fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Pozzallo, 23 agosto 2014 – La musica unisce, la musica fa incontrare la gente, abbatte barriere e distanze, regala momenti d'integrazione e può fare da volano per rilanciare l'immagine di una "città di frontiera", spesso afflitta da informazioni parziali che ne danneggiano il turismo e l'economia.

Pozzallo, città d'approdo di tanti migranti, si prepara a indossare l'abito più bello: quello dell'incontro.

È stato presentato in conferenza stampa ieri mattina in Comune "Hope & Freedom", concerto in programma domenica 24 alle 21 in Piazza Rimembranze. 

Fortemente voluta dall'Amministrazione Comunale, organizzata con il sostegno di alcuni sponsor privati e con il supporto delle tre sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil, la serata vedrà sul palco il quartetto dei Mode insieme a due star internazionali, padrini artistici della formazione: Gavin Christopher e Lee Curreri. 

I due musicisti d'Oltreoceano, che hanno aperto le porte degli Stati Uniti al quartetto ibleo, hanno accettato l'invito a diventare testimonial di questo concerto "fuori programma" dell'Estate Pozzallese. 

"Essendo a conoscenza della permanenza in provincia di due stelle come Christopher e Curreri - ha spiegato il Sindaco Luigi Ammatuna - abbiamo pensato di organizzare una serata che possa diventare simbolo della cultura dell'incontro. A differenza di altre amministrazioni, abbiamo voluto regalare questo concerto alla città. Per fare questo dono alla cittadinanza abbiamo coinvolto alcune forze imprenditoriali e sociali che hanno compreso il valore dell'iniziativa e ci hanno sostenuto. Attraverso questo concerto vogliamo far capire che dall'incontro possono nascere bellissime realtà, come i Mode, e che i sogni, a volte, si possono realizzare".  Prendendo spunto dall'aura internazionale della serata, i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil, Giovanni Avola, Paolo Sanzano e Giorgio Bandiera, hanno espresso l'auspicio che il concerto rappresenti il primo passo verso la creazione di un tavolo tecnico tra istituzioni, imprenditoria e organizzazioni sindacali volto allo scioglimento di nodi cruciali riguardanti le infrastrutture, i collegamenti e il Porto, sempre più sotto la lente di interesse di grandi compagnie di navigazione che potrebbero portare in città importanti flussi di turismo nazionale e internazionale. 

Agli sponsor il compito di sottolineare come si possano accendere i riflettori sulla città non sempre e non solo per fatti di cronaca, ma anche e soprattutto per iniziative culturali in grado di rilanciarne l'immagine.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry