fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Domenica 25 novembre sono stati convocati a Piazza Armerina le giovani atlete, classe 2004-2005, selezionate dal Centro Tecnico Federale Regionale per formare la rappresentativa regionale femminile

 

Scicli, 26 novembre 2018 – L’atleta della Ciavorella Marianna Miccichè è stata selezionata per la preparazione tecnico atletica delle giovani leve (classe 2004-2005) che andranno a formare la rappresentativa regionale femminile.

L’allenamento si è tenuto al Pala Ferraro di Piazza Armerina sotto la coordinazione del Referente tecnico territoriale unico per la Sicilia Ninni Gebbia e dei tecnici federali Lilia Malaja e Maurizio Giordano.

Viva è stata la soddisfazione espressa dai tecnici della società sciclitana Santo ed Alberto Carestia per la scelta effettuata dal Referente Tecnico Territoriale che in più di una occasione ha posto l’attenzione al vivaio giovanile societario sia maschile che femminile.

Sono diversi anni infatti che la società ha avuto giovani talenti del vivaio scelti a far parte dei selezionati per le rappresentative regionali o provinciali.

Questa attenzione verso il vivaio societario rappresenta motivo di soddisfazione per lo staff tecnico e per i programmi didattico formativi che la società annualmente approva.

Negli ultimi tempi questa attenzione si è avuta anche da parte di qualificati tecnici societari di importanti club provinciali e regionali.

La giovane atleta Marianna Miccichè, nel febbraio di quest’anno, è stata chiamata a far parte del progetto “Azzurro 2018”.

 

Giuseppe Carestia


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry