicurezza stradale promossa dalla Polizia di Stato, con il partenariato di:  Miur, il Mit, il Moige, Ania, Enel GreenPower, A22 del Brennero, gruppo SINA ed il canale televisivo Bike Channel. 

“Icaro” nasce nel 2001 per diffondere tra adolescenti e giovani la cultura della sicurezza su strada, cercando di modificare mentalità e comportamenti spesso pericolosi. L'iniziativa ha sempre avuto l'obiettivo di far comprendere ai giovani l'importanza del rispetto delle regole. Promuovere una cultura della legalità ed evitare che i giovani assumano comportamenti pericolosi, causa principale degli incidenti stradali. Dal 2009 è stato esportato in Europa come iniziativa pilota in tema di campagne per la prevenzione degli incidenti stradali, nell'ambito del progetto ICARUS (Inter-Cultural Approaches for Road Users Safety), finanziato dalla Commissione Europea e coordinato da Ministero dell'Interno. Nei diversi anni il Progetto ICARO ha saputo sperimentare diverse forme di comunicazione, cercando di adottare un linguaggio sempre più vicino ai giovani e capace di sensibilizzarli al tema della sicurezza stradale.   

*Daycube  è un progetto di musica elettronica nato alla fine del 2015. La loro musica varia dall’alternative, l’elettronica, la club music e l’hip-hop. “Heart Beat” è il loro primo lavoro in studio, da cui sono stati estratti i singoli “Roads” e “Perfect Picture”. I componenti dei  DAYCUBE sono Paolo Gulfi e Simone Lucifora, entrambi originari di Ragusa. 

*Diamonds wm è un gruppo prevalentemente di hip hop e R&B, formatosi a Ragusa nel 2015 dall’incontro di 4 ragazze, Elena, Carla, Chiara e Simona. 

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry