fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Scicli, 14 marzo 2015 – Piacevole e interessante mattinata a scuola nel Plesso Micciché-Lipparini del “Comprensivo Giovanni Dantoni” a Scicli.

Per il “Progetto conosciamo l’autore” i ragazzi delle terze classi (sez. A-E) hanno incontrato il giudice Salvatore Rizza per dialogare sul suo ultimo libro “Pensieri minimi”.

Hanno fatto gli onori di casa la Dirigente Gabriella La Marca e le insegnanti Giusi Sgarlata e Concetta Iurato.

Immediata e semplice la “lezione” del dott. Rizza, che ha avuto modo di spiegare perché avesse scelto la tecnica dell’aforisma per comunicare i suoi pensieri. La presenza di Rizza ha dato l’occasione anche per conoscere meglio l’esperienza di un Operatore della Giustizia. Così diverse domande dei ragazzi e anche degli Operatori scolastici presenti hanno dato modo al dott. Rizza di riportare alcuni aneddoti della sua carriera di magistrato. Il prof. Pino Nifosì, altro invitato alla “lezione”, ha letto e spiegato alcuni aforismi.
Le due scolaresche “studieranno” adesso il libro “Pensieri minimi”, dato che il progetto ne prevede l’acquisto da parte della Scuola. Ciò per meglio avviare i ragazzi alla lettura e alla riflessione (altra dai libri scolastici). Un progetto che in questi mesi sta riguardando altre terze classi che stanno “adottando” e studiando altri libri extra-scolastici.
L’idea iniziale è della Dirigente Scolastica che ha voluto portare nella sua Scuola un’esperienza del Salone del Libro di Torino, ma ovviamente sono stati i docenti a pianificare il progetto educativo e culturale insieme. Brave!

Il Giornale di Scicli


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry