fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Ragusa, 12 marzo 2016 – Durante il servizio notturno gli uomini dell’Ufficio Volanti di Ragusa sono intervenuti in soccorso di un cane di grossa taglia che giaceva sofferente sulla via Achille Grandi dopo essere stato investito da un’auto in corsa.

Sul posto gli agenti hanno prestato le prime cure al meticcio labrador che spaventato rischiava di essere travolto da altre auto in corsa provocando una situazione di pericolo alla circolazione stradale.

A causa dell’urto avuto con un veicolo in transito, il cui autista ha proseguito la corsa senza prestare soccorso, l’animale ha riportato ferite alle zampe posteriori e al bacino tali da non permettergli di spostarsi autonomamente. 

Sul posto è intervenuto anche il veterinario reperibile dell’Asp che constata la probabile presenza di fratture ha provveduto alla somministrazione di un sedativo e al trasporto in sicurezza dell’animale al canile comunale per le successive cure.

Sono in atto indagine al fine di individuare chi era alla guida del veicolo responsabile dell’investimento. 

In casi del genere, infatti, si ha l’obbligo di fermarsi e porre in atto ogni misura idonea  ad  assicurare  un  tempestivo intervento di soccorso agli animali  che  abbiano  subito  il  danno, subendo in caso contrario una sanzione amministrativa per violazione al codice della strada che può arrivare anche a 1.643 euro. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry