fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 1 settembre 2016 – Continua il percorso in musica del Maestro Marcello Giordano Pellegrino che, questa volta, fa tappa in Abruzzo, a Pretoro. L'11 settembre, infatti, il Maestro si esibirà nel centro della provincia di Chieti, presso la Chiesa di San Nicola, con inizio alle ore 21.00. All'interno dello spettacolo Maria Pinti leggerà alcuni componimenti poetici.

L'evento è organizzato dal Comitato Feste Patronali di Pretoro 2016, presieduto da Francesca Cavaleri. Un ringraziamento particolare a Don Erminio Di Paolo, che ospita l'evento.

L'evento, in un'epoca dove tutto corre troppo velocemente, vuole ricondurre a quel momento del nostro tempo che si rigenera silenziosamente dentro ognuno di noi, quel sentimento infinito che innalza lo spirito e per un attimo ci trasmette quell’essenza di umanità.

"Un artista - dice il Maestro Pellegrino - nelle sue intuizioni, nelle sue debolezze, nella sua follia è sempre alla ricerca di una perfezione che possa esprimere al meglio la propria arte, la propria musica. Io cerco le emozioni nella musica, quella musica che, con la saggezza dei grandi del passato, ha innalzato questo linguaggio ad un inno universale, coniugandone aspirazioni e nobili virtù".

Il viaggio in musica che propone il Maestro Pellegrino è una ricerca interiore in cui ogni nota invita ad esprimere e conversare liberamente i propri sentimenti, in un’infinità di suoni armonici che diventano parte viva di uno spirito che ricerca l’anima.

Durante l'evento verranno eseguite musiche di Morricone, Rota, Piovani, Bacalov, Reverberi, Einaudi, Allevi e Pellegrino stesso.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry