fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

“La bella e la Voce”, finale Regione Sicilia, 20 Luglio 2014 presso Villa Corradino – Centuripe (Enna)

Centuripe, la caratteristica cittadina, che per lo splendido panorama del versante occidentale dell'Etna viene denominata “Balcone della Sicilia", ha ospitato una manifestazione canora e una sfilata di moda organizzata da Arte Spettacoli (di Barbara Cassisi), con Deborah e Jessica Finocchiaro.

 

Dopo numerosi ascolti, audizioni, selezioni ed incontri, che si sono svolti in varie province siciliane, sono stati individuati i talenti canori e le bellezze nostrane che si sono esibite/i nel corso della serata del 20 Luglio e proprio dall'esito di questa finale regionale che si è finalmente delineata e formata la squadra che andrà a "La Bella e la Voce" finale nazionale di Saint-Vincent che si terra dal 21 al  23 agosto 2014, e a staccare il biglietto per Saint Vincent nella sezione “Voce” anche la Donnalucatese Alessia Ballarò che si è cassificata al secondo posto della finale siciliana.

Tra i talenti che rappresenteranno la Sicilia a Saint Vincent (Aosta) c’è anche Alessia Ballarò che sarà accolta assieme agli altri talenti del territorio nazionale da Rusty Rugginenti & Davide Maggioni, Direttori Artistici, detentori del Primo Premio vinto al Festival di Sanremo 2013 con la produzione di Antonio Maggio (Mi servirebbe sapere), ed operatori del settore televisivo RAI e MEDIASET come Cesare Lanza, Giorgio Chessari e Tony Eustor.

 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry