fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Palazzolo Acreide, 5 febbraio 2015 – Un avviso pubblico per avviare interventi finalizzati alla permanenza o al ritorno in famiglia di anziani ultrasettancinquenni non autosufficienti, attraverso i comuni di residenza. 

È quanto previsto dal Comune di Palazzolo dopo che l’assessorato regionale della Famiglia, Politiche sociali e del Lavoro ha approvato i criteri e le modalità per questo servizio. 

Lo hanno comunicato il sindaco Carlo Scibetta e l’assessore ai Servizi sociali Fabrizio Corradino. Per realizzare l’intervento è prevista una concessione di un buono di servizio, voucher, per l’acquisto di prestazioni domiciliari per gli anziani che soffrono di grave disabilità o siano invalidi al 100 per cento. Le prestazioni saranno fornite da assistenti familiari iscritti all’albo badanti, o da organismi ed enti non profit iscritti all’albo regionale delle istituzioni socio assistenziali, nelle sezioni anziani e o inabili per la tipologia di servizio assistenza domiciliare, liberamente scelti dalle famiglie. Le domande per usufruire di questo servizio vanno presentate entro le 17 del 23 febbraio all’ufficio Servizi sociali del Comune. 

Possono usufruire delle prestazioni le persone che abbiano compiuto 75 anni di età, che siano stati dichiarati disabili gravi o invalidi al 100 per cento. Ogni dettaglio relativo all’avviso pubblico si può visionare sul sito dell’ente o rivolgendosi all’ufficio Servizi sociali.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry