fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 26 novembre 2015 – Personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e militari della Stazione Carabinieri di Ragusa, hanno dato esecuzione ad ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Ragusa (Dott. Giampiccolo), su richiesta del pubblico ministero presso la Procura della Repubblica locale (dott.ssa Monego) nei confronti del ragusano S. A., di anni 25, ritenuto responsabile di atti reiterati, riconducibili a stalking nei confronti della sua ex convivente M.A. di anni 20. 

Al giovane è stato applicato il divieto di avvicinamento alla donna, mantenendo una distanza almeno di 200 metri, con divieto assoluto di comunicare con la stessa.

Il provvedimento trae le sue origini da una serie di comportamenti vessatori posti in essere dal giovane nei confronti della ragazza a partire dal mese di aprile 2015 e reiterati fino al decorso mese di ottobre, denunziati puntualmente dalla vittima. Numerosi sono stati gli interventi da parte delle unità operative  intervenute su richiesta della vittima le cui risultanze sono confluite in minuziose e circostanziate informative di reato riferite alla Procura della Repubblica locale che hanno portato il Giudice per le Indagini Preliminari incaricato ad emettere provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento all’ex convivente.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry