fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Ragusa, 4 gennaio 2016 – Il decreto di riparto sui trasferimenti fatto dalla Regione siciliana il penultimo giorno dell’anno scorso ha penalizzato il Libero Consorzio Comunale di Ragusa che si ritrova di fatto in una situazione di dissesto finanziario. 

La Regione ha decretato il trasferimento di 2.215.536 euro per la spesa corrente e 440.741 euro per le spese in conto capitale per un totale di 2.656.283, ovvero una somma di molto inferiore a quella dell’anno scorso (meno 1,8 milioni di euro) e di quella prevista nel bilancio (meno 2,4 milioni di euro) col risultato che non sarà possibile mantenere i servizi di assistenza specialistica e di trasporto per gli studenti disabili. 

Non a caso, in mancanza tra l’altro del rappresentante legale dell’ente (il commissario Dario Cartabellotta è scaduto lo scorso 31 dicembre) di cui si aspetta la riconferma dell’uscente o la nomina di uno nuovo, il dirigente del settore Politiche Sociali Raffaele Falconieri ha informato le cooperative sociali, il presidente della Regione siciliana e l’assessore regionale alle Autonomie Locali che i servizi per gli studenti disabili sono sospesi. Quindi, alla riapertura delle scuole dopo il periodo natalizio gli studenti disabili non potranno fruire del servizio di assistenza specialistica e di trasporto.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry