fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nonsolobike vince il Campionato Regionale di XC Coppa Trinacria, il Torneo del Mediterraneo e il Giro d’Italia delle Regioni

 

 Pozzallo, 15 settembre 2015 – Una giornata colma di soddisfazioni per la Nonsolobike, quella svolta domenica 13 Settembre, a Rosolini.

Al termine della gara la compagine sportiva pozzallese ha vinto il Campionato Regionale XC Coppa Trinacria, il Torneo del Mediterraneo, specialità XC e il Giro D’Italia delle Regioni.

Questi risultati giungono dopo le vittorie, ottenute nei mesi scorsi, del campionato regionale di Ciclo Cross e del Campionato Regionale di Gran Fondo. 

Gli atleti del coach Piero Minardo, come in tutte le gare disputate quest’anno, si sono impegnati al massimo riuscendo, tra l’altro, a vincere anche la gara a squadre a Rosolini, oltre ad ottenere 3 vittorie nelle varie categoria con Santi Galofaro, Maria Scala e Laura Melilli. 

Quella di Rosolini è una vittoria che ripaga la società degli sforzi effettuati in questi mesi, come afferma il coach Minardo: “La tenacia, la perseveranza, la voglia di vincere divertendosi, hanno spinto i nostri atleti ad ottenere questi risultati strabilianti. Non posso che essere soddisfatto per questa stagione che ci ha premiati per il grande lavoro svolto in questi mesi. Gli atleti della Nonsolobike sono persone semplici, lavoratori infaticabili che non hanno paura di pedalare sotto la pioggia, nel fango o in giornate di particolare caldo. A loro va il mio particolare ringraziamento. Sono davvero orgoglioso di essere il loro allenatore”. 

 

La gara di Rosolini, una festa quasi annunciata per gli atleti della squadra pozzallese, ha riservato ancora molte soddisfazioni anche per i singoli atleti. 

Santi Galofaro giunge al primo posto nella categoria Junior (in questa categoria una foratura alla bicicletta ha causato il ritiro del sempre agguerrito Tonino Grimaldi). Tra i cadetti da registrare il 4° posto di Salvatore Ansaldi seguito a ruota da Corrado Cutello (5°). 

Valerio Rizza si è classificato al secondo posto tra i Senior, mentre nella stessa categoria Roberto Petrolo ottiene un buon 8° posto. Tra i Veterani, invece, 7° posto per Corrado Rosa, 10° per Piero Minardo, 18° per Giorgio Salemi e 19° per Salvatore Giuca. 

Nella categoria Debuttanti, Andrea Sardo giunge al 6° posto mentre tra i Gentleman Giovanni Guarino è quarto. 

Tra le Donne A, la modicana Laura Melilli si piazza al primo posto, così come tra le Donne B la pozzallese Maria Scala centra l’ennesima vittoria. 

 

Il presidente Danila Tringali dice: “Una stagione vissuta a questo livello, con la vittoria di tutti i campionati finora disputati, non può che renderci orgogliosi del lavoro effettuato fino a questo punto. Voglio ricordare a tutti che questa società, solo 2 anni fa non esisteva neppure. 

L’ottima organizzazione interna, la programmazione e la conseguente crescita è stata esponenziale di tutto il gruppo, hanno reso vincente il progetto iniziale. Ringrazio il coach Piero Minardo che ha accompagnato la squadra in tutte le trasferte svolte quest’anno e che già all’inizio della stagione sportiva aveva compreso il potenziale della squadra. Speriamo che questo movimento sportivo, nel prossimo futuro, possa essere ulteriormente invogliato perché questo sport, che mette l’uomo a diretto contatto con la natura, merita di essere praticato e conosciuto sempre di più”.

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry