fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Libri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 12 marzo 2015 – Venerdì 20 marzo 2015, alle ore 18.00, al Centro Studi Feliciano Rossitto (Via Ducezio n. 13 a Ragusa) i professori Salvatore Stella e Raffaele Puccio presenteranno il libro di Federico Guastella “Chiaramonte Gulfi. La mia diceria”.

 

Concluderà l'Autore.

 

°°°

Una copertina che raccoglie echi del proprio vissuto che si intrecciano con la storia del luogo paterno intriso di esperienze di vita, di ricordi dove il tempo e la letteratura non tramontano mai. All’interno un intimo affresco dai colori vividi che accompagnano il lettore in una dimensione iblea da assaporare e, al tempo stesso, “immergendolo in un serrato dialogo a più voci tra l’attualità e la storia recente, tra le relazioni dei luoghi dell’anima e dei luoghi della natura e del paesaggio, tra l’identità del singolo e quella della comunità, alla ricerca di filo assiologico che possa riconciliare passato e presente”, come annota Salvatore Stella nella corposa ed articolata presentazione.

 

Un libro intessuto del tema della memoria, del recupero e della salvaguardia dei luoghi, dimensione etica ed estetica di valori che trascendono le generazioni. “Quasi una riscoperta di una primigenia età dell’innocenza” dove “ogni luogo è carico di ricordi”, dal monte Arcibessi “a un braccio dal cielo”, al sapore genuino delle feste talvolta sacre e talora profane (quella della Madonna di Gulfi, della Pasqua con la partecipazione delle confraternite, i suggestivi riti del venerdì santo, la resurrezione “u crisci ranni”) “segno qualificante dell’identità collettiva”, scrive il prefatore Raffaele Puccio.

 

G. N.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry