fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 27 novembre 2014 – Anche per l’anno scolastico 2014/2015 la Compagnia Carabinieri di Vittoria, nell’ambito del progetto “Cultura della legalità”, ha organizzato una serie di incontri con gli studenti delle scuole medie superiori e inferiori presenti nel territorio della giurisdizione, comprendente i Comuni, oltre che di Vittoria, anche di Comiso, Chiaramonte Gulfi e Acate. 

Questa mattina, a Vittoria, in collaborazione con “Cittadinanza attiva” e con la prof.ssa Anna Chiaramonte, il Comandante della Compagnia Carabinieri, Ten. Daniele Plebani, ha incontrato il dirigente scolastico, i professori e gli alunni delle 2^ e 3^medie della scuola statale “San Biagio”: nell’occasione si è iniziato a trattare il tema della legalità, facendo comprendere il delicato ruolo di operatore sociale svolto nella quotidianità dal Carabiniere, con la proiezione di un video illustrativo delle funzioni dei Reparti dell’Arma dislocati su tutto il territorio nazionale. 

L’occasione è stato un momento di condivisione e di sensibilizzazione su tematiche di stretta attualità, quali la droga e il bullismo, facendo riferimento soprattutto agli episodi di vita vissuta quotidianamente dagli alunni, che numerosi sono intervenuti con domande e quesiti, supportati dal meritorio lavoro che giornalmente il dirigente scolastico e gli insegnanti fanno in questa scuola.

L’incontro di oggi è il primo di una serie, che vedranno protagonisti gli alunni delle classi medie, nei quali verranno trattate vari temi, soprattutto quelli legati al cyberbullismo e al cyberstalking, nonché quelli afferenti i pericoli derivanti dall’uso di internet e dei social network.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry