fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Parcheggia e viene "freddato" con un colpo di fucile. Il pompiere era incensurato. Fermato un uomo con un fucile compatibile a quello che ha sparato

 

Vittoria, 25 gennaio 2016 – Si pensa ad una pista passionale per l'omicidio avvenuto ieri sera a Vittoria: Giorgio Saillant, 57enne vigile del Fuoco, capo reparto di Vittoria,  in servizio a Ragusa è stato ucciso con un colpo di fucile a pallettoni in faccia, appena sceso dall'auto, davanti casa.

L'uomo era sposato ed aveva dei figli.

Sembra un giallo, e poco si sa sulla vicenda. Serrate le indagini di polizia. Sembra che l'uomo non avesse precedenti né pare sia nota una qualche sua appartenenza ad organizzazioni malavitose.

 

Aggiornamento ore 16:30

Viviana Sammito scrive su NoveTV: «Un vittoriese incensurato è stato fermato dalla Polizia e dai carabinieri, come principale sospettato del delitto di Giorgio Saillant, il vigile del fuoco ucciso ieri sera con un colpo di fucile caricato a pallettoni.

L’uomo è in commissariato. L’interrogatorio è ancora in corso. Il vittoriese ha regolare porto d’armi e nella sua abitazione è stato rinvenuto un fucile, che sarebbe compatibile con quello utilizzato per sparare.»

 

Vittoria. Confessa l'omicida del Vigile del Fuoco


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry