fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Scicli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Scicli, 21 marzo 2015 – Una splendida serata, dopo la pioggia, ha incorniciato un'altra bella edizione della Cavalcata di San Giuseppe, a Scicli.

La devozione al Santo Patriarca non mancava certo nei cuori della gente e dei cavalieri e bardatori, e negli splendidi ornamenti dei manti dei cavalli.

Belli tutti, manti e cavalli e cavalieri (anche tante cavallerizze e alcuni bambini, perché la Cavalcata è di tutti), al di là di chi ha vinto o perso, perché la vera Cavalcata è questa, quella che segue idealmente la Sacra Famiglia per le vie di Scicli, quella della sfilata di cavalli e pony, più di qualunque venale premio (che pur ricompensa il lavoro, la fatica, l'impegno dei bardatori).

Da San Giuseppe (dove, tra l'altro, abbiamo apprezzato l'unico grande "pagghiaro", falò, che si poteva fare, come per tradizione) a Piazza Italia, al Carmine, a Fatima, Scicli sembrava "invasa" da cavalli e fantini, come ogni anno, e ancora di più.

Soddisfatti gli organizzatori, soddisfatto don Ignazio La China, parroco di San Giuseppe, contenti gli sciclitani e i tantissimi turisti, incuriositi da qualche sporadico incitamento: «Patrià, patrià, Patriarcaaaa!» e che hanno seguito per le vie della città cavalli e sbandieratori...

Appuntamento al 2016, con altri bei manti, bàlicu, spatulidda, fiori e ciaccare!

 

salvo micciché

 

(Foto Biancavela Press, ph salvomic) - cliccare sulla copertina per l'album completo

 Scicli. Il "Piatto Falò", in ricordo de "I pagghiari", per la Cavalcata

Info sulla Cavalcata di Scicli 2015

 

***

I premi e la classifica

 

1° Classificato = Gruppo San Giovannuolo di Massimo Padua (n. 35)

2° Classificato = Gruppo Le Milizie (n. 17)

3° Classificato = Gruppo Alfieri (n. 37)

4° Classificato = Gruppo Balatelle (n. 33)

5° Classificato = Colle San Matteo (n.32)

6° Classificato = Gruppo Jolly (n.34)

7° Classificato = Gruppo San Giuseppe (n. 38)

8° Classificato = Gruppo Sant’Agata (n. 39)

9° Classificato = Gruppo Petrolo (n. 36)

 

1° Classificato categoria Pony  = Gruppo Mondial (n. 61)

Premio Miglior Curera = Gruppo La Violaciocca (n. 101)

Premio Tradizione = Gruppo La Fenice (n.31)

 

I premi saranno consegnati stamattina, domenica, alle ore 11:30, nella postazione allestita davanti al Sagrato della Chiesa di San Giuseppe.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

(Foto Biancavela Press, ph salvomic) - cliccare sulla copertina per l'album completo

 Scicli. Il "Piatto Falò", in ricordo de "I pagghiari", per la Cavalcata

Info sulla Cavalcata di Scicli 2015

 

***

I premi e la classifica

 

1° Classificato = Gruppo San Giovannuolo di Massimo Padua (n. 35)

2° Classificato = Gruppo Le Milizie (n. 17)

3° Classificato = Gruppo Alfieri (n. 37)

4° Classificato = Gruppo Balatelle (n. 33)

5° Classificato = Colle San Matteo (n.32)

6° Classificato = Gruppo Jolly (n.34)

7° Classificato = Gruppo San Giuseppe (n. 38)

8° Classificato = Gruppo Sant’Agata (n. 39)

9° Classificato = Gruppo Petrolo (n. 36)

 

1° Classificato categoria Pony  = Gruppo Mondial (n. 61)

Premio Miglior Curera = Gruppo La Violaciocca (n. 101)

Premio Tradizione = Gruppo La Fenice (n.31)

 

I premi saranno consegnati stamattina, domenica, alle ore 11:30, nella postazione allestita davanti al Sagrato della Chiesa di San Giuseppe.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry