Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Share/Save/Bookmark

Modica, 10 marzo 2017 – Tre giorni di controlli serrati da parte della Polizia di Stato. Un altro servizio straordinario di controllo del territorio è stato effettuato a Modica e nei comuni di Ispica e Scicli, coordinato dal Dirigente del Commissariato, sulla base delle direttive del Questore di Ragusa Dott. Giuseppe Gammino. 

L’attività di Polizia, finalizzata alla prevenzione dei reati in genere, con particolare riguardo a quelli contro il patrimonio, è stata svolta in collaborazione con il personale del Reparto Prevenzione Crimine di Catania. 

Per tre giorni, dal 6 all’8 marzo, cinque pattuglie della Polizia di Stato, due delle quali appartenenti al Reparto Prevenzione Crimine di Catania, tre del Commissariato di Modica ed una della Squadra Mobile di Ragusa, hanno effettuato mirati controlli in diverse zone di Modica, compresa la periferia, spostandosi anche nei comuni di Ispica e Scicli. L’esito complessivo dei controlli effettuati dalla Polizia di Stato è di 221 persone identificate, 112 autovetture controllate, 38 soggetti sottoposti a misure di sicurezza ed a misure di prevenzione controllati, 4 esercizi pubblici verificati ed elevate 6 contravvenzioni al codice della strada. 

In particolare, oltre alle autovetture in transito, sono state controllate anche le persone presenti nei vari nei luoghi di ritrovo, come bar, pub e altri esercizi, dove sono stati identificati gli avventori. Continua incessantemente l’attività di prevenzione e controllo da parte della Polizia di Stato non solo nel territorio di Modica, ma anche nei comuni sotto la competenza giurisdizionale del Commissariato di Pubblica Sicurezza per prevenire la commissione di reati che maggiormente allarmano i residenti e, nelle specifico, quelli di natura predatoria e quelli legati alle sostanze stupefacenti.

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry