fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy


Ondaiblea la Rivista del Sudest

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Una serata all’insegna della musica folk e recitazione, per la festa di San Martino dei rosolinesi in Siracusa

 

Siracusa, 12 novembre 2015 – Nel noto locale Siracusano “Le Jardin du Gourmet” i soci dell’Associazione Rosolinesi in Siracusa si sono riuniti per festeggiare la ricorrenza della festa di San Martino, Crispelle e vino.

Quest’anno, per quest’occasione  hanno aderito gli amici del gruppo coordinati dall’amico Prof. Salvatore Di Pietro e i soci dell’ANTEAS di Siracusa con il suo presidente Agostino La Fata, in tutto circa 75 persone. 

Il Presidente, Corrado Di Stefano,  dando il benvenuto ai presenti ha detto che nella riunione del direttivo, svoltasi dopo le ferie estive, per estendere il programma del 2° semestre,  ha approvato le seguenti attività: 1) Messa  per i soci defunti e in occasione del 100° anniversario della prima guerra mondiale una preghiera per i soldati “ rosolinesi” caduti per la Patria. 2) Festa di San Martino,crispelle e vino. 3) Conferenza: “ Rosolini e i rosolinesi nella Grande Guerra”.4) Festa per il Santo Natale – tombola e auguri. 

Inoltre, ha comunicato ai soci che l’Associazione ha ricevuto il patrocinio morale per la conferenza “Rosolini e i rosolinesi nella grande guerra” da diverse Associazioni ed Enti. Poi ha comunicato che il Sindaco di Rosolini, ha conferito all’Associazione un attestato di benemerenza con la seguente motivazione: Nella ricorrenza del 16° anniversario del sodalizio per aver dato identità ai soci e familiari, con le varie attività, coltivando relazioni umane, ricordando, rivivendo e tramandando le tradizioni e promuovendo il territorio di Rosolini, attraverso mostre, concorsi, conferenze, serate ricreative e cene sociali. 

Il menù della serata è stato apprezzato da tutti, per bontà e quantità, in particolare sono state gustate  le  famose crispelle “rosolinesi” di vario tipo e  accompagnati con un buon vino novello.  

Per rallegrare  la serata si sono esibiti, Agostino La Fata, voce narrante,  e  Giuseppe Pastorello, voce e piano elettronico, che hanno recitato  “Gli anni che verranno” di G. Pastorello, dopo si sono alternati  a cantare il gruppo Di Pietro il quale tra l’altro ha dedicato una canzone, con libero adattamento, dal titolo “Rosolini è la mia Città” che paragona il paese di Rosolini come un giardino fra le “cave”, tutto odoroso di zagare e fiori, dove gli uccelli vanno a cantare . Ma questo giardino in mezzo alle cave, tutto odoroso di zagare e fiori, dove si trova? Ma Rosolini!

Perché?: Rosolini è la mia città dove tutto mi sembra più bello, in quel Castello il primo amore: ricordi di un tempo lontano, che mi fan ritornare bambino, Rosolini mia, sei la gioia che mai finirà. Ma questa “Rosolini” Dove si trova ? Ma in Sicilia Perché.-…ritornello. Poi si è esibito con la sua immancabile chitarra  il noto cantante folk Tonino Buonasera che  ha portato  il calore della Sicilia, trascinando i presenti a cantare con lui.

Alla fine della serata  è stato distribuito ai soci un opuscolo dal titolo: Pietre della Memoria” elenco dei monumenti ai caduti del comprensorio della provincia di Siracusa, redatto dall’Associazione fra Mutilati ed Invalidi di Guerra e Fondazione – Sezione di Siracusa, per nutrire la memoria e per la pace dei popoli. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni 

Logo Ondaiblea


  


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni 

Logo Ondaiblea


  

Libri di Salvo Micciché

Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica   Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro
Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI)
Carocci Editore
Salvo Micciché
Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica)
Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib
Salvo Micciché
Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario
Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché
Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana
Edizioni Biancavela - StreetLib
Marco Iannizzotto e Salvo Micciché
Dall'Alba ai Girasoli
Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Libri

Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'Oro Ignazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice Sion La Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La China
San Guglielmo Cuffitella -
un profilo agiografico 
Edizioni ilminutod'Oro
Ignazio La China 
Appunti per una Storia
della Pietà popolare a Scicli 
Editrice Sion
Ignazio La China 
La Sacra Rappresentazione delle Milizie
Edizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry