fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Scicli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 26 agosto 2016 – Formula vincente non si cambia e i Cammini Sacri di Scicli, in seguito al loro successo e alla domanda di sciclitani e viaggiatori, tornano grazie all'impegno organizzativo dell'Associazione Culturale Tanit Scicli con due date aggiuntive il 30 e 31 agosto

Martedì sarà dunque nuovamente la volta del Cammino del Beato Guglielmo, con un emozionante percorso che coniuga arte e storia, fede e devozione, leggenda e mito, snodandosi fra chiede barocche e viuzze medievali, dipinti sorprendenti e capolavori poco conosciuti.

Mercoledì, invece, un itinerario suggestivo condurrà laddove la fede è scolpita da secoli nella roccia, aprendo ai visitatori scrigni nascosti, caduti quasi nell'oblio, come lo sono le chiese rupestri di Scicli.

Due percorsi, insomma, tutti da vivere, che sorprenderanno e stupiranno anche per tutto l'autunno poiché, a partire dal 3 e 4 settembre, i Cammini Sacri saranno riproposti ogni sabato e domenica, su prenotazione e con un numero di almeno dieci partecipanti, fino a dicembre.

Il costo per ogni passeggiata è di 5€. La durata di ogni percorso è di circa due ore. Si consiglia di indossare scarpe comode.

 

Per informazioni e prenotazioni:

Associazione Culturale Tanit Scicli

tel. 338 8614973; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry