fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Due mostre fotografiche per ricordare l’emigrazione dei canicattinesi e dei floridiani in America: 23 aprile 2015 ore 18 palazzo Messina-Carpinteri - i Canicattini Bagni - 24 aprile 2015 ore 18 galleria civica d’arte contemporanea - Floridia 

 

Canicattini Bagni, 20 aprile 2015 – “Rafforzare il legame tra le comunità di origine e quelle emigrate in America, ad Hartford, nel Connecticut, dove forte è la presenza di canicattinesi e floridiani, per tenere sempre attuali e vive le radici della propria identità storica e culturale, per essere tramandate alla memoria delle nuove generazioni per far sì che possano conoscerle ed esserne custodi”.

Così il Sindaco di Canicattini Bagni, Paolo Amenta, a proposito degli appuntamenti del 23 e del 24 Aprile 2015 a Canicattini Bagni e Floridia. Due giorni di incontri e di Mostre per parlare e ricordare l’Emigrazione che ha interessato le comunità di Canicattini  Bagni e di Floridia e i personaggi che si sono distinti “nella nuova terra”. 

Due le Mostre fotografiche che racconteranno che questo fenomeno, frutto del lavoro sinergico del Museo Civico TEMPO di Canicattini Bagni (Museo del Tessuto, dell’Emigrazione e della Medicina Popolare) e dell’Associazione “Casa degli Emigranti Italiani” di Hartford.

La prima Mostra “Antonina Ann Uccello - Una storia per immagini”, verrà inaugurata e presentata Giovedì 23 Aprile 2015 alle ore 18:00 nel salone di Palazzo Messina-Capinteri in via XX Settembre 36 (sede della Biblioteca comunale) a Canicattini Bagni, dal Sindaco Paolo Amenta, con gli interventi di Salvatore Petruzzelli, ricercatore del Museo TEMPO, di Paul Pirrotta, presidente della Canicattinese Men’s Society di Hartford e autore del libro “Mayor Ann: Hartford’s First Lady!”, oltre a numerose pubblicazioni sull’Emigrazione, e di David Gustafson, nipote di Ann Uccello.

La Mostra è infatti dedicata ad  Antonina Uccello, figlia di due emigranti canicattinesi, che nel 1967 è diventata il primo Sindaco donna di una città capitale degli Stati Uniti, Hartford, e che in seguito ha ricoperto vari incarichi di governo durante la presidenza di Richard Nixon.

La Mostra sarà visibile sino al 30 Aprile 2015 nelle sale di Palazzo Messina-Carpinteri da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 - 13:00 e il martedì e giovedì dalle ore 16:00 alle ore 18:00.

La seconda Mostra “L’emigrazione dei floridiani nel Connecticut”, sempre curata dal Museo TEMPO di Canicattini Bagni e dall’Associazione “Casa degli Emigranti Italiani” di Hartford, verrà inaugurata e presentata Venerdì 24 Aprile 2015 alle ore 18:00 nei locali della Galleria Civica d’Arte Contemporanea di Piazza del Popolo a Floridia, dove si parlerà dell’emigrazione siciliana negli Stati Uniti, e in particolar modo dei floridiani che sono riusciti ad affermarsi nella dura società americana. 

 

Presente il Sindaco Orazio Scalorino, mentre gli interventi saranno di Salvatore Petruzzelli, ricercatore del Museo TEMPO, e di Paul Pirrotta, presidente della Canicattinese Men’s Society di Hartford e autore del libro “Mayor Ann: Hartford’s First Lady!”.

 

Sponsor di questo evento sarà Gaetano Indomenico, floridiano emigrato negli Stati Uniti.

 

 

La Mostra sarà visibile da martedì a venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00, 

il sabato e domenica dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry