fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Scicli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Risparmio energetico, gli studenti incontrano il commissario Trombadore, a seguito dell’iniziativa M’Illumino di meno

 

Scicli, 13 marzo 2015 – «Hanno capito cosa vuol dire risparmio energetico: rispettare il Pianeta e le sue risorse naturali».

Il commissario straordinario del Comune, Ferdinando Trombadore, ha ricevuto ieri in Municipio gli studenti della prima C e della prima D dell’Istituto Elio Vittorini a un mese dalla lettera con cui invitavano il Comune ad aderire a “M’illumino di meno”, della trasmissione Caterpillar, di Radio Due Rai. 

Il Commissario aveva accolto con entusiasmo l’iniziativa proposta dai piccoli cittadini sciclitani, e il 13 febbraio il Comune ha spento l’illuminazione pubblica della chiesa di San Matteo e dell’ex convento della Croce. 

Un segno di condivisione della necessità del risparmio energetico. Ieri mattino, gli studenti, accompagnati dai professori e dalla preside Marisa Cannata, hanno fatto dono al commissario Trombadore di alcune lampadine elettriche a basso consumo, per invitare simbolicamente l’ente pubblico e la cittadinanza tutta alla parsimonia nel consumo di energia elettrica, facendo omaggio anche dei loro disegni sul tema.

Fatto importante, la sera del 13 febbraio, Giornata del risparmio energetico, ciascuno dei bambini ha chiesto alla propria famiglia di cenare a lume di candela. 

Il Commissario, ringraziando docenti e alunni per l’iniziativa, ha sottolineato l’importanza che rivestono i piccoli gesti per la diffusione della cultura del risparmio energetico e della salvaguardia dell’ambiente. 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry