fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ragusa, 2 febbraio 2015 – L’Istituto  Tecnico Commerciale e Aeronautico “F. Besta” di Ragusa comunica l’espressione di  «piena soddisfazione per l’esito della giornata dedicata ai festeggiamenti del decimo anno dell’indirizzo di studi Aeronautico».

 

«Ha reso ancora più solenne il momento –scrivono–, la presenza   degli illustri ospiti e delle autorità civili e militari fra cui  il vicario Dott.ssa Maria Rita Cocciufa in rappresenta della Prefettura, il Col. Vincenzo Sicuso comandante della Base Aerea di Sigonella, il questore di Ragusa Dott. Giuseppe Gammino, il Comandante della Polizia Stradale Dott. Gaetano Di Mauro, i rappresentanti dei Comandi dei Carabinieri e della Capitaneria di Porto di Pozzallo, il preside della facoltà di ingegneria aerospaziale dell’università Kore di Enna prof. Andrea Alaimo, il Sindaco di Comiso dott. Filippo Spataro e l’on. Nello Di Pasquale per conto dell’assessore alla pubblica istruzione regionale Dott.ssa Maria Lo Bello.

Subito dopo il taglio del nastro, per inaugurare la mostra allestita dal 41° Stormo, il dirigente scolastico del “F. Besta”, dott.ssa  Antonella Rosa, nel porgere il benvenuto ai presenti, ha ringraziato in particolar modo il col. Vincenzo Sicuso per il privilegio di poter ospitare la mostra del 41° Stormo che quest’anno compie cinquant’anni dalla sua  costituzione.

Su quest’ultima  ricorrenza a scendere nei particolari è stato il Col Vincenzo Sicuso. Il Comandante ha trasmesso agli attenti uditori la passione per il volo e l’importante ruolo assicurato dal velivolo Atlantic per la ricerca, il soccorso e la libera circolazione delle unità navali nei nostri mari.

A completare l’illustrazione  dell’attività operativa del velivolo sono stati il Maresciallo Pierfrancesco Cilia e il Maresciallo Carbonaro Giovanni, anche essi in forza alla Base Aerea di Sigonella.

In un secondo momento della cerimonia, nell’auditorium “Angelo D’Arrigo”,   è stato proiettato  un video del 41 Stormo che ha introdotto i saluti del  rappresentante della prefettura, del questore di Ragusa, dell’On Di Pasquale e del Sindaco di Comiso; quest’ultimo, oltre a portare i saluti della Città di Comiso, ha formalmente richiesto al Comandante di Sigonella la possibilità di avviare una procedura per accogliere uno dei prossimi  velivoli Atlantic   radiati  e collocarlo presso l’aeroporto di Comiso come monumento.

Terminati i saluti delle Autorità e prima degli interventi dei relatori, il dirigente scolastico ha ripercorso le tappe e la storia della costituzione del corso aeronautico, rivolgendo un caloroso ringraziamento al suo predecessore, il Prof. Girolamo Piparo, al quale si deve la nascita del corso.

 

Ad aprire gli interventi è stato il col Vincenzo Sicuso che rivolgendosi ai tanti studenti ha  ribadito il ruolo fondamentale dell’educazione, proprio partendo dai banchi di scuola, dove la trasparenza, l’onestà e la lealtà sono dei valori irrinunciabili per formare, ancor prima del pilota, il cittadino. Con queste virtù e con ottimismo l’Aeronautica è pronta ad accogliere quanti aspirano a  vestirne la gloriosa uniforme.  .

- Il Presidente della So.A.Co. ha illustrato l’attività  dell’ Aeroporto di Comiso, ringraziando l’Aeronautica Militare per l’importante ruolo assicurato nel controllo del traffico aereo. 

A terminare gli interventi il prof Andrea Alaimo che ricordava di una sua visita d’istruzione al 37° Stormo di Trapani e quando, ancora studente, incontrava il col.  Sicuso non ancora Comandante. Parlando dell’Università Kore di Enna, sottolineava la presenza di un corso di studi, quello in ingegneria aerospaziale, unico in terra di Sicilia e le numerose opportunità formative offerte anche dalla presenza di simulatori e di strutture all’avanguardia.

Prima della chiusura dei lavori, un momento toccante organizzato dagli studenti del “F. Besta”  che hanno recitato una poesia dedicata ad Angelo D’Arrigo, pilota scomparso nel 2006, al quale è dedicata l’Aula Magna dell’istituto.

 In chiusura,  il Col Vincenzo Sicuso è stato letteralmente “sequestrato” dagli studenti del corso aeronautico per le innumerevoli   domande e curiosità al pilota dell’Aeronautica Militare Italiana.

La giornata è terminata con un volo al simulatore da parte del Comandante  di Sigonella, ricordando a tutte le persone interessate che la mostra si potrà visitare sino a domenica 8 febbraio 2015».


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry