fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Economia e Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Ragusa, 2 febbraio 2016 – Il sito www.cibel.it, interamente Made in Italy, ideato da un team di giovani programmatori e sostenuto dagli Uffici per le Comunicazioni Sociali e la Pastorale del Lavoro della Diocesi di Ragusa, a due mesi dalla sua attivazione ha già coinvolto oltre 8000 utenti, confermando un interesse significativo presso l'utenza giovanile di età compresa, prevalentemente, fra i 18 e i 29 anni.

Un risultato di tutto rispetto, considerati i "mezzi poveri" a disposizione, che ha incoraggiato il Team che gestisce CIBEL ad attivare una nuova sezione denominata “Servizi”. Essa offre agli utenti della piattaforma l'assistenza gratuita di professionisti accuratamente selezionati che possono aiutare i giovani nell'individuare e valutare i bandi rivolti alle StartUp e nell'elaborare e presentare progetti con cui accedere ai finanziamenti disponibili. CIBEL consente di ottimizzare la ricerca di un'occupazione via web, geolocalizzando domanda e offerta e dando altresì alle imprese la possibilità di contattare direttamente gli utenti in cerca di occupazione.

Dice Kewin Lo Magno: “Con il nuovo servizio, CIBEL diventa un network orizzontale, che permette ai giovani di rimanere in contatto, e scambiare idee e consigli con professionisti e colleghi di ogni parte d'Italia".

"Stiamo crescendo velocemente - aggiunge l'ideatore e gestore della piattaforma diocesana - i nostri utenti sono soprattutto i giovani, e in un momento come questo, in cui è spesso costretto a cercare lavoro anche chi ha molta esperienza e un profilo professionale elevato, la soddisfazione più grande è avere ogni giorno la conferma, tramite il lavoro che portiamo avanti, di poter essere vicini a queste persone e di aiutarle a trovare percorsi di dignità personale e professionale e una possibilità di sperare nel loro futuro".


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry