fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Share/Save/Bookmark
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Santa Trombadore si dimette da presidente 

 

Palazzolo Acreide, 23 dicembre 2015 – Il Consiglio comunale di Palazzolo di ieri sera si è aperto con il ricordo di Elena Fava, figlia del giornalista Pippo, originario di Palazzolo, venuta a mancare lunedì sera dopo una malattia. A ricordarla il presidente del Consiglio comunale Santa Trombadore, che ha chiesto un minuto di silenzio. 

“Ho avuto modo di conoscerla – ha spiegato Trombadore – in qualità di donna impegnata nel ricordo del padre e nella lotta alla mafia, per la sua generosità e per il legame che aveva con Palazzolo”. 

La seduta è poi proseguita con l’approvazione delle modifiche al regolamento sul cimitero, che erano state già discusse in commissione e che hanno avuto parere favorevole all’unanimità da tutto il Consiglio.

Dopo il voto Santa Trombadore ha preso la parola e ha annunciato la volontà di dimettersi da presidente. “Questa sera provo la stessa emozione di quando ho iniziato questo percorso – ha detto – e penso alle parole che ho usato quella volta. Sono sicura che in un momento difficile per il nostro paese siamo riusciti ad affrontare l’impegno che ci è stato assegnato. E’ però necessario ricordare di riappropriarsi del ruolo di consigliere e viverlo appieno, riscoprire il gusto del fare politica, penso soprattutto ai giovani e mi auguro che in loro nasca la passione e cresca l’interesse per la cosa pubblica. Dobbiamo costruire un consesso comunale che diventa luogo di ascolto, di confronto, di ricerca di proposte e soluzioni, luogo dove la politica deve tornare ad essere una speranza, un servizio, una passione. Facciamo di questo Consiglio la casa della buona politica e del lavoro trasparenti. Spero di non aver tradito questi miei sentimenti iniziali e di essere stata il presidente di tutti. Grazie al sindaco, per la fiducia e l’affetto e a tutti i consiglieri espressione del presente ma soprattutto del futuro di questa città”.

Il capogruppo di opposizione Nadia Spada ha sottolineato l’impegno e la visibilità che il presidente ha dato al Consiglio e insieme al capogruppo di maggioranza Carmelita Girasole ha donato un mazzo di fiori a Trombadore, mentre il sindaco Carlo Scibetta ha sottolineato la professionalità che ha contraddistinto il lavoro del presidente in questi anni e per i momenti importanti vissuti, come l’incontro con l’arcivescovo Salvatore Pappalardo e il prefetto Armando Gradone. 

Adesso il Consiglio sarà presieduto dal vice presidente Giuseppe Valvo, in attesa della convocazione di una nuova seduta per eleggere il presidente. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni




 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry