fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Modica, 16 gennaio 2016 – Ieri  la Polizia di Modica che già da tempo aveva iniziato a monitorare il cittadino H.S., ha proceduto al suo arresto in flagranza di reato di evasione, poiché ancora una volta lo stesso aveva deciso di lasciare la propria abitazione e girovagare per le vie del centro.

Lo straniero, da anni con permesso di soggiorno e residente da tempo in questo centro, noto alla Polizia per i suoi numerosi precedenti per furto, ricettazione e stupefacenti ed altro, seppur ristretto in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione in esecuzione della misura cautelare disposta dal Tribunale di Ragusa nell’ottobre scorso a seguito del furto che lo stesso aveva consumato ai danni del liceo classico Tommaso Campailla di Modica nell’estate scorsa, aveva deciso di trascorrere la serata fuori dalla propria abitazione, passeggiando indisturbato per il centro storico. Tuttavia, la presenza dell’arrestato non sfuggiva ai poliziotti, che lo aspettavano al varco, proprio  per arrestarlo.   

Mentre tranquillamente passeggiava nei pressi della chiesa di San Pietro, infatti, l’uomo, vistosi scoperto dalla Polizia, iniziava  a correre per i vicoli  di Contrada Cartellone, nel tentativo  di far perdere le proprie tracce, ma dopo un breve inseguimento i poliziotti lo raggiungevano, traendolo  in arresto per il reato di evasione, commesso per la quarta volta nel giro di poche settimane.

 Lo straniero, che già a dicembre scorso era stato arrestato per ben due  volte in flagranza di reato per evasione ed in una circostanza anche per  furto ai danni di una struttura ricettiva di Modica in concorso con un suo connazionale, è stato arrestato dalla Polizia per il reato di evasione e, giuste direttive del Magistrato di turno, risottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, misura restrittiva che a quanto pare non riesce a contenere il suo desiderio di libertà. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry