fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vittoria (Ragusa), 19 novembre 2015 – I militari della Compagnia Carabinieri di Vittoria sono stati impegnati tra la serata di ieri e le prime luci dell’alba di oggi in diverse perquisizioni personali e domiciliari, da inquadrarsi nell’ambito dell’operazione “Predator”, che ha consentito di sgominare una gang composta da 4 pregiudicati attiva nella commissione di numerosi furti in istituti scolastici e in cantieri edili in tutta la provincia di Ragusa, e in particolare nell’ipparino.

L’attività investigativa sviluppata dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile ha permesso di denunciare a piede libero per ricettazione due  insospettabili di Mazzarrone (Catania), G.C., 29enne, e V.C., 30enne, trovati in possesso nelle loro abitazioni di alcuni computer fissi completi, trafugati lo scorso febbraio in un liceo di Acate: l’importante riscontro ha dimostrato come il mercato “nero” cui il sodalizio criminale si rivolgeva non era attestato soltanto nella nostra provincia, ma anche in quella di Catania e, verosimilmente, anche in altre limitrofe.

Inoltre, è stata eseguita un’ulteriore misura cautelare nei confronti di un uomo che da ieri si era reso irreperibile: M.M.G., 29enne vittoriese, è stato così sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G., dovendo rispondere, a vario titolo, di furto aggravato e di ricettazione.

La refurtiva recuperata è stata sottoposta a sequestro in attesa di restituzione agli aventi diritto. Allo stato attuale non si escludono ulteriori sviluppi dell’indagine, diretta ad individuare altri complici ed eventuali basisti.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry