fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Palazzolo Acreide, 10 marzo 2015 – Strade provinciali che conducono ai Comuni del Ragusano chiuse al traffico veicolare per i danni dovuti alle piogge persistenti che hanno interessato il territorio comunale nelle ultime settimane.

 Torna a sollecitare il ripristino della carreggiata sulla provinciale di contrada Poi, il finanziamento dei lavori per la provinciale 23 “Palazzolo- Giarratana”, e la manutenzione straordinaria sulla provinciale 90 per Falabia, il sindaco di Palazzolo Carlo Scibetta, che appena una settimana fa aveva lanciato un appello alla deputazione, alla Provincia e al Dipartimento di Protezione civile. 

Queste strade hanno subito numerosi danni a causa del maltempo, con cedimenti e frane sulla carreggiata. La provinciale di contrada Poi è stata chiusa dalla Provincia, con la sistemazione di segnaletica, mentre la provinciale 23 è chiusa ormai da quasi tre anni.  

“E’ necessario avviare i lavori – aggiunge Scibetta – perché questi territori restano isolati e senza collegamenti con i Comuni del Ragusano con numerosi disagi per i residenti, per i proprietari di aziende agricole e per quanti ogni giorno devono recarsi per lavoro nel Ragusano. Torno a lanciare un appello alla deputazione, al Dipartimento di Protezione civile, al commissario straordinario della Provincia per il ripristino della carreggiata sulla provinciale Poi, per la manutenzione straordinaria e per trovare il finanziamento necessario per i lavori sulla provinciale 23”.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry