fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Un’associazione annunciata da tempo nel cuore di tante persone, come ha voluto sottolineare Don Paolo La Terra, presidente del neonato Consiglio Direttivo. 

Tra le prime  finalità elencate quella di rinsaldare i rapporti di cultura e di amicizia  tra gli ex studenti e gli ex docenti . Un impegno che contribuirà attraverso incontri culturali di diversa natura a non disperdere o dimenticare il  grande patrimonio di studi di ognuno  ma a valorizzarlo e metterlo   a servizio della città e di tutti i suoi componenti. Tutti gli obiettivi della neonata associazione sono stati illustrati in  una conferenza stampa nell’Aula magna del Liceo di via Vittorio Emanuele Orlando alla presenza di tutti i membri del direttivo, il presidente don Paolo La Terra e il vice, il cardiologo Antonino Nicosia, e gli altri componenti, Michelangelo Dimartino, Giuseppe Arezzo, con le professoresse Gabriella Brogna, Cettina Campo e Maria Grazia Di Bartolo.  

Un protocollo d’intesa è stato stilato con la stessa scuola, nella persona della preside Nunziata Barone  al fine di sancire la rispettiva volontà di collaborazione. La scuola metterà a disposizione dell’Associazione l’Aula Magna . Un impegno reciproco visto che l’Associazione ”Noi dell’Umberto I” offrirà alla scuola un contributo culturale non indifferente per qualificarsi sempre più nel territorio e  perché no, anche nel Paese. 

La professoressa Maria Grazia Di Bartolo, docente di lettere classiche, ha voluto ricordare ai presenti che già con “La notte dei licei” organizzata a settembre scorso, si è aperta la collaborazione tra alunni del liceo ed ex alunni con un momento importante a livello relazionale che ha portato a rinsaldare amicizie, a condividere valori. Il logo dell’Associazione, non a caso porta una citazione di Platone (lett. comuni le cose degli amici) che è stata resa in italiano ”Condivisione in amicizia” e  sul gonfalone si prosegue con  la seguente promessa:  “La condivisione dei valori perenni della classicità in una amicizia che cresce e si rinsalda nel comune impegno anche dopo gli anni del liceo”. E tante saranno le condivisioni di attività varie che dal 20 maggio in poi partiranno dal liceo “Umberto I” ed investiranno la realtà ragusana. Il 20 maggio, infatti, al teatro Donnafugata di Ibla è in programma la prima di queste iniziative con i ragazzi del laboratorio teatrale del liceo in  un dramma in un atto unico di Jean Anouilh scritto nel 1941 che riprende l’Antigone di Sofocle. La regia porta la firma dell’ex alunno Luca Iacono e dell’attore Fabio Guastella. 

La rappresentazione teatrale sarà introdotta da don Paolo La Terra e dal professore Vincenzo Giannone, preside emerito del liceo classico di Ragusa, che presenterà la figura di Antigone. A conclusione della serata si potrà gustare un aperitivo, mentre nel foyer del Teatro sarà allestito un banchetto dove sarà possibile iscriversi all’Associazione.  Gli ex alunni che volessero iscriversi possono farlo anche dal sito web www.noidellumbertoprimorg.tk

Un modulo di iscrizione potrà essere scaricato, compilato e consegnato a un membro del consiglio direttivo. Il Consiglio direttivo dell’associazione ha già anticipato che  sarà dedicato un incontro alla presentazione dei cicli tragici organizzati dall’INDA  a Siracusa per dar modo a chi vorrà assistere alle tragedie del teatro greco di  essere più informato . Durante l’anno saranno organizzati convegni, spettacoli, mostre ed altro ancora utilizzando di preferenza le competenze professionali e culturali degli ex allievi. E’ operativa anche la pagina Facebook “Noi dell’Umberto I-Ragusa”.

 

Giovannella Galliano

 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry