fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ragusa, 6 settembre 2015 – …Il suo gusto deciso, la sua schiuma bianca e viva… La sua profondità che sorge all’improvviso attraverso le pareti brune e umide del vetro…

È la birra, una delle bevande più diffuse e più antiche del mondo; assaporate e amate dai popoli di ogni epoca.

E proprio la birra sarà protagonista di uno degli eventi più importanti che la città di Ragusa accoglierà a breve: il “Birrocco”, che si svolgerà dall’11 al 13 settembre. Un evento che nella sua prima edizione ha potuto registrare una partecipazione di non poche migliaia di presenze.

Il Birrocco è il festival regionale dedicato a birra, arte, cultura. Un evento che unisce il piacere della birra artigianale alla gradevolezza architettonica del Barocco, stile complesso ed elaborato, presente su tutto il territorio ragusano. Un evento accompagnato da un ricchissimo programma musicale della durata di tre giorni, presso il centro storico di Ragusa superiore ( piazza Libertà e via Roma).

L’idea del Birrocco nasce da un gruppo di giovani ragusani, che lavorano sotto il nome di Ideology, un’associazione culturale avente come obiettivo la valorizzazione e fruizione del centro storico attraverso un festival che possa accogliere e far divertire ogni fascia d’età.

Oltre quaranta birre artigianali, sette birrifici artigianali, numerosi stand di gastronomia, artigianato, agroalimentare e sponsor saranno presenti all’evento per animare il centro di Ragusa: dalla Boulevard Music Zone (via Roma), passando per la Expo Bridge (il ponte Pennavaria), fino ad arrivare al Main Stage (piazza Libertà).

Come si è potuto constatare, non soltanto le papille gustative possono assaporare il gusto artigianale della birra, ma anche i cuori scalpitano al ritmo della buona musica, anch’essa protagonista dell’edizione 2015 del Birrocco. Le note musicali di ogni genere dal folk, al rock, all’hip pop, al reggae accompagneranno le serate per un totale di nove ore di musica al giorno in due aree con più di trentacinque artisti, tra cui: Onorata Società, Hi- Kee & Ficusazza Band, Joseph Armani, Exit.

Caterina Gurrieri presenterà la giornata di domenica 13 settembre.

Le giornate di venerdì 11 e sabato 12 settembre verranno presentate da Eugenio Ferrara, uno dei pilastri di tutto l’evento, con cui ho intavolato una piacevole chiacchierata in compagnia di un fresco calice di birra.

 

– Eugenio, hai un ruolo molto importante in questa edizione del Birrocco, in quanto presenti le prime due giornate dell’evento e partecipi come artista. Spiegaci meglio questi due importanti ruoli.

 

“Presentatore e artista sono due ruoli certamente diversi, ma che riesco a conciliare grazie alla passione e la precisione che metto nel mio lavoro.

Sono direttore artistico dell’intero evento, e ricopro il ruolo di presentatore delle prime due giornate (11 e 12 settembre) sul palco di piazza Libertà. Mentre il sabato sera mi esibirò a partire dall’una come DJ”.

 

– Il nome con cui ti esibisci e produci musica è Phil So Good. Come mai questo nome d’arte?

 

Il mio background musicale mi ha condotto a questo nome. Phil So Good (dall’inglese “feel so good”) rappresenta ciò che sento quando faccio quello che amo di più, ovvero la musica. La musica mi fa stare bene, quindi “I wanna phil so good!”

 

– Una sorta di amore a prima vista! Quando è iniziata la passione per la musica?

 

La passione per la musica nasce da bambino, grazie all’ascolto dei dischi di mio padre. A dodici anni ho fatto il mio primo corso di musica elettronica, che mi ha consentito di produrre il mio primo brano. Nel corso degli anni, mi sono appassionato alla musica elettronica e al mondo del DJ, avvicinandomi in particolar modo all’house-music, ma continuando a seguire il mondo della musica a 360 gradi”.

 

– Qual è il tuo sogno nel cassetto?

 

Il mio obiettivo è crescere come produttore. Infatti sto completando un corso di produzione musicale elettronica a Ragusa”.

 

– Prima hai detto che col tempo ti sei avvicinato al mondo del DJ. Parlando del DJ, mi viene in mente una persona con le cuffie, i dischi e la consolle. Ma cos’è in realtà il DJ?

 

Il DJ è una persona che ha un orecchio più sensibile degli altri, è un grande ascoltatore di musica, è un cultore della musica. Una persona che sa cosa proporre al pubblico che ha davanti”.

 

– Ottima definizione. Ritornando al Birrocco, ricordiamo ancora una volta che suonerai sabato 12 settembre a partire dall’una in piazza Libertà. C’è altro da sapere su questo evento?

 

È un evento rigorosamente gratuito. Gli stand saranno aperti dalle 16.00 all’1.30/2.00. Le due aree musicali saranno caratterizzate da generi diversi ogni giorno, per coinvolgere ogni target possibile.

Vi aspetto in molti a questo grande evento, per stare insieme tre giorni all’insegna della buona musica e della buona birra.

 

A questo punto, non resta altro da fare che alzare i calici e brindare al Birrocco edizione 2015!

 

Lucia Nativo

 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry