Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Scicli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Share/Save/Bookmark

Scicli, 8 marzo 2017 – In occasione della festa della cavalcata di San Giuseppe del 18 marzo prossimo l'amministrazione comunale di Scicli autorizzerà i privati che vogliano rinnovare l'antica tradizione dei "pagghiari" (falò) al passaggio della Sacra famiglia. 

I cittadini che vogliano onorare la festa dovranno presentare richiesta di autorizzazione al Comune su apposito modulo entro il 14 marzo all'ufficio protocollo o alla mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Sarà autorizzato un falò per ciascun quartiere. I falò non dovranno superare i cinque metri per cinque, non dovranno alzare oltre i quattro metri, attenersi alle prescrizioni della Conscoop, e seguire le seguenti indicazioni: 

l'accensione dei falò deve avvenire nel rispetto delle normative di legge con la garanzia della sicurezza dei cittadini e dell'ambiente evitando ogni danno, in particolare si raccomanda di:  rispettare le norme di sicurezza garantendo misure di vigilanza, pronto intervento e vie di fuga;  mantenere a prudente distanza dai fuochi gli spettatori se presenti e lasciare libere e opportunamente segnalate vie di deflusso da utilizzarsi in caso di necessità e/o emergenza;  il falò dovrà essere acceso lontano da alberi, abitazioni, garage, tende, gazebo, ombrelloni e ogni altra struttura o materiale potenzialmente infiammabile;  l'operazione di accensione del falò dovrà svolgersi in condizioni metereologiche favorevoli;  predisporre adeguate misure di sicurezza al fine di evitare la caduta di scorie incandescenti su abitazioni o complessi immobiliari e l'eccessiva vicinanza a strade;  il falò dovrà essere costituito esclusivamente da legno e materiali ad esso assimilabili non contaminati da inquinanti di qualsivoglia natura;  non dovranno essere in alcun modo bruciati materiali rientranti nella fattispecie "rifiuti" ossia mobili o parti di essi, bancali, assi di legno, porte e serramenti, scarti di materiale edile;  non dovranno essere utilizzati per l'accensione benzina, gas, olii o altri combustibili;  al termine della manifestazione l'area dovrà essere ripulita e bonificata. 

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry