fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Ragusa, 10 febbraio 2016 – Si sono appena concluse le manifestazioni legate al carnevale che hanno interessato più comuni della provincia di Ragusa e ai quali ha partecipato un gran numero di persone e molti bambini, e positivo è il risultato ottenuto dagli uomini dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa impegnati massivamente ad assicurare il sereno e sicuro svolgimento degli eventi.

Oltre 40  le pattuglie messe in campo sul territorio con particolare attenzione anche al Carnevale di Chiaramonte Gulfi, dove gli uomini dell’Ufficio Volanti, collaborati dagli specialisti del Reparto Prevenzione Crimine di Catania,  hanno passato al setaccio il territorio predisponendo numerosi posti di controllo in più parti della città.

Sono state controllate oltre 400 persone, tra cui moltissimi giovani provenienti da più parti della Sicilia che, soprattutto la sera del lunedì, si sono portate a Chiaramonte Gulfi, travestiti anche in modo bizzarro, per la serata danzante in piazza. 

 Durante i controlli delle 160 autovetture sono state elevate sanzioni al codice della strada per un valore di circa tremila euro e un’autovettura è stata sottoposta a sequestro in quanto priva della prescritta copertura assicurativa. 

Intensificata anche l’attività di controllo alle persone sottoposte agli arresti domiciliari e alle prescrizioni disposte dall’autorità giudiziaria durante i quali A.S. ventiquattrenne di Ragusa è stato denunciato per inosservanza della sorveglianza speciale.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry