fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La Polizia di Stato arresta pluripregiudicato che nonostante la misura cautelare degli arresti domiciliari continuava ad evadere eludendo i provvedimenti del Giudice

 

#Ragusa, 18 marzo 2016 – La Polizia di Stato – Squadra Mobile, Div. Anticrimine e U.P.G. e S.P. – ha eseguito un ordine di cattura a carico di D.M.D. nato a Siracusa il 19.10.1977 e residente a Ragusa.

Il Magistrato di Sorveglianza ha emesso il provvedimento di aggravamento della misura, dagli arresti domiciliari al carcere, in quanto la relazione dettagliata inviata dalla Divisione Anticrimine che si occupa di monitorare tutti i soggetti sottoposti a misure limitative della libertà personale, ha permesso di far emergere la spiccata pericolosità del pluripregiudicato e la totale noncuranza delle prescrizioni imposte dal Giudice.

D.M.D., di recente arrestato dalla Squadra Mobile e dall’U.P.G. e S.P., era stato sottoposto agli arresti domiciliari ma, non rispettava l’obbligo di non allontanarsi da casa.

Spesso nel week end si allontanava dall’abitazione senza fare rientro per più giorni, per poi rispettare gli obblighi a suo piacimento.

I controlli della Polizia di Stato, hanno permesso di riscontrare il mancato rispetto delle prescrizioni, così, la Divisione Anticrimine ha potuto relazionare al Magistrato di Sorveglianza che ha disposto l’aggravamento della misura ed il suo accompagnamento immediato in carcere.

Dopo la cattura, D.M.D. è stato condotto dapprima in Questura a Ragusa per gli accertamenti e le notifiche degli atti a suo carico e poi è tornato per l’ennesima volta in carcere.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry