fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 8 settembre 2014 – Ufficializzati i vincitori della nona edizione del premio di giornalismo, saggistica e letteratura “Più a sud di Tunisi”, kermesse nazionale organizzata dall’associazione culturale Capo Passero, in programma a Portopalo sabato 11 ottobre.

Darwin Pastorin, tra le firme più eleganti e prestigiose del giornalismo italiano, ha prevalso nella categoria “Saggistica” con il libro “E adesso abbracciami, Brasile!” (Eliot Edizioni), vero e proprio atto d’amore verso il Paese natio e verso la terra d’origine, l’Italia, da dove emigrarono i suoi genitori subito dopo la seconda guerra mondiale.

Nella sezione “Giornalismo” il riconoscimento è andato alla redazione siciliana del TgR Rai per la campagna informativa sulla sicurezza del lavoro, condotta attraverso una serie di servizi e approfondimenti speciali. Il “Premio alla Carriera” è stato assegnato a Giancarlo Governi, storico autore Rai, artefice di trasmissioni che sono entrate nella storia della televisione italiana. La sezione “Letteratura” vede imporsi lo scrittore Corrado Di Pietro, autore del romanzo “La terra sopra Scibini”, un mix di storia e racconto dall’elevato tasso letterario.

Nelle sezioni “speciali” spiccano i nomi del cantautore Luca Madonia, a cui andrà il riconoscimento “Musica”, e dello storico Virgilio Ilari (“Ricerca Storica”). Madonia, fondatore dei Denovo, impreziosisce una sezione – diretta da Ugo Mazzei - che vede già i nomi di Jonathan Giustini, Edoardo De Angelis, Tony Cercola, Paola Donzella e Massimo Schiavon. Ilari, storico di fama internazionale, ha dato un notevole contributo a livello accademico, con i suoi studi ed il suo impegno come presidente della Società Italiana di Storia Militare di Roma, aprendo una riflessione sull'importanza e la conoscenza della storia del nostro Paese e raccogliendo una biblioteca militare digitale di circa 70 mila volumi. 

Con il saggio “Terra Compita”, Rosalba Savarino conquista il premio nella categoria “Storia e Territorio”. Alla redazione del mensile Notabilis, diretto da Corinna Callari ed edito da “Sampognaro e Pupi”, va invece il riconoscimento nella categoria “Cultura e Territorio”. La nona edizione del premio riserverà un tributo a Sergio Leone, Gaetano Scirea e Leonardo Sciascia, in occasione del venticinquesimo anniversario della loro scomparsa. Prevista, inoltre, una sezione speciale dedicata alla “Poesia” in partenariato con l’associazione La Nereide di Siracusa presieduta da Adriana Prazio, avente per tema la violenza sulle donne.

La cerimonia di consegna si svolgerà all’auditorium “Antonio Rosmini” di Portopalo. Il premio “Più a sud di Tunisi” sfoggia un albo d’oro di elevato prestigio. Tra i vincitori di spicco delle precedenti otto edizioni si segnalano Giulio Albanese, Claudio Monici, Pino Scaccia, Sandro Petrone, Nino Milazzo, Alfio Caruso, Massimiliano Castellani, Don Fortunato Di Noto, Felice Cavallaro, Giovanna Chirri, Massimo Maugeri, Aldo Mantineo, Simona Lo Iacono, Mario Barresi, Maurizio Di Schino, Roberta Di Casimirro e Alberto Chiara.

 

Fonte: Siracusanews


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry