fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vittoria, 7 luglio 2015 – Era già stato arrestato nell’ottobre 2010 nell’ambito dell’operazione di Polizia denominata “Tsunami” che porto in carcere decine di presunti trafficanti di sostanze stupefacenti. 

Poi tornato libero è stato sottoposto alla sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, per le persone pericolose e sospette di vivere abitualmente coi proventi di traffici illeciti.

S.G., vittoriese di 37 anni ha svolto il ruolo di corriere all’interno del sodalizio capeggiato dal suocero, C.P., servendosi della sua attività di autotrasportatore per trasportare la droga ricevuta da corrieri di Milano. 

È divenuta definitiva la sentenza della Corte di Appello di Catania che lo ha riconosciuto colpevole del reato che punisce chiunque importa, esporta, acquista, riceve a qualsiasi titolo o comunque illecitamente detiene sostanze stupefacenti o psicotrope, continuato ed in concorso, condannandolo alla pena di sette anni di reclusione, multa di euro 25.000, interdizione perpetua dai pubblici uffici, interdizione legale durante la pena, sospensione della potestà dei genitori durante la pena, ritiro della patente di guida per un anno e mezzo, oltre alla misura di sicurezza della libertà vigilata per un anno. 

I fatti sono stati commessi a Vittoria, San Donato Milanese, Siderno, Colombia e Germania.

Rintracciato dagli Agenti del Commissariato di Polizia di Vittoria, dopo la formalizzazione degli atti, è stato condotto presso la sua abitazione ove dovrà rimanere in detenzione domiciliare per undici mesi.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry