fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Non perdiamoci la vista” in Sicilia: controlli gratuiti a bordo delle Unità Mobili Oftalmiche presenti in città  dal 3 al 29 Novembre 2014 

 

Parte da Palermo e Siracusa la Campagna promossa da IAPB Italia Onlus che interesserà le principali città di Sicilia, Lombardia e Lazio, offrendo ai cittadini l’opportunità di effettuare controlli oculistici gratuiti e ricevere materiali informativi sulle maculopatie. La Campagna “Non perdiamoci la vista” ha ottenuto il patrocinio della Regione Sicilia. 

Ragusa, 31 ottobre 2014 – A partire dal 3 novembre, Palermo e Siracusa ospiteranno la Campagna “Non perdiamoci la vista” promossa dalla IAPB Italia onlus-Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità in collaborazione con Novartis. A bordo delle Unità Mobili Oftalmiche (UMO) che saranno presenti in diverse piazze e vie della città, i cittadini potranno ricevere informazioni sulle maculopatie e, in particolare, sulla Degenerazione Maculare Legata all’Età, che colpisce prevalentemente dopo i 55 anni e si stima che ogni anno siano 25.000 i pazienti che presentano i primi sintomi di Degenerazione Maculare Legata all’Età. I cittadini over 55 saranno invitati ad effettuare un controllo oculistico gratuito per accertare il rischio di insorgenza di questa malattia invalidante, che colpisce il centro della retina, parte funzionale e sensibile dell’occhio.

“Per IAPB Italia onlus sono tre le priorità oggi nella lotta alla cecità evitabile: prevenzione primaria, ovvero informazione e sensibilizzazione, prevenzione secondaria, cioè screening, diagnosi precoce e rapido accesso alle terapie, e prevenzione terziaria, ovvero riabilitazione visiva – dichiara l’Avv. Giuseppe Castronovo, Presidente della Sezione italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità. - La Campagna ‘Non perdiamoci la vista’ si inserisce nell’ambito di questo nostro impegno e nasce proprio con l’obiettivo di aumentare la conoscenza della popolazione rispetto alle maculopatie, sensibilizzare sull’importanza di riconoscerle precocemente attraverso dei periodici controlli e trattarle tempestivamente, nonché fornire informazioni sulla riabilitazione visiva, che oggi è in grado di offrire alle persone ipovedenti un significativo recupero della qualità di vita”.

La degenerazione maculare legata all’età è una malattia progressiva che determina una grave compromissione della visione centrale, indispensabile per tutte quelle attività che richiedono una percezione dettagliata delle immagini, come leggere, guidare, controllare l’ora, riconoscere un volto, e ha quindi un impatto significativo sulla vita di chi ne soffre. Intercettare il disturbo nelle sue fasi iniziali è la chiave per poter contrastare efficacemente il progredire della malattia.

 

Le Unità Mobili Oftalmiche (UMO) saranno presenti a Palermo e Siracusa, dalle ore 10.00 alle 18.00 nelle seguenti date:

 

Palermo

 

3-4-5 Novembre Piazza Giulio Cesare

6-7 Novembre Piazza San Domenico

8-10 Novembre Piazza Giuseppe Verdi

11-12 Novembre Piazza della Kalsa

 

Siracusa

3-4 Novembre Largo Aretusa

5-6 Novembre Via Basento angolo Via Adige

 

Tutte le informazioni sulle tappe e sulla Campagna saranno disponibili sui siti www.iapb.it e www.nonperdiamocilavista.it e tramite il numero verde 800 04 80 80.

A bordo dell’UMO, le persone di età pari o superiore a 55 anni potranno richiedere, previa disponibilità, di essere sottoposte ad un controllo oculistico gratuito, che verrà eseguito attraverso l’impiego di un OCT e di un retinografo. Al termine del controllo, il paziente riceverà un riscontro che riporterà la presenza o assenza di degenerazione maculare e un’indicazione del livello di progressione del disturbo. Si tratta di una valutazione preliminare che dovrà essere ulteriormente approfondita dal medico curante per il proseguimento del percorso diagnostico o terapeutico.

 

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio della Regione Sicilia e di Euretina (European Society of Retina Specialists), SIR (Società Italiana della Retina), SOU (Società Oftalmologi Universitari), SOI (Società Oftalmologica Italiana), SIMMG (Società Italiana di Medicina Generale), FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) e FederAnziani ed è realizzata in collaborazione con Novartis. 

 

Le altre tappe in Sicilia

Acireale

17-18 Novembre Piazza Duomo

Agrigento

22-24 Novembre Piazza Vittorio Emanuele angolo Via Gioeni

25 Novembre Viale della Vittoria

Catania

7-8 Novembre Piazzale Asia

10-11 Novembre Piazza Dante Alighieri

12-13-14 Novembre Piazza Stesicoro

15 Novembre Piazza Giovanni Verga

Messina

19-20 Novembre Piazza Duomo

21-22 Novembre Piazza Cairoli24-25 Novembre Piazza Francesco Lo Sardo

Milazzo

26-27 Novembre Piazza Duilio Caio

Monreale

13 Novembre Piazza Guglielmo II

Ragusa

26-27-28 Novembre Piazza San Giovanni

29 Novembre Piazzetta Giuseppe Fucà

Sciacca

19-20-21 Novembre Piazza Angelo Scandagliato

Trapani

14 Novembre Viale Regina Elena angolo Via Torre Arsa

15 Novembre Piazza Mercato Del Pesce

17-18 Novembre Piazza Vittorio Veneto

 

 

IAPB Italia onlus

L’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus è un ente senza fini di lucro deputato per legge, nel nostro Paese, a promuovere la prevenzione delle malattie oculari che possono causare la perdita della vista e si occupa anche di riabilitazione visiva degli ipovedenti attraverso il Polo Nazionale (presso il Policlinico A. Gemelli di Roma), riconosciuto Centro di collaborazione dell’Organizzazione mondiale della sanità. Per informazioni: www.iapb.it, 800-068506 (orario 10-13, lun.-ven.)

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 31 ottobre 2014 – Viaggia alla volta di Patti la Nova Virtus che, per la gara valida per la V giornata d’andata di serie C, dovrà rendere visita alla locale formazione dello Sport è Cultura (domenica ore 18.30, arbitri Angela Castiglione e Silvia Noto di Palermo)

Partita assolutamente ostica per i virtussini, ancora fermi al palo dopo aver disputato tre match e reduci dalla brutta batosta interna, rimediata nell’ultimo turno ad opera della capolista Zannella Cefalù. Quella pattese, infatti, è squadra allestita per puntare in alto anche se ha accusato qualche battuta a vuoto in questo inizio di torneo e, forse, è pure  rimasta incompleta nei ranghi. Per Patti, in estate, aveva firmato pure il golden boys ibleo Andrea Sorrentino che, per motivi familiari, ha poi preferito fare ritorno alla casa madre.

La formazione tirrenica, allenata da un coach esperto come Pippo Sidoti, presenta comunque uno starting five di primo livello, guidato dal fromboliere Mori, attorno al quale ruotano i vari Evotti, Sidoti Bolletta, il lungo Jovic ed Ettaro, oltre ad un nugolo di giovani. Per la Nova Virtus, dunque, non sarà affatto facile contenere la voglia di riscatto dei tirrenici, trafitti domenica scorsa in casa dal Palermo.

I ragusani, peraltro, non vivono certo il loro migliore momento di forma, come ha testimoniato lo scontro di domenica scorsa contro la capolista cefaludese che ha al PalaPadua ha avuto vita abbastanza agevole. Molti uomini, in casa Nova Virtus, sono in precarie condizioni fisiche (dal play Simone Licitra, allo stesso Andrea Sorrentino che anche questa settimana si è allenato pochissimo), ma c’è anche tanto ancora da rodare nei meccanismi di gioco.

Per questo, durante la settimana, più volte coach Di Gregorio ed i suoi atleti si sono confrontati anche su schemi e azioni, con il tecnico che ha lavorato molto persino sul piano psicologico. Insomma, anche la Nova Virtus ha voglia di rivalsa e intenzione di invertire la pericolosa tendenza intrapresa in questa fase d’avvio del torneo.

Si cercherà, perciò, da parte della Nova Virtus, già nel catino infuocato di Patti di imprimere una svolta al campionato, puntando molto proprio sulla voglia di mettersi in mostra di Andrea Sorrentino, ma anche sulle qualità di gente come Davide Boiardi (tra i migliori contro la Zannella Cefalù), sulla graduale crescita di  condizione di Alessandro Sorrentino, sulla volontà di emergere dei più giovani. Chissà che proprio da Patti, quindi, non arrivi il primo “squillo” della Nova Virtus in questa stagione.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I giovani sempre più protagonisti di Volalibro. IL FESTIVAL DELLA CULTURA PER I RAGAZZI: presentato questa mattina a palazzo Ducezio 

 

Noto (Siracusa), 31 ottobre 2014 - I giovani sempre più protagonisti di Volalibro, il Festival della Cultura per i ragazzi che si terrà dal 22 al 30 novembre prossimi. Quest’anno l’immagine dei manifesti e delle brochure di Volalibro è infatti stata realizzata proprio da una studentessa, Vanessa Floriddia che, guidata dalla docente Carmela Cirinnà, ha vinto il concorso indetto nella V A del liceo artistico Matteo Raeli di Noto.  E’ questa soltanto una delle tante novità illustrate stamattina, nel corso della conferenza stampa della VII edizione di Volalibro, che si è tenuta nella Sala degli Specchi di palazzo Ducezio.

All’incontro ha partecipato il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, che ha affermato: “Il comune denominatore dei tanti eventi di Volalibro è la piena consapevolezza che le nuove generazioni, a causa dei profondi mutamenti prodotti dalla globalizzazione, devono interiorizzare la necessità di concepire il processo di apprendimento come un itinerario a largo raggio. E questo per centrare quello che è l’obiettivo primario del Festival: fare in modo, cioè, che i ragazzi acquisiscano un’intelligenza critica dei segni dei tempi che permetta loro di essere in grado di distinguere il bene dal male e di evitare ogni rischio di strumentalizzazione o emarginazione”.

Presente anche l’assessore alla Cultura, Cettina Raudino: “A Noto sono tanti gli eventi culturali che, come Volalibro, hanno tra i destinatari i giovani, gli studenti. E’ il nostro continuo orizzonte e non può che essere così perché tra i doveri di chi amministra i territori c’è quello di assicurare anche il progresso spirituale, morale e intellettuale della comunità e soprattutto dei giovani ai quali bisogna dare gli strumenti per affrontare al meglio il futuro. E per permettere ai ragazzi di aprire la propria mente e di formarsi una coscienza critica non c’è strumento migliore del libro che non passerà mai di moda”.

Tra gli interventi anche quello del presidente della Pro Noto, Piero Giarratana, che ha snocciolato i numeri importanti della settimana edizione di Volalibro: “In programma ci sono 5 inaugurazioni, 25 incontri con gli autori, ben 80 laboratori, 15 dibattiti, 3 conferenze, 6 dimostrazioni, 2 seminari, 4 spettacoli teatrali, 2 concorsi, 3 workshop, 1 incontro sportivo, 18 visite a laboratori, 3 test e giochi, 13 osservazioni astronomiche, per un totale di circa 200 eventi”. 

Si preannuncia insomma un’edizione di Volalibro davvero ricca, come dimostra anche l’alto livello degli ospiti: Oliviero Beha, Fausto Bertinotti, Carmelo Chiaramonte, Alessandro Quasimodo, Piergiorgio Odifreddi, Lorenzo Del Boca, Paolo Crepet e Vauro Senesi, solo per citarne alcuni. 

Tra novità e conferme, l’ideatrice e coordinatrice di Volalibro, Corrada Vinci, ha invece illustrato più nel dettaglio la settima edizione della manifestazione: “Quest’anno è stata creata una sezione chiamata  Dai ragazzi ai ragazzi in cui i giovani spiegano ai loro coetanei  progetti che hanno realizzato. Consapevoli dell’importanza di educare i ragazzi al confronto con altre realtà abbiamo avviato una collaborazione con l’associazione Intercultura. Inoltre è stato realizzato un percorso sulla legalità, sulle buone pratiche di riscoperta delle tradizioni del nostro territorio e di salvaguardia dell’ambiente, inserite nel programma Settimana Unesco Dess”. 

Per la settima edizione di Volalibro prosegue il coinvolgimento di tante realtà del territorio, come Inaf, Fidia e Dusty. Si riconferma la collaborazione con Erg, Anpe e Uisp. Immancabile il tradizionale appuntamento con la Settimana della scienza, realizzata con il Cumo che renderà possibili tante attività sulla matematica, la fisica, la chimica e l’astronomia anche grazie all’Associazione astrofili netini. Anche quest’anno inoltre le forze dell’ordine, Carabinieri, Polizia, Polizia Stradale e Guardia di Finanza parteciperanno al Festival.

Per quanto riguarda il Premio letterario nato la scorsa edizione, i ragazzi coinvolti nell’iniziativa hanno scelto il libro vincitore, ovvero Io sono Malala di Malala Yousafzai. Gli studenti quindi rielaboreranno il testo in maniera creativa e presenteranno prossimamente i loro lavori.

Tra le importanti novità di quest’anno c’è infine la realizzazione di un libro, Happy hour con gli Dei, curato da Corrada Vinci ed edito da Melino Nerella edizioni. Si tratta di un testo in cui i siti Unesco della Sicilia sono raccontati attraverso le toccanti parole di affermati scrittori siciliani. Un modo insomma per rafforzare nei ragazzi il valore dell’identità siciliana. Come affermato infatti dal vicedirettore del coordinamento dei Comuni Unesco Sicilia, Paolo Patanè, stamattina presente alla conferenza stampa: “Il libro è un viaggio attraverso i percorsi più profondi della nostra storia e della nostra cultura: l’esplorazione dei siti Unesco si svela con l’espediente della narrazione e del racconto e consegna al lettore il senso di un protagonismo possibile nella scoperta di uno dei giacimenti più ricchi di bellezza al mondo”.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 31 ottobre 2014 – L’Amministrazione porta a conoscenza la Cittadinanza che in occasione della Commemorazione dei Defunti, nonostante l'attuale congiuntura economica, è stato predisposto un servizio navetta per consentire di  raggiungere il Cimitero a coloro che non hanno la possibilità di recarvisi con un mezzo proprio.

 

Il servizio navetta sarà attivo nei giorni 1 e 2 novembre e verrà effettuato con Personale e automezzi comunali. Sono previste partenze dal villaggio Jungi e  successiva fermata in Piazza Italia. Le partenze da Jungi avverranno alle ore 10.00 – 11.00 – 12.00.

 

Il servizio pomeridiano riprende alle ore 14.30 da Jungi  e mantiene la fermata a Piazza Italia. L'ultima partenza del pomeriggio dal Cimitero verso la Città avrà luogo alle ore 17.30. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 31 ottobre 2014 – Lunedì 3 novembre inizierà a Ragusa il ciclo di Lectio Divina per l'anno pastorale 2014-2015.

Gli incontri si svolgeranno alla Chiesa della Badia, sede della Cappella universitaria, di lunedì dalle 20,30 alle 21,30 e saranno guidati da don Paolo La Terra, cappellano universitario.

Il libro biblico che accompagnerà il cammino di quest'anno è la lettera di Paolo ai Romani, affidata dal vescovo all'approfondimento della diocesi come testo di riferimento nell'ambito del piano pastorale "Educhiamoci alla speranza".

Come tradizione, la scelta di un orario abbastanza tardo vuole venire incontro alle necessità di chi, terminati gli impegni di studio o di lavoro, volesse dedicare un po' di tempo all'incontro vivo con la parola di Dio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vittoria, 31 ottobre 2014 – Il mio ricordo di Domenico Cultrera, Mimmo per noi, prende le mosse dalla frequentazione, protrattasi per circa un quarto di secolo, dei medesimi ambienti culturali; dapprima a Ragusa, al Gruppo Gori e, in seguito, a Vittoria, dove condividemmo intensi momenti nei conviti letterari, insieme ad altri artisti, sia al Teatro Comunale che a Sala Mandarà, culminati, per ciò che mi riguarda, nell’incontro ascritto al programma ufficiale delle celebrazioni del quarto centenario della fondazione di Vittoria, con la sua puntuale e appassionata presentazione della mia ultima produzione poetica.

Importante fu il suo contributo nel delineare la figura del mio nonno materno, antifascista, primo libraio in Vittoria di Sicilia, da lui ricordato in un cammeo che ne ritrae gli stati d’animo e l’attività politica e sociale.

Entrambi vittoriesi residenti a Ragusa, scendevamo spesso nella nostra città natale, per recarci alla Basilica di San Giovanni Battista, a far visita a Mons. Calì, o al cimitero, che oggi accoglie le sue spoglie, a portare dei fiori ai nostri cari, o a volte per una passeggiata alla frazione marinara, Scoglitti, a far visita al caro amico e poeta dialettale, il Notaio Antonio Noto. 

Sembrava che tanti degli odori del passato promanassero di nuovo dall’aria circostante … La scorza di limone della conca, la salsiccia arrostita nel carbone del ferro da stiro del sarto bersagliere, le rose della processione del Corpus, i filoni appena sfornati nella gerla del garzone; gli stessi da lui efficacemente descritti in versi nella Antologia di affetti.

Cosa daremmo oggi, per farci cancellare dall’elenco dei morosi di elemosine del questuante, u tririci sordi; per assistere ancora alle processioni del Corpus Domini o del Cristo alla Colonna; per mangiare il semifreddo, il pezzo duro, al tavolo, in piazza, dopo a trasuta râ vara i San Ciuvanni

Per sentire Paolo l’orbo bandire gli avvisi comunali o i minicuordî commissionati dai giovinastri in clima di goliardia (…cu avissi truvatu u crastu ca si persi, u crastu sû mancia e i corna i porta a posta, ca fruttunu!)

Per ricevere ancora la tua telefonata con la recita degli ultimi versi nati, seguiti dall’auto commento: «Cchi ti ni pari, Pippù, nn’è pulita? – Ca squasi…»

 

Mimmo, alla fine hai estirpato le coffe per essere avvolto in Volumi d’ignoto; ma non dubitare dell’affetto imperituro a te tributato dai tuoi concittadini  e dai tanti estimatori. Da tutti noi, che abbiamo avuto il piacere di conoscerti e l’onore di avere avuto dedicati impareggiabili versi.

 

Pippo Di Noto

 

***

Oggi pomeriggio (31 ottobre) alle 17,30 a Sala Mandarà, la città di Vittoria si stringerà attorno al suo poeta, Domenico Cultrera, presentando una raccolta postuma di versi inediti che il Vate dedicò alla sua terra.
Antologia d’Affetti è intitolata della silloge, la cui stampa è stata curata da Luciano D’Amico, che contiene, anche, interventi di Giovanni Occhipinti, Dora Morana, l’intervista dello stesso curatore e un ricordo del poeta Pippo Di Noto, che proponiamo ai lettori di Ondaiblea.
 
s. m. e m. i.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ispica, 31 ottobre 2014 – Prosegue senza sosta l’iter per la redazione del PAES (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile) del nostro Comune, necessario per accedere a pieno titolo a tutte le provvidenze previste dal “Patto dei Sindaci”, una opportunità epocale concessa dalla Comunità Europea a tutte le città che la compongono e non solo.

Il Patto dei Sindaci (Convenant of Mayors) è un’iniziativa promossa dalla Commissione europea per coinvolgere attivamente le città nella strategia verso la sostenibilità energetica ed ambientale fornendo alle amministrazioni locali l’opportunità di impegnarsi concretamente nella lotta al cambiamento climatico attraverso interventi che modernizzino la gestione amministrativa e influiscano direttamente sulla qualità della vita dei cittadini. I firmatari, fra cui il sindaco Piero Rustico, rappresentano città di varie dimensioni, dai piccoli paesi alle maggiori aree metropolitane.

 

Obiettivi del Patto sono: la mobilità pulita, la riqualificazione energetica di edifici pubblici e privati e la sensibilizzazione dei cittadini in tema di consumi energetici.

 

«Le amministrazioni locali, in virtù della loro vicinanza ai cittadini, - ha affermato il sindaco Piero Rustico - sono in una posizione ideale per affrontare le sfide in maniera comprensiva. In particolare, esse si impegnano a perseguire, entro il 2020, gli ambiziosi obiettivi di riduzione del 20% delle emissioni di gas serra nocivi, di riduzione del consumo di energia del 20%, grazie ad una migliore efficienza energetica, e di raggiungimento del 20% di quota di energia ricavata da fonti rinnovabili, come previsto dalla strategia “20-20-20” dell’Unione europea. Il Patto dei Sindaci per l’energia rappresenta anche un’occasione di crescita per l’economia locale, favorendo la creazione di nuovi posti di lavoro ed agendo da traino per lo sviluppo della Green Economy sul proprio territorio.»

Il nostro Comune, che ha già sottoscritto il Patto dei Sindaci, si è impegnato a inviare il proprio “Piano d'azione per l’energia sostenibile” (PAES), ovvero lo strumento riportante misure e politiche concrete da attuare per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

«Il Piano rappresenta – ha aggiunto l’assessore Paolo Mozzicato - un documento chiave volto a dimostrare operativamente in che modo l'Amministrazione comunale intende inserirsi nella più ampia strategia europea per rilanciare un’economia sostenibile, intelligente e solidale entro il 2020. Poiché l'impegno del Patto interessa l'intera area geografica della città, il Piano d'azione deve includere interventi concernenti sia il settore pubblico sia quello privato.»

È per questa ragione che il sindaco Piero Rustico e l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Mozzicato hanno voluto che, nella redazione del nostro PAES, il coinvolgimento della cittadinanza fosse pieno e convinto, perché «l’attività di coinvolgimento della cittadinanza e dei portatori di interesse nell’elaborazione del PAES è da considerare elemento di rilievo secondo le indicazioni delle Linee Guida per la redazione del Piano stesso». Ma, soprattutto, il coinvolgimento «è essenziale affinché tale strumento possa risultare operativo ed efficace».

Al fine quindi di attuare un fattivo processo di concertazione e di comunicazione pubblica volto a condividere la proposta di Piano che verrà elaborata del Comune di Ispica, giovedì 6 novembre prossimo, alle ore 16.00, presso l’aula consiliare di Palazzo Bruno si svolgerà l’incontro al quale sono stati invitati ad intervenire, nelle loro diverse articolazioni funzionali, le associazioni di categoria, gli ordini professionali, i rappresentanti del tessuto economico e delle associazioni profit e non della città, nonché i rappresentanti istituzionali del Comune.

«La partecipazione – ha concluso il sindaco Piero Rustico - è aperta a chiunque vi abbia interesse quindi ogni cittadino deve sentirsi invitato a prendere parte a questo incontro per addivenire alla elaborazione di un Piano quanto più aderente alle esigenze della collettività ispicese.»

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 31 ottobre 2014 – Tempi lunghi per l’apertura del Cine Teatro Italia di Scicli. 

A seguito dell’interrogazione presentata dal consigliere comunale Salvatore Carbone pare che non può essere stipulato il contratto di locazione perché manca una scheda di cui all’OPCM 3274/2003 relativa alla verifica antisismica. 

L’ufficio tecnico del Comune non può redigerla.

L’anno scorso il Cine-Teatro è stato aperto con una consegna provvisoria in attesa della stipula del contratto, che ora però non è possibile stipulare per la mancanza di questo certificato.

Ovviamente adesso dovranno scattare delle verifiche volte ad accertare se la gestione dello scorso anno era fuorilegge. Bisognerà capire se chi ha concesso le dovute autorizzazioni ha messo a rischio l’incolumità pubblica.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 31 ottobre 2014 – Undici avvisi di conclusione delle indagini sono stati notificati in queste ore dalla procura di Catania agli altrettanti indagati per associazione a delinquere di stampo mafioso per l’inchiesta dei rifiuti a Scicli.

Anche al sindaco di Scicli, Franco Susino, è stato notificato l’avviso di conclusione indagini. 

Oltre a lui ad altre 10 persone, tra questi gli arrestati dello scorso giugno: F.M., 45 anni, sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza, I.M., 26 anni, G.M., 46 anni, G.F., 45 anni, pluripregiudicato, già detenuto per altra causa, e U.L., 54 anni, pluripregiudicato con precedenti per associazione a delinquere di stampo mafioso.

L’accusa è di associazione per delinquere di stampo mafioso finalizzata alla violenza privata e all’estorsione e all’infiltrazione criminale sul territorio e nell’impresa da cui dipendevano per acquisire di fatto profitti e vantaggi ingiusti. Il sindaco è accusato di concorso esterno. Susino ha sempre rigettato ogni accusa sottolineando che il Comune, invece, aveva messo i mezzi per frenare la situazione.

Gli altri indagati sono R.G., L.T., G.D.S. e V.T., accusati, con i parenti M., di truffa, B.C., accusato di favoreggiamento.

Secondo le indagini, avrebbero costituito un sodalizio criminale a Scicli, che aveva il suo leader in F.M., il quale avrebbe assunto il controllo della Ecoseib, attraverso intimidazioni dirette ed indirette e anche estorsioni nei confronti del legale rappresentante della società ma anche del capo cantiere e di alcuni operai, per ottenere indebiti profitti mediante falsa rendicontazione delle spese di carburante, assunzioni di alcune persone e il licenziamento di altre.

Inoltre l’organizzazione criminale avrebbe anche gestito, in monopolio, le affissioni dei manifesti dei candidati alle amministrative del 2012.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 31 ottobre 2014 – I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Ragusa unitamente a quelli della stazione di Ragusa e una squadra del nucleo carabinieri cinofili di Nicolosi (Catania), hanno effettuato questa mattina una “visita” a due scuole secondarie di secondo grado. 

Nei pressi degli edifici scolastici, i servizi d’osservazione da parte di militari in borghese e i posti di controllo delle pattuglie in uniforme la mattina, in concomitanza con l’ingresso degli studenti, vengono svolti già dall’inizio dell’anno scolastico. Questo è –secondo i militari– un passo avanti, un controllo mirato.

L’attività antidroga, inquadrata nell’ambito del contrasto delle attività di spaccio e uso di stupefacenti, è stata concordata con i dirigenti scolastici al fine di tutelare la salute dei giovani dai gravi rischi per la salute che derivano dall’assunzione di stupefacenti. Purtroppo l’ingresso a scuola e l’uscita a termine lezioni sono due momenti critici nella dinamica dello spaccio di droga poiché per lo spacciatore risulta più semplice vendere, specie tra coetanei e compagni di scuola.

Già nello scorso anno scolastico erano stati svolti interventi, sia mirati che preventivi, che avevano portato al sequestro di stupefacenti e addirittura all’arresto di un giovane che spacciava marijuana tra i suoi coetanei.

 

Ieri mattina, mentre le ricerche presso un istituto hanno dato esito negativo, presso il secondo istituto il cane Indic, un pastore tedesco in forza al nucleo Carabinieri cinofili di Nicolosi, ha trovato dell’hashish.

Prima, davanti all’ingresso della scuola, nel parcheggio dei motorini, il fedele quattrozampe ha trovato un pacchetto di sigarette con sei stecchette di hashish dentro. Probabilmente qualcuno che ha visto i militari e capito ciò che stava accadendo ha ben pensato di disfarsi della “roba” prima di entrare in classe. Ed è invece proprio in una delle classi che il cane ha rilevato qualche odore provenire dalla tasca di un giubbotto appeso all’attaccapanni. Convocato il proprietario, è saltato fuori un grammo di hashish dentro un sacchettino di plastica.

Il diciassettenne è stato segnalato al Prefetto di Ragusa quale assuntore di stupefacenti, per le sanzioni amministrative previste dalla legge.

 

Il consumo di stupefacenti tra i giovani, è un problema che desta grave allarme sociale. Spesso infatti i ragazzi assumono le droghe per “mettersi in mostra” all’interno del gruppo di amici, senza rendersi pienamente conto delle devastanti conseguenza per la salute fisica e psicologica di chi le assume e dei risvolti criminali connessi al mercato della droga.

L’arma, d’intesa con il Ministero dell’istruzione, nell’ambito del progetto “Educazione alla legalità”, tutti gli anni organizza incontri con gli studenti presso le scuole per sensibilizzare i ragazzi sull’importanza del rispetto delle leggi, e per metterli in guardia sui pericoli che li circondano, per primo quello rappresentato dalla droga e da altri fenomeni devianti.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Palazzolo Acreide, 31 ottobre 2014 – La giunta comunale, dopo l’approvazione in Consiglio comunale del regolamento sui “dehors” ha deliberato le agevolazioni per il pagamento della Tosap agli operatori economici.  

Il regolamento disciplina l’occupazione temporanea e permanente di suolo pubblico per spazi di ristoro all’aperto annessi ai locali di pubblico esercizio di somministrazione e prevede agevolazioni sui tributi locali per coloro che si adeguano alle prescrizioni previste. 

La giunta ha così stabilito di riconoscere la riduzione del 50 per cento sulla Tosap agli operatori economici concessionari di autorizzazioni per dehors, stagionali o permanenti, che dimostreranno con fatture o altri documenti fiscali di avere acquisito nuovi arredi per adeguarsi a quanto previsto dal regolamento. 

L’agevolazione sarà riconosciuta e applicata a decorrere dalla data di presentazione dell’istanza di agevolazione, allegando anche le fatture che dimostrano l’acquisto di nuovi arredi. 

La durata della riduzione della Tosap è proporzionale alla spesa effettuata per l’adeguamento dei dehors: per tre anni consecutivi se la spesa complessiva sia non inferiore a mille euro e fino a 1.500 euro. Inoltre ci saranno agevolazioni per quattro anni consecutivi quando la spesa sarà superiore a 1.500 euro e fino a 2.500 euro e infine per cinque anni consecutivi quando la spesa supererà i 2.500 euro. 

Le agevolazioni partiranno dal 2015, ma l’istanza si può già presentare. 

“Con questa delibera – spiega il sindaco Carlo Scibetta – l’amministrazione comunale intende venire incontro agli operatori economici che adegueranno gli arredi dei dehors, in base a quanto previsto dal regolamento il cui obiettivo principale è di valorizzare gli spazi pubblici del centro abitato e in particolare del centro storico. E’ importante però che l’adeguamento sia avviato rispettando l’assetto cromatico dell’edificio adiacente all’attività e l’ambiente circostante”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Modica, 31 ottobre 2014 – Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati predatori, si sono concluse positivamente le indagini avviate nei giorni scorsi dagli uomini del Commissariato di Modica. 

Le indagini erano scaturite da alcune denunce di furti avvenuti nel modicano, nell’ultimo periodo, nelle quali le numerose vittime, tra cui  privati e istituti scolastici, avevano denunciato al Commissariato di P.S. di Modica di aver ricevuto le visite di ignoti ladri che avevano arraffato quanto custodito nelle rispettive abitazioni o uffici: telecamere, telefonini di ultima generazione, tablet, ipad PC, proiettori chiavette usb e consolle per videogioco. 

In particolare, le indagini avviate immediatamente dopo l’ultimo furto perpetrato sabato in danno di un istituto scolastico di Modica, evidenziava una serie di indizi, grazie all’impiego di alcune telecamere che  riprendevano, come in un film, l’azione delittuosa. 

Infatti, gli autori del furto, una coppia di giovani, uno dei quali una ragazza, venivano ripresi mentre sollevavano la tapparella di una finestra e si introducevano nella scuola, per individuare i P.C. che venivano prelevati da due aule, forzando alcune cassette metalliche ove erano stati riposti dai docenti proprio per evitare che fossero alla portata di chiunque.

 

Tuttavia le immagini riprendono chiaramente come neppure la serratura che bloccava l’accesso a tali cassette fungesse da deterrente nei confronti dei giovani che con determinazione la forzavano appropriandosi di due computer; mentre altro pc veniva asportato in altra aula.  

La visione di dette immagini si rivelava utile strumento per consentire agli investigatori del Commissariato di Modica di identificare i ladri. Infatti, la  giovane donna, per le sue fattezze fisiche, è stata immediatamente riconosciuta dal personale che l’aveva sorvegliata per altri motivi in quanto residente a Modica. 

Di conseguenza, si è risaliti al complice che la sera in questione aveva acceduto alla scuola in compagnia della predetta, arraffando i computer. 

A seguito di ciò, gli ulteriori approfondimenti investigativi consentivano di individuare un terzo soggetto di sesso maschile nella cui abitazione la Polizia rinveniva numerosi oggetti rubati –Ipad, tablet, proiettori, telefonini di ultima generazione, ipod, chiavette usb lettore dvd, lettore WHS,  telecamera endoscopica, di quelle che, introdotte attraverso piccoli spazi, consentono di osservare all’interno di luoghi non accessibili-e tra questi i tre PC sottratti  al liceo artistico di Modica.  

Conseguentemente, per quanto commesso ed accertato dalla Polizia,  gli autori materiali del furto ed il ricettatore, tutti residenti a Modica, sono stati deferiti alle competenti Autorità Giudiziarie in stato di libertà, atteso che gli autori del furto hanno un’età inferiore agli anni 18, mentre il ricettatore, originario del Marocco, è maggiorenne. 

 

La Polizia di Stato invita tutti coloro che, nell’ultimo periodo,  hanno patito e denunciato il furto di  oggetti analoghi a quelli recuperati, a recarsi presso il Commissariato di Modica ove potranno procedere ad un eventuale riconoscimento.   

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Modica, 30 ottobre 2014 – Martedì 4 novembre, alle ore 20, al Teatro Garibaldi di Modica, il Teatro Utopia, con il patrocinio del Comune di Modica, ricorderà la Grande Guerra del 15-18 con il recital “D’Ares i cruenti riti... funesti ai mortali”.

Ingresso libero. È necessaria la prenotazione al botteghino del teatro: 0932/946991.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 30 ottobre 2014 – Incidente stradale stamattina alle 8:15, in Via Primula, di fronte all’ingresso dell’Istituto Tecnico Commerciale di Scicli.

Lo scontro è avvenuto tra un’auto e un motociclo, condotto uno studente che si apprestava ad entrare nel cortile della scuola.  Alla guida dell’auto una donna.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e successivamente per i rilievi è giunta una volante della Polizia Municipale.

Lo studente dell’ITC è stato trasportato in Ospedale dove è stato trattenuto sino a questa sera dai medici che, dopo aver effettuato la TAC, hanno deciso di tenerlo sotto osservazione. Ha riportato un trauma facciale, escoriazioni in diverse parti del corpo, e un trauma dentale con perdita di denti.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Pozzallo, 30 ottobre 2014 – In occasione della festività di Tutti i Santi e della commemorazione dei defunti, il Sindaco e l’Amministrazione Comunale comunicano che, per quanti desiderassero recarsi in visita ai propri cari estinti, nei giorni 1 e 2 novembre sarà garantito il trasporto in pullman alla volta del cimitero.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Canicattini Bagni, 30 ottobre 2014 – Il Comune di Canicattini Bagni rende noti gli orari di apertura del Cimitero cittadino in occasione della ricorrenza della Commemorazione dei Defunti e l’attivazione con i relativi percorsi del Servizio di Bus navetta, tramite il pulmino dei Servizi Sociali, per il trasporto gratuito dei cittadini da e per il Cimitero.

Gli orari di apertura del Cimitero:

nei giorni 30 – 31 Ottobre, orario continuato dalle ore 7:00 alle ore 17:00; nei giorni 1 – 2 Novembre, orario continuato dalle ore 7:00 alle ore 18:00; nel giorno 9 Novembre orario continuato dalle ore 7:00 alle ore 17:00.

Servizio Bus navetta:
Sabato 1 Novembre 2014 dalle ore 8:30 alle ore 12:30 e dalle ore 14,:0 alle ore 17:30;

Domenica 2 Novembre dalle ore 8:30 alle ore 12:30 e dalle ore 13:30 alle ore 17:30.
Il pullmino transiterà per le vie sotto elencate, con fermate presso gli stessi punti di sosta a suo tempo

previsti dal servizio di trasporto AST: Via XX Settembre - Via Vittorio Emanuele - Via Garibaldi.

Il giorno 2 Novembre alle ore 16:00 sarà celebrata la S. Messa all’Altare della Cappella dell’ala nuova del Cimitero. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 30 ottobre 2014 – I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Ragusa hanno identificato e denunciato all’Autorità giudiziaria i due giovani che alle prime ore di domenica scorsa hanno violentemente malmenato un coetaneo in piazza San Giovanni a Ragusa.

 

Verso le 5 del mattino, al volgere di una serata tra amici con forse qualche bicchiere di troppo, in piazza San Giovanni s’erano incontrati due gruppetti di giovani. 

Tra di essi, uno s’è fermato a parlare con uno dell’altro gruppo, contestandogli di essere debitore (peraltro dalle testimonianze si parla anche di una cifra quasi irrisoria, 10 euro) nei confronti di un suo amico (non presente ai fatti), verosimilmente per un debito di gioco.

Pare, dalle testimonianze raccolte dai carabinieri, che vi siano delle partite di poker serali tra amici e conoscenti circa ventenni a casa di uno o dell’altro dove i giovani si giocano piccole cifre in contanti. Pertanto i militari stanno ipotizzando anche un’ipotesi di reato di gioco d’azzardo, sul quale stanno cercando di mettere insieme le dichiarazioni delle persone informate sui fatti.

La piccola discussione sul debito, forse per la stanchezza dovuta all’ora, forse per qualche bicchiere di troppo, forse per qualche parola fuori posto, è in pochi secondi degenerata a lite verbale tra i due, finché di punto in bianco non è successo l’irreparabile.

Il primo giovane, quello che contestava il debito, improvvisamente ha iniziato a colpire quell’altro con pugni al volto. Un suo amico, alla vista di ciò, è accorso in aiuto, così i pugni sono passati da due a quattro alla volta. L’aggredito, caduto in terra col volto tumefatto, ha perso gli occhiali ed è rimasto intontito. Mentre era a terra, il primo dei due aggressori gli ha sfilato il portafogli e ne ha estratto dieci euro per poi gettarlo in terra e andarsene come se nulla fosse.

Il malcapitato è stato portato al pronto soccorso, dove gli hanno diagnosticato varie contusioni e la frattura del naso, con una prognosi di venti giorni.

 

All’ospedale – avvisati dai medici al 112 – sono arrivati i carabinieri che, insospettiti dalla omertà iniziale della vittima, che ha cercato di sminuire il tutto, hanno iniziato a far domande ai testimoni, riuscendo infine a ricostruire l’accaduto.

I due violenti sono stati infine identificati e rintracciati, sono il 22enne E.R. e il 26enne V.Z., entrambi nullafacenti, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica iblea per lesioni personali in concorso. Il primo dei due, avendo sottratto la banconota da 10 euro, dovrà anche rispondere del reato di rapina.

Nel corso delle perquisizioni domiciliari che hanno accompagnato l’identificazione e il foto-segnalamento dei due, i carabinieri del Nucleo operativo hanno trovato della merce di dubbia provenienza, un grosso televisore a schermo piatto di circa 50 pollici, un amplificatore di quelli da concerto o discoteca, un personal computer. Sospettando l’origine furtiva non essendo in grado l’indagato di spiegarne la provenienza, i militari hanno sottoposto il tutto a sequestro e hanno denunciato il giovane anche per ricettazione. I carabinieri di Ragusa e delle Stazioni limitrofe, specie Santa Croce e Marina, stanno vagliando le denunce di furto per provare a “chiudere il cerchio” e chiarire l’origine della merce sequestrata.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Scicli, 30 ottobre 2014 – La donnalucatese Alessia Ballarò, ha partecipato lo scorso 26 Ottobre alla 2° edizione del concorso canoro “Aldo Moro”.

La giovane artista sciclitana ottiene ancora un positivo risultato: Premio della Critica.

Alessia interpreta la cover “Unconditionally” di Katy Perry.

Il commento di uno dei giurati: Premio della Critica ad Alessia Ballarò che oltre alle indubbie qualità canori ha portato sul palco un look perfetto che mette in risalto una fantastica presenza scenica.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Modica, 30 ottobre 2014 – I Ricostruttori propongono uno stage di scultura su legno (bassorilievo) tenuto dallo scultore Stephen Savioli  che si svolgerà in due weekend l'8 e 9 novembre e il 15 e 16 novembre con orario dalle 15.00 alle 18.00 il sabato e dalle 10.00 alle 18.00 alla domenica, adatto anche per principianti - necessaria prenotazione .

Inoltre il venerdì 7 novembre alle ore 20.30 e il venerdì 14 novembre  sempre alle 20.30 si svolgeranno due incontri ad ingresso libero, condotti sempre da Stephen Savioli, che prevedono un percorso indirizzato a sbloccare la creatività lavorando con il disegno e con la creta.

Riprendono anche quest'anno i Corsi di Yoga  del martedì (a partire dal 4 novembre dalle ore 17.30 alle ore 18.30) e del mercoledì (a partire dal 5 novembre dalle ore 19.30 alle ore 20.30) .

 

Tutte le attività si svolgeranno presso la sede dei Ricostruttori a Modica in via Stazione 17/a. Info: 0932/944551-335/6472180-339/8672908 -  www.iricostruttori.com 

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 30 ottobre 2014 – Continuano i controlli del territorio nel centro di Ragusa: battute a tappeto dalla Polizia, Piazza San Giovanni e le viuzze adiacenti.

 

Anche stanotte, gli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno effettuato i pianificati servizi di pattugliamento: identificate le persone presenti, controllati i veicoli, effettuati passaggi e soste a bordo della Volante ed a piedi nelle vie ove poco agevole risulta l’accesso ai mezzi. 

Passata da poco la mezzanotte, una Squadra Volante – notati due uomini bivaccare nella parte antistante la Piazza – li ha controllati.

Già alla richiesta di declinare le rispettive generalità, i due si irrigidivano e palesavano un atteggiamento ostile nei confronti degli operatori: mentre il primo, dopo pochi istanti, esibiva il proprio documento di identità dal quale emergeva essere C.J. incensurato 23enne di origini catanesi, il secondo seguitava nell’atteggiamento iniziale rifiutandosi dapprima di riferire le proprie generalità, successivamente pronunciandole in maniera incomprensibile e tale da rendere impossibile la identificazione da parte degli operatori, situazione per la quale era necessario l’accompagnamento presso gli Uffici in intestazione per i rituali accertamenti.

Anche in questa occasione il giovane in questione – successivamente identificato per il 24enne ragusano S.M., gravato da numerosi precedenti di polizia per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni e rissa -  al controllo degli operatori rispondeva dando in escandescenze e scaraventando sul cofano della vettura della Polizia i propri effetti personali (un telefono cellulare, sigarette, chiavi ed altri oggetti).

 

Presso gli Uffici, l’uomo – noto ad altri operatori – ha manifestato atteggiamento astioso e reticente che ostacolava il controllo di polizia.

All’esito degli accertamenti di identificazione, il 24enne ragusano veniva denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica presso il Tribunale per i reati ravvisati, rifiuto di fornire le proprie generalità e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La “formazione nella  formazione” nell’emergenza-urgenza: l’azienda sanitaria di Ragusa organizza il corso ACLS (advanced cardio-vascular life support) provider

 

Ragusa, 30 ottobre 2014 – Giovedì, 30 e venerdì,  31 ottobre 2014, ore  8,30, presso la sala conferenze dell’ospedale “Regina Margherita” di Comiso è stato organizzato il corso:  “ACLS (ADVANCED CARDIO-VASCULAR LIFE SUPPORT) PROVIDER”. 

 

L’obiettivo generale del corso ACLS è quello di sviluppare conoscenze teoriche e abilità pratiche in tema di gestione avanzata dell’emergenza cardiaca e respiratoria, in accordo con le più recenti linee guida dell'American Heart Association (AHA).

 

Il corso mira ad accrescere le competenze degli operatori nell’applicazione delle manovre di rianimazione base e avanzate, nonchè nell’identificazione e nel trattamento delle situazioni di peri-arresto, arresto cardiaco, sindrome coronarica acuta e ictus.

Nel corso viene enfatizzata, soprattutto durante l’addestramento pratico, l’importanza dell’integrazione e delle dinamiche interattive del lavoro di squadra durante la gestione avanzata del paziente critico.

 

Il corso  è costituito da sessioni sia di approfondimento teorico che di addestramento pratico, per una durata complessiva di due giorni.

Contenuti principali di addestramento Skill station riguardanti: RCP- respirazione cardio polmonare di base   dell’adulto-, gestione di base delle vie aeree, gestione avanzata delle vie aeree con intubazione orotracheale, uso di metodiche alternative di gestione delle vie aeree (Combitube, Maschera laringea, Tubo laringeo), uso dell’AED -defibrillatori automatici esterni-, uso dei defibrillatori manuali con pratica nella defibrillazione e nella cardioversione, uso del Pacing transcutaneo, lettura dell’ECG (riconoscimento dei ritmi di arresto, di tachiaritmie, di bradicardie, di segni di lesione, di ischemia).

Il corso è destinato al personale  sanitario che, per motivi professionali,  deve rispondere ad una emergenza cardiovascolare: Medici e Infermieri che operano in strutture di assistenza e degenza soprattutto sanitari dei dipartimenti di emergenza e delle terapie intensive, Medici ed Infermieri del Sistema di Emergenza territoriale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 30 ottobre 2014 – È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre 2014, n. 243, il decreto del Ministro della Salute dell’8 agosto 2014 : “ Linee guida di indirizzo in materia di certificati medici per l’attività sportiva non agonistica”.

Il documento fa chiarezza sulla definizione di attività sportiva non agonistica e dunque su chi deve fare i certificati, quali sono i medici certificatori, la periodicità dei controlli e la validità del certificato, gli esami clinici. 

E’ previsto, altresì,   per i medici,  il facsimile di certificato e definisce gli obblighi di conservazione della documentazione. 

Le linee guida non si applicano all’attività ludica e amatoriale, per le quali il certificato resta facoltativo e non obbligatorio, come stabilito dal Decreto legge 69 del 2013 e confermato da una nota interpretativa del Ministero.

 

L’obbligo del  certificato è previsto per:

gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate cioè dalle scuole al di fuori dall'orario di lezione

coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti)

chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale

 

I medici certificatori:

il medico di medicina generale per i propri assistiti

il pediatra di libera scelta per i propri assistiti

il medico specialista in medicina dello sport ovvero i medici della Federazione medico-sportiva italiana del Comitato olimpico nazionale italiano

 

I controlli e quanto dura il certificato:

Il controllo deve essere annuale

Il certificato ha validità annuale con decorrenza dalla data di rilascio

 

Esami clinici sono necessari:

Per ottenere il rilascio del certificato è necessaria l'anamnesi e l'esame obiettivo con misurazione della pressione e di un elettrocardiogramma  a riposo effettuato almeno una volta nella vita.

Per chi ha superato i 60 anni di età associati ad alti fattori di rischio cardiovascolare, è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente

Anche per coloro che, a prescindere dall'età, hanno patologie croniche conclamate che comportano un aumento del rischio cardiovascolare è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente.

Il medico può prescrivere altri esami che ritiene necessari o il consulto di uno specialista.

 

ASP Ragusa ha  predisposto una flow chart, a cura del dr. Gaetano Iachelli medico sportivo dell’Azienda -  facilmente consultabile  nell’home  del  sito aziendale:  www.asp.rg.it  

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Stati generali delle circoscrizioni, domani conferenza stampa di presentazione 

 

Siracusa, 30 ottobre 2014 – Si terrà domani (31 ottobre), alle 10,30, nella sala “Archimede” di piazza Minerva 5, la conferenza stampa di presentazione degli “Stati generali delle circoscrizioni”. 

All'incontro con i giornalisti parteciperanno i presidenti dei nove consigli cittadini, guidati dal loro coordinatore, il presidente della circoscrizione Cassibile, Paolo Romano. 

Nel corso della conferenza stampa saranno anticipati i contenuti degli Stati generali, che si terranno lunedì prossimo (3 novembre) alle 9,30 nell'aula del consiglio comunale. 

La riunione sarà un incontro aperto alle parti sociali e istituzionali e servirà a fare il punto sull'attività delle circoscrizioni e a discutere di proposte per migliorarne il funzionamento. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 30 ottobre 2014 – Agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Pachino hanno denunciato in stato di libertà B.G. (classe 1994) residente a Pachino, per il reato di ricettazione di una motoape.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 30 ottobre 2014 – Agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Augusta sono intervenuti in un magazzino di una ditta nei pressi di via dei Cantieri per un incendio, per cause in fase di accertamento. 

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco. 

Indagini in corso.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 30 ottobre 2014 – Agenti delle Volanti della Questura di Siracusa hanno denunciato in stato di libertà D.G.G. (classe 1988) siracusano, per il reato di evasione dagli arresti domiciliari cui è sottoposto.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 29 ottobre 2014 – In occasione della ricorrenza delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale il comandante marittimo della Sicilia C.A. Roberto Camerini ha diposto che Compamare Siracusa sia il comando coordinatore della cerimonia commemorativa.

 

Alla cerimonia saranno presenti il prefetto di Siracusa il comandante marittimo della Sicilia.

 

Programma

• Deposizione di una corona alla lapide del Milite Ignoto presso il Pantheon

• Per concomitanti impegni in occasione di analoga cerimonia della sede di Augusta l'orario di inizio della deposizione non potrà precedere le 11:30

 

Alla cerimonia militare presso il castello Maniace interverranno i titolari dei comandi, enti, reparti di istanza a Siracusa con rappresentanza di ufficiali, sottufficiali e militari di truppa.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vittoria, 30 ottobre 2014 – Senza tregua la lotta alla malavita combattuta dalla Polizia di Vittoria. Le Volanti che pattugliano il territorio, sensibilmente incrementate di numero nelle ultime settimane, stanno battendo palmo a palmo il territorio del comune in una attività di contrasto dell’illecito in ogni settore.

Attenzione particolare è rivolta ai soggetti già noti alle forze dell’ordine perché gravati da precedenti penali ma che ostinatamente continuano a porre in essere condotte illecite.

 

M.G. 43enne vittoriese, pluripregiudicato per reati contro la persona ed il patrimonio, senza patente di guida, perché revocatagli sette anni fa, conduceva un motocarro già sottoposto a fermo amministrativo e che quindi non doveva circolare, privo di copertura assicurativa e privo della revisione periodica. In tal caso il pericolo è enorme per l’onesto cittadino che avesse la malaugurata sorte di imbattersi in un incidente stradale con il tizio.

T.D. 21enne comisano, pregiudicato, sorpreso alla guida di un’autovettura in compagnia di un altro pregiudicato. Non ha la patente di guida perché gli è stata revocata. E già nei mesi di febbraio e giugno di quest’anno era stato sorpreso dalla Polizia a guidare un mezzo. Pertanto tre violazioni penali nell’arco di pochi mesi.

 

Denunciati all’autorità giudiziaria anche due romeni.

A.V.I., ventenne. Controllato alla guida di un motociclo al quale era stata apposta un contrassegno identificativo, cioè una targa da ciclomotore. In tal modo il romeno lasciava intendere di trasportare un mezzo per il quale è prevista il cosiddetto patentino per quattordicenni. Tuttavia quel contrassegno identificativo risultava compendio di furto. Una ragazza di Scicli ne aveva denunciato il furto nel 2012.

A.V.I. è stato denunciato per guida senza patente e ricettazione. Il veicolo, ovviamente senza assicurazione è stato sequestrato.

B.S. è un romeno di 52 anni. Guidava un’autovettura, ma la patente di guida non l’ha mai conseguita. E’ stato denunciato per il reato di guida senza patente.

 

Ancora, nelle maglie della Polizia due volti “noti”: M. F. 38enne pluripregiudicato e sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Vittoria. È stato sorpreso in compagnia di un altro vittoriese pluripregiudicato contravvenendo ad una delle prescrizioni che gli impone la misura di prevenzione, ossia non associarsi a persone che hanno subito condanne.

Un altro vittoriese di origine nordafricana D.G. di 25 anni, attualmente agli arresti domiciliari è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di evasione. Per più di otto ore non è stato trovato presso il suo domicilio. 

 

Al Giudice per le indagini preliminari è stato richiesto di valutare l’applicazione di una misura che possa soddisfare meglio le esigenze cautelari.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le Fiamme Gialle sequestrano merce per ricettazione. Denunciato un pluripregiudicato tunisino

 

Ragusa, 30 ottobre 2014 – La Guardia di Finanza di Vittoria ha sottoposto a sequestro materiale di provenienza illecita, trovata nella disponibilità di un uomo di nazionalità tunisina: un fotocopiatore, una macchinetta da gioco e circa 500 kg di pezzi di ricambio per automobili e motoveicoli. 

La merce è stata trovata a Marina di Acate, nell’abitazione dell’extracomunitario. 

 

I finanzieri, durante l’attività di perlustrazione del territorio, in Contrada Macconi, si sono appostati nei pressi dell’abitazione dell’uomo ed hanno notato dei movimenti sospetti. Pertanto sono intervenuti ed hanno effettuato una perquisizione nella casa e nel garage del soggetto, dove sono state rinvenute diverse decine di pezzi di ricambio, smontati e pronti per essere rivenduti sul mercato nero.

È stata trovata una slot machine, di quelle cosiddette “mangiasoldi” spesso sequestrate dalla Guardia di Finanza in diverse attività commerciali, poiché non munite del collegamento alla rete dei Monopoli di Stato, avente la serratura forzata. 

Inoltre è stata recuperata una fotocopiatrice professionale e diverse decine di biglietti “gratta e vinci” ancora integri.

Il trentaduenne tunisino non è stato in grado di giustificare la provenienza della merce, né di fornire ai militari alcuna documentazione circa il legittimo acquisto della stessa. I finanzieri, pertanto, avendo motivo di ritenere che la merce fosse oggetto di reato, lo hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria e hanno provveduto al sequestro delle refurtiva.

 

Il soggetto perquisito vanta precedenti penali per ricettazione, furto, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, minaccia e lesioni. Ora dovrà rispondere nuovamente del reato di ricettazione, nell’ambito delle indagini disposte dal Dott. Gaetano Scollo, Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Ragusa.

 

La merce è stata affidata ad una ditta specializzata nella custodia di beni sequestrati.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Domani alle 11 nella sala degli Specchi di palazzo Ducezio la presentazione della VII edizione di Volalibro 

 

Noto (Siracusa), 30 ottobre 2014 – Domani, venerdì 31 ottobre alle 11, nella sala degli Specchi di palazzo Ducezio, si terrà la conferenza stampa di presentazione della settimana edizione di Volalibro. 

 

All’appuntamento interverranno: il sindaco di Noto Corrado Bonfanti, l’assessore alla Cultura, Cettina Raudino, il presidente dell’associazione turistica Pro Noto, Piero Giarratana e l’ideatrice e coordinatrice della manifestazione, Corrada Vinci.

 

Volalibro - Festival della Cultura per i ragazzi, organizzato dal Comune di Noto e dall’associazione turistica Pro Noto, si terrà dal 22 al 30 novembre prossimi. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 30 ottobre 2014 – Il settore dell’autotrasporto è, per la provincia ragusana, uno dei settori produttivi più importanti, per le ricadute economiche e sociali, data la presenza di uno dei mercati più grandi d’Italia, quello di Vittoria, dal quale transitano ogni giorno 300 TIR. Il controllo del settore è voluto dall’UE ed in Italia, su Direttive del Dipartimento della P.S.,  viene svolto principalmente dalla Polizia Stradale.

Su impulso del Prefetto di Ragusa, dott. Annunziato VARDE’, a seguito di un esposto inviato alle autorità provinciali otto mesi fa, sono stati predisposti dei controlli al fine di contrastare precise  violazioni, quali il mancato rispetto dell’orario di lavoro e l’utilizzo di manodopera in nero, che, di fatto, costituiscono una concorrenza sleale nei confronti delle ditte oneste ed un potenziale rischio per la circolazione stradale. 

I controlli effettuati dalla Polizia Stradale di Ragusa e Vittoria, in provincia, nell’arco del periodo citato, hanno consentito di accertare irregolarità da parte di 11 ditte che impiegavano lavoratori in nero ed avevano alterato i tachigrafi, con conseguenti contestazioni di 124 violazioni, per un importo complessivo di 131.650 euro.

In particolare, approfonditi controlli nei confronti di una ditta avente sede in provincia di Ragusa, facevano emergere che su oltre metà della flotta, 20 TIR,  immatricolati dopo il 2006 (sui quali per legge dovevano essere installati dei tachigrafi digitali che consentono di verificare elettronicamente i dati nonché  la funzionalità degli apparati di sicurezza quale l’impianto frenante), erano stati tolti i tachigrafi digitali e reinstallati abusivamente quelli analogici.

Tale sostituzione, con ulteriori artifici (quali dichiarazioni degli autisti, durante i controlli, che avevano dimenticato i vari dischetti di registrazione del lavoro svolto o la carta di circolazione dei mezzi), consentiva di eludere centinaia di controlli in ambito nazionale, in 16 diverse province, sulle ore effettivamente lavorate dai conducenti delle ditte. 

Tale attività illegittima, inoltre, mette a rischio la sicurezza della circolazione stradale, atteso che i sistemi di sicurezza dei TIR sono tarati e collegati al tachigrafo digitale, motivi per i quali, gli uomini della stradale, verificando tutti gli atti esibiti durante i controlli effettuati nel territorio nazionale e facendo riscontri presso le case costruttrici e gli Uffici della Motorizzazione, accertavano che per ben 114 volte gli autisti dei mezzi della ditta ragusana erano stati controllati, con il cronotachigrafo alterato. Per tali fatti venivano elevati nei confronti della ditta e degli autisti coinvolti 114 verbali per un totale di euro 92.000 ed inviati alle Prefetture competenti per i provvedimenti di sospensione della patente.

Per quanto riguarda l’impiego di manodopera in nero, 10 ditte sono state sanzionate per un importo complessivo di 39.650 euro, per aver impiegato autisti non ingaggiati. Durante i controlli espletati nel territorio provinciale, gli agenti della Stradale, grazie alla verifica diretta sul sito Internet del Ministero del Lavoro, hanno accertato che gli autisti impiegati da 10 ditte (5 catanesi, 4 ragusane,  1 messinese), non erano regolarmente ingaggiati al momento del controllo e che alcune avevano tentato, subito dopo il controllo, di sanare la posizione inviando informaticamente la richiesta di assunzione al Ministero del Lavoro. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vittoria, 30 ottobre 2014 – Prosegue a ritmi serrati l’attività di prevenzione e di repressione dei reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio della giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Vittoria, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale di Ragusa.

L’operazione antidroga, iniziata alle prime luci dell’alba, e che ha visto l’impiego di oltre 16 militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di Acate, supportati dal Nucleo Cinofili Carabinieri di Nicolosi, si è concentrata nelle principali zone di aggregazione giovanile delle città di Vittoria e di Acate, consentendo di eseguire 6 perquisizioni personali, veicolari e domiciliari, e di deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa due persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, le mirate perquisizioni, frutto di prolungata attività di acquisizione di informazioni e di successivo riscontro operativo, ha permesso di denunciare a piede libero F. S., 24enne vittoriese, pregiudicato, che è stato trovato in possesso di quasi 6 grammi di hashish suddivisa in 5 stecchette, mentre ad Acate un 46enne incensurato, G.G., è stato trovato in possesso di 5,5 grammi hashish, suddivisa in 8 pezzi, di 1 spinello di un grammo della medesima sostanza, e di 1 bilancino di precisione: la sostanza stupefacente sequestrata è già stata inviata presso il Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili. 

Ora, al vaglio degli investigatori, che stanno proseguendo l’attività info-operativa, la posizione dei due denunciati e la provenienza della droga, per accertare eventuali complicità nell’ambiente criminale e il canale di approvvigionamento dell’hashish. 

L’attività messa in campo si inquadra nell’ambito dei servizi a largo raggio finalizzati alla prevenzione e alla repressione del fenomeno dello spaccio di droga, specie tra i giovani: in tale ottica la Compagnia di Vittoria è assiduamente impegnata e, grazie all’arresto odierno, sale a oltre 4,4 chilogrammi il quantitativo di stupefacenti sequestrati e sottratti alla disponibilità della malavita. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Maria Bonaccorso (con il copilota Francesco Raniolo) su Vitara vince l’ottava edizione del Trofeo Trial di Randello, promosso da UIC di Ragusa in collaborazione con il Sahara Club

 

Mercoledì, 29 ottobre 2014 – L’ottavo trofeo Trial promosso in collaborazione tra la sezione provinciale di Ragusa dell’Unione italiana ciechi e degli ipovedenti e il “Sahara Club - 4x4” Ragusa, disputatosi domenica scorsa nello splendido scenario della pineta di Randello, è andato in archivio mettendo ancora una volta in vetrina la tenacia e la caparbietà dei non vedenti che, alla guida di mezzi di grosse dimensioni, si sono cimentati con prove di abilità per superarsi l’un l’altro. 

La novità di quest’anno il fatto che i primi due posti siano andati a due donne. 

Una caratterizzazione rosa per la kermesse che ha finito con il rendere la stessa ancora più speciale. 

Alla fine, infatti, l’ha spuntata Maria Bonaccorso con copilota Francesco Raniolo su Suzuki Vitara. 

Secondo posto per Rosalba Floridia con copilota Fernando Assenza su Land Rover Discovery, terzo Mario Antoci con Giuseppe Raniolo navigatore su Suzuki Vitara. Il percorso doveva essere ultimato in quattro minuti e mezzo. Penalità di un punto per ogni secondo di ritardo, tre punti per ogni secondo di anticipo. 

Ad ogni fuoristrada, consegnato un cronometro per consentire il controllo del tempo. 

Chi era alla guida, sotto i consigli del copilota, ha cercato di evitare anche i birilli e i paletti che delimitavano il percorso, trenta punti di penalità per chi li abbatteva. 

I non vedenti alla guida hanno avuto modo di “riscaldarsi” prima prendendo confidenza con il percorso in braille e poi con una prova tecnica realizzata su un circuito ad anello all’interno della stessa pineta. Il modo migliore per prendere confidenza con il poderoso mezzo. 

Notevole la caparbietà delle giudici di percorso Adriana Iacono e Alice Gulino che hanno contributo a far sì che tutto filasse liscio. 

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Dopo quanto ha scritto Francesco De Nicola nell'introduzione a Metà di niente (puntoacapo, 2014) di Mauro Macario, non mi sembra ci sia molto da dire. 

De Nicola appartiene alla categoria dei maestri della critica, che non si arrestano, non concludono se prima non hanno anatomizzato una pagina, un libro;  se non ne hanno, insomma, esplorato con l'occhio della perizia la profondità e la forza. E in questo caso, la forza poetica e la novità rappresentate dall'originalità di testi che non potevano non appartenere alla estravaganza creativa, dunque non comune, di un artista molto versatile, che vive, però,  la pena della sua stessa grandezza: già cosa leggibilissima, del resto, tra le righe del discorso di De Nicola, il quale tutto scandaglia sino a toccare il midollo delle cose, così da restituire al lettore la "verità" di una poetica, che è poi quella che distingue il poeta autentico, o particolarmente dotato, dal versificatore di turno. Puntare alla "verità" di un libro di versi, è dunque lo scopo e la misura giusta della metodica "diagnostica" di questo grande critico. E certamente, grande, trovo anche l'autore di Metà di niente, il quale ha ottenuto il "tutto" da un "nulla dimezzato": una vera e propria "creazione" di microcosmi esistenziali dove la parola poetica è intenta a costruire dimensioni umane, togliendo o aggiungendo alla tradizione poetica, oggi avviata a un destino di asfissia, e dunque bisognosa di nuovi registri espressivi, sia pure costruiti sul divertissement della battuta fulminante, ma sconsolata: la sola che sappia scendere in profondità o salire in alto e distinguersi dalla monotonia del già detto.

Metà di niente ha il taglio netto e la sapienzialità dell'aforisma, che però non escludono la civiltà dell'indignazione. Certo, si sta dicendo che Mauro è un originalissimo poeta civile che combatte con la parola - la sua! - tanta corrente inciviltà, avvilente, nei confronti della polis e, perciò, per tutto quanto riguardi la vita politica della Nazione; e non solo: dell'uomo e della sua mondità, a cui anche, per ciò che concerne la parte autobiografica, appartiene l'autore, calato nei meandri della sua psiche, come constatiamo già a partire dal testo Brevetto fuori commercio e passando per la  Lampada di Aladino, vera e propria dichiarazione di poetica, dove Mauro Macario chiede pietà "per questo degrado irreversibile /che umilia la mia matrice rinascimentale/forze oscure praticano l'eutanasia del passato/come dominio in franchising e ne ottengono il suffragio/ostaggio sensibile di coloro che ci sprofondano/in un'amnesia collettiva".

Ci sarebbe molto da dire su questo notevole libro di versi: per esempio, la cadenza elegiaca quasi agostinianamente contrita, così come agostinianamente incalzante è il "discorrere" del verso. Come a voler trasmettere la propria crisi al lettore e, insieme, la ricchezza della propria interiorità ferita dalla vita.

E l'ironia! L'ironia e l'allusione che esprimono nella parodia un risentimento civile o, meglio, socio-storico, sino allo scetticismo pessimistico che si ribella alla condizione dell'uomo che non trova certezze ma le nebbie del dubbio e dello scoramento che alimentano di sé l'indecifrabile scopo dell'esistenza (Vangelo apocrifo, Randagismo, Visite guidate). E qui, parole che si rincorrono, che non conoscono tregua; immagini che si incalzano si sovrappongono; inquiete e ribelli fuggono dalla solitudine verso la so-li-tu-di-ne!

Giovanni Occhipinti

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 29 ottobre 2014 – A poco più di un mese dall’arrivo delle sacre spoglie di Santa Lucia a Siracusa si sta definendo il programma dell’evento che avrà luogo dal 14 al 22 dicembre prossimo. 

Tanti eventi religiosi e momenti collaterali nel corso degli otto giorni che vedranno, a distanza di dieci anni, il ritorno delle sacre spoglie della vergine e martire siracusana.

Riunioni operative in vista dell’evento per definire nei minimi dettagli l’accoglienza. Sono attesi a Siracusa migliaia di pellegrini provenienti da tutte le parti della Sicilia e d’Italia. Santa Lucia è conosciuta e amata in tutto il mondo, ed in particolare per la festa del 13 dicembre e per l’arrivo delle spoglie è attesa una delegazione dall’Argentina. 

Il corpo della martire siracusana si trova custodito nella chiesa dei Santi Lucia e Geremia a Venezia. 

Nel dicembre 2004, grazie alla comunione di intenti tra il patriarca di Venezia, card. Angelo Scola, e l'arcivescovo di Siracusa, mons. Giuseppe Costanzo, fu possibile vivere un evento storico.

Un evento che si ripeterà quest’anno, nel decennale, grazie alla disponibilità del patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, come ha voluto sottolineare l'Arcivescovo di Siracusa, mons. Salvatore Pappalardo, nel suo annuncio alla comunità diocesana. Una visita nel segno della comunione tra le due Chiese di Siracusa e Venezia.

Il Corpo di Santa Lucia verrà traslato a Siracusa nel primo pomeriggio di domenica 14 dicembre 2014.  

La prima tappa sarà il Santuario della Madonna delle Lacrime dove è prevista una solenne concelebrazione eucaristica presieduta da mons. Francesco Moraglia, patriarca di Venezia al termine della quale processionalmente il Corpo della Santa Patrona sarà traslato nella Basilica di Santa Lucia al Sepolcro. L’urna sosterà nella Basilica di Santa Lucia al Sepolcro dalla sera di domenica 14 al pomeriggio di sabato 20, ottava della festa. Alle ore 16.00 del 20 dicembre avrà inizio la tradizionale processione dalla Basilica di S. Lucia al Sepolcro verso la Cattedrale. L’urna con il Corpo di Santa Lucia precederà il Simulacro. Lunedì 22, alle ore 10.30, mons. Salvatore Pappalardo presiederà la concelebrazione eucaristica. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Venerdì sera in cattedrale l'inizio del ministero pastorale del nuovo parroco, don Girolamo (Gino) Alessi. Alle 20 la celebrazione eucaristica di insediamento

 

Ragusa, 29 ottobre 2014 – Venerdì prossimo, 31 Ottobre vigilia della solennità di Tutti i Santi, nella Chiesa Cattedrale San Giovanni Battista alle ore 20 con la Celebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo mons. Paolo Urso, don Girolamo Alessi inizierà il suo ministero pastorale nell'ufficio di parroco.

Don Gino Alessi, comisano, direttore dell'Ufficio Liturgico diocesano, Cerimoniere episcopale e docente di Liturgia nell'Istituto Teologico Ibleo, ha ricoperto finora l'incarico di Parroco nella Comunità della Parrocchia Sant'Antonio di Padova, nella sua città d'origine. 

La sua nomina era stata annunciata in Cattedrale dal Vescovo Urso il 13 Ottobre scorso. Succede a Mons. Carmelo Tidona, tornato alla casa del Padre lo scorso 14 Agosto e che comunque aveva presentato a Maggio le proprie dimissioni per raggiunti limiti di età.

Il centro della Celebrazione è costituito dal Rito di aspersione dei fedeli e dall'incensazione dell'altare, con questi gesti si mette in evidenza il ministero pastorale del parroco: annunciare agli uomini il regno di Dio, inserirli nella comunità ecclesiale per mezzo del sacramento del battesimo e renderli commensali di Cristo nel banchetto eucaristico. Dopo questi Riti il nuovo Parroco farà la professione di fede e presterà il giuramento di fedeltà. 

A conclusione della Celebrazione il vescovo Paolo inviterà don Alessi ad assumere la presidenza della Comunità parrocchiale della Cattedrale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Completamento del cavalcaferrovia al servizio della sp 26 Rosolini – Pachino: entro novembre l’apertura parziale al transito della ex SS 115

 

Siracusa, 29 ottobre 2014 – Sarà aperto entro il prossimo mese di novembre il tratto di strada comunale vicino al Cavalcaferrovia di Rosolini.

La decisione è stata presa a seguito degli incontri che la direzione dei lavori dell’opera ha avuto la scorsa settimana con gli organi competenti. Uno in particolar modo, quello di venerdì scorso.

L’ufficio di direzione lavori del  Cavalcaferrovia  ha incontrato, infatti,  su iniziativa  del Rup, ing. Domenico Morello, il Commissario Straordinario del Comune di Rosolini e l’ing. Mingo dirigente dell’UTC, a seguito di precorsa corrispondenza inerente la sistemazione idraulica delle superfici stradali interessate alla costruzione dell’opera e della rotatoria di innesto sulla sede della ex ss 115, oggi interna al centro urbano e, pertanto, di competenza comunale.

L’incontro era finalizzato alla risoluzione di questioni urgenti, indifferibili e propedeutici alla realizzazione delle opere di canalizzazione delle acque piovane, ricadenti sulla costruenda rotatoria e i tratti su essa confluenti. 

E’ di tutta evidenza che la realizzazione di questi lavori consistenti nelle opere di presa e di canalizzazione, sia sulla nuova rotatoria che sulla carreggiata della ex SS, comporta scavi di trincee e relativa impossibilità di utilizzo della stessa carreggiata. Interventi fondamentali ed essenziali per la programmazione dei lavori necessari alla riapertura al transito, anche se limitata dalla presenza del cantiere, di quel tratto della ex statale.

Già nelle scorse settimane la direzione dei lavori s’era adoperata presso l’ufficio del Genio Civile di Siracusa per definire alcuni aspetti relativi alle competenze di quest’ultimo e, con la riunione di venerdì con il Commissario Straordinario del Comune, sono stati chiariti competenze e tempi di realizzazione delle opere necessarie a permettere il  transito, anche se in maniera parziale, entro il prossimo mese di novembre.

Oggi, a seguito degli accordi presi con il Comune e il Genio Civile, è stato possibile depositare gli  elaborati progettuali delle opere di raccolta e smaltimento delle acque piovane, per le quali necessitano le autorizzazioni già concordate nel corso delle  riunioni. L’impresa esecutrice dei lavori si è impegnata con un dettagliato cronoprogramma a eseguire in tempo utile i lavori necessari all’apertura al transito della ex SS 115.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Rideterminate le soglie per l'ottenimento delle agevolazioni sulla TARI a chi conferisce i rifiuti differenziati presso il centro comunale  di raccolta

 

Ragusa, 29 ottobre 2014 – Rideterminate in via transitoria fino al 31 dicembre prossimo le soglie previste per l'ottenimento delle agevolazioni sulla TARI  per chi differenzia i rifiuti e li conferisce direttamente presso il Centro Comune di Raccolta di Via Paestum in cui è installata la bilancia pesa rifiuti.

Le novità sono contenute nella delibera approvata ieri mattina dalla Giunta Municipale che ha tenuto conto del fatto che il servizio citato è stato avviato lo scorso mese di settembre.  

La nuova tabella prevede infatti, per il 2014, una soglia minima di 84 punti. Inoltre, chi raggiungerà, entro il 31 dicembre, un punteggio di almeno 65 punti per utenza, parteciperà ad un sorteggio pubblico per l'assegnazione di 20 giocattoli messi a disposizione gratuitamente dalla ditta Ergon.

"Come ho ribadito più volte, la strategia rifiuti zero - afferma l'Assessore  all'ambiente, Antonio Zanotto - così come ogni altro aspetto legato alla tutela dell'ambiente, non è un semplice e freddo processo di calcoli e stime, bensì è strettamente legata ad un cambio di mentalità culturale e sociale da parte dell'intera comunità iblea. Per raggiungere tale obiettivo, quindi, è opportuno favorire il coinvolgimento dei cittadini, protagonisti centrali da cui dipende il pieno successo dell'iniziativa, in ogni modo possibile. È emersa quindi la necessità di prevedere una soluzione transitoria per i primi 4 mesi di avvio del servizio, evitando così il rischio di perdere, da parte degli utenti, i benefici del conferimento effettuato durante l'anno a causa dell'avvio parziale del servizio. Inoltre, proprio per favorire la crescita costante dell'iniziativa - conclude l'assessore Zanotto - abbiamo ideato l'iniziativa del sorteggio pubblico di alcuni giocattoli per le soglie di conferimento più basse, perché i nostri primi "diffusori" di una nuova mentalità sul tema, nelle famiglie iblee, siano proprio i cittadini più giovani".

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 Ragusa, 29 ottobre 2014 – Il Comando della Polizia Municipale, su disposizione dell'Amministrazione Comunale, ha approntato per le giornate del 1° e 2 novembre il servizio di bus navetta gratuito per i due cimiteri cittadini ed ha varato un piano di misure in materia di viabilità.
Il bus navetta per raggiungere il Cimitero di Ibla da Ragusa Superiore, con orario di servizio 7,30 – 17,30, avrà come capolinea Piazza Libertà ( lato negozio LINK ). Da Ragusa Ibla il capolinea sarà invece di fronte i Giardini Iblei.
Per il Cimitero Centrale di Ragusa Superiore, capolinea del bus navetta sarà Piazza Libertà ( lato C.C.I.A.A.) , con orario del servizio: 7,30 – 18,00.

I provvedimenti viabilistici saranno invece i seguenti:
Divieti di sosta con rimozione dalle ore 7 alle ore 18,30 del 1° e 2 novembre
a) sulla parte alta di Piazza Libertà (lato ex BNL – attività commerciale “Link”) tratto Viale del Fante – Viale Ten. Lena e (lato CCIAA) tratto Via Natalelli/Via Roma - Viale Del Fante;
b) sulla Via Cav. F. Pennavaria, nel tratto compreso tra la Piazza Libertà e la Piazza Cappuccini;
c) sul lato destro del Ponte Giovanni XXIII (da Via Meli a Corso Italia);
d) sul Corso Italia, nel tratto compreso tra la Via Matteotti e la Via Roma;
e) su Via Roma, dal Corso Italia alla Rotonda M. Occhipinti;
f) su ambo i lati della Via Addolorata;
g)sull’intero slargo del piazzale del Cimitero Centrale che va dalle aree di parcheggio delimitate con la segnaletica orizzontale (sia a destra che a sinistra dell’ingresso principale del Cimitero Centrale) all’intersezione con la via Monelli;
h) sui primi due stalli dell’area di sosta a destra dell’ingresso principale del piazzale del Cimitero Centrale (lato adiacente al muretto a secco);
i) sull’intero fronte, delimitato dal muro di cinta, posto a destra dell’ingresso principale del Cimitero Centrale e comunque su tutti gli spazi non delimitati da segnaletica orizzontale;
j) sull’intera area di parcheggio a sinistra dell’ingresso del Cimitero Centrale, compresa quella adiacente al muro, dove però sarà consentita la sosta dei veicoli dei titolari di licenza autorizzati alla vendita dei fiori;
k) su ambo i lati della strada principale di collegamento tra l’ex pronto soccorso dell’O.M.P.A. e i due piazzali del Cimitero di Ragusa Ibla;
l) sul piazzale inferiore del Cimitero di Ragusa Ibla (stalli delimitati dell’area centrale e quelli adiacenti al muro di sostegno del sovrastante piazzale superiore);
m) sulla strada che collega il piazzale superiore a quello inferiore del Cimitero di Ragusa Ibla;
n) sull’intero piazzale superiore antistante l’ingresso principale del Cimitero di Ragusa Ibla e su quello retrostante alle bancarelle di vendita dei fiori; su quest’ultimo sarà consentita la sosta ai soli veicoli al servizio delle persone invalide (titolari di contrassegno R.C.M.) e degli operatori commerciali autorizzati alla vendita;
Divieto di transito dalle ore 7 alle ore 18,30 del 1° e 2 novembre
a) Corso Italia (tratto Via M. Leggio – Via San Vito);
b) Via M. Rapisardi (tratto Corso V. Veneto – Via Ecce Homo), con esclusione dei veicoli che devono raggiungere il parcheggio interno del piazzale della Prefettura;
c) Via Roma (tratto Corso Italia – Rotonda M. Occhipinti;
d) Via Addolorata;
e) sulla strada principale di accesso per il Cimitero di Ragusa Ibla;
f) sulla stradina di collegamento tra il piazzale superiore del Cimitero di Ragusa Ibla e la strada vicinale a monte del piazzale dell’ex pronto soccorso dell’O.M.P.A.;
Inoltre verrà istituito un senso unico, dalle ore 7 alle ore 18.30 del 1° e 2 novembre, in Via Monelli con direzione consentita dal piazzale del Cimitero Centrale a Corso Mazzini.
Dall’osservanza dei precedenti divieti di transito sono esclusi: gli autobus del servizio di trasporto pubblico urbano, i veicoli in servizio pubblico di piazza, quelli dei residenti e degli esercenti attività lavorative sulle zone di Contrada Scassale, Cava San Leonardo, Via Addolorata, Via Monelli, piazzale Cimitero di Ragusa Ibla e Centrale, Contrada Rito e i veicoli al servizio di persone con ridotte capacità motorie o con comprovate necessità medico-sanitarie che devono essere comunque munite di apposita autorizzazione rilasciata dal Comando della Polizia Municipale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 29 ottobre 2014 – In occasione della Commemorazione dei defunti, il Cimitero nelle giornate di venerdì 31 ottobre, sabato 1 e domenica 2 novembre, rimarrà aperto dalle 7 alle 19. 

Cambia la viabilità nell’area attorno al cimitero: sabato 1 e domenica 2 novembre, dalle 7 alle 19, vigerà il senso unico di marcia sulla SS 124, nel tratto interposto tra l’area di intersezione di viale Paolo Orsi e via Ascari con direzione Floridia. 

I veicoli aventi massa superiore a 3,5 tonnellate e provenienti da Floridia avranno l’obbligo di svoltare a sinistra per via Baldini ed entrare in città percorrendo strada Tremmilia e viale Epipoli. 

In caso di maltempo e di possibile conseguente chiusura del percorso alternativo dell’area dell’autodromo, il Comando di Polizia municipale sarà comunque pronto alle necessarie modifiche alla viabilità. 

Sulla “Statale 124”, nel tratto antistante il Cimitero Monumentale Inglese, nella giornata di domenica 2 novembre, dalle 7 alle 13, vigerà il divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati. 

 

Per quanto concerne i collegamenti con il Cimitero, sabato 1 e domenica 2 

novembre, il servizio dell’AST sarà ulteriormente potenziato. Così alle canoniche tre corse giornaliere, con partenze alle 9.30, 10.30 ed 11.30 dal capolinea della stazione, e quelle da Belvedere, con partenza alle 10, alle 11 e alle 12, se ne aggiungeranno altre. 

Nel dettaglio: 

Siracusa-Cimitero-Cassibile: 9,15-10,45-12,15-14,45 e 16,15; 

Cassibile-Cimitero-Siracusa: 8,30-10,00-11,30-14,00-15,30; 

Siracusa-Cimitero-Belvedere: 9,15-10,45-12,15-14,45-16,15; 

Belvedere-Cimitero-Siracusa: 8,30-10,00-11,30-14,00-15,30

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Melilli, 29 ottobre 2014 – È stato avviato in questi giorni il Servizio Civico che vede coinvolti 90 cittadini residenti a Melilli. Si tratta del 2° turno che riguarda l’anno in corso ed afferisce ad un servizio di pubblica utilità “volto a dare, afferma il Vice Sindaco F.F. Dott.ssa Arcangela Palmeri, un po’ di sollievo alla nostra gente.”

“La crisi economica pressa in maniera evidente le nostre famiglie, molte delle quali, in assenza di un’attività lavorativa continua, sono duramente provate. Il Servizio Civico non risolve il problema della disoccupazione e della crisi finanziaria, ma serve quantomeno ad alleviare il disagio economico che si espande a macchia d’olio. 

Tengo a riferire inoltre  che il nostro Comune  sta mettendo in atto altre iniziative con finalità sociali, come l’assegnazione dei buoi libro e/o materiale didattico diretto agli alunni della scuola secondaria di 1° e di 2° grado, da utilizzare per l’anno scolastico in corso. L’ avviso è pubblicato sul sito web del nostro Comune. Ed ancora i Cantieri di Servizio,  il cui progetto è stato presentato in tempi celeri alla nostra Regione ed è stato regolarmente approvato. Siamo in attesa di ricevere il relativo finanziamento. Auspico di portare a termine alte iniziative destinate ai nostri concittadini, che sono in fase di definizione.”

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Entra Giannì, consiglio completo. Ferro presidente, Castronuovo vice

 

Scicli, 29 ottobre 2014 – Il consiglio comunale di Scicli torna a essere composto da venti consiglieri. Dopo l’accettazione di Alessando Giannì, che segue quella di Salvatore Carbone e Antonino Castronuovo, il consiglio ha ripristinato la sua integrità.

Ieri sera, sono stati eletti anche i nuovi vertici. Alla presidenza del consiglio è stato eletto Guglielmo Ferro (Scicli Bene Comune), con 11 voti, al secondo scrutinio.

Alla vicepresidenza Antonino Castronuovo (gruppo dei responsabili), con sette voti, al primo scrutinio. 

Ferro ha annunciato che rinuncerà all’indennità di carica. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Comiso, 29 ottobre 2014 – Sono stati intensificati dalla Polizia di Stato con l’impiego di  personale della sezione Volanti del Commissariato di Comiso i controlli in città, al fine di scongiurare qualsiasi evento delittuoso.

A tal proposito sono stati controllati a tappeto ed in qualsiasi orario del giorno o della notte i soggetti sottoposti a qualsiasi misura restrittiva della libertà personale.

Durante l’attività di verifica la Polizia di Stato ha individuato due soggetti che nonostante fossero sottoposti alle misura degli arresti e della detenzione domiciliare non sono stati trovati in casa.

In particolare la Polizia ha provveduto a denunciare in stato di libertà A.R. del 1979 di Comiso il quale si è allontanato dalla propria abitazione senza alcuna autorizzazione essendo sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari; pertanto oltre ad essere segnalato per evasione è stata anche richiesta la revoca della misura all’AG competente.

Altro denunciato in stato di libertà è C.G. del 1967 il quale sottoposto alla misura detentiva della detenzione domiciliare non è stato trovato la notte in casa nonostante non avesse alcun permesso per assentarsi. Anche quest’ultimo è stato denunciato per evasione e segnalato per la revoca della misura.

Sono stati inoltre controllati altri 21 soggetti tra quelli sottoposti a varie misure, controllate 161 persone, 30 automezzi e redatto un verbale di contravvenzione al CDS.

I posti di controllo hanno permesso inoltre di denunciare un rumeno il quale è stato trovato in possesso di un Aprilia Scarabeo con targa RG; un particolare (la targa anacronistica rispetto al tipo di motociclo) non è sfuggito agli operatori della Polizia i quali non hanno controllato solo la targa del mezzo (che tra l’altro non risultava da ricercare) ma hanno accertato attraverso la verifica del numero di telaio del motociclo che risultava essere stato rubato qualche giorno prima ad un comisano. Rintracciato il proprietario il mezzo è stato prontamente restituito alla vittima e l’uomo indagato per ricettazione.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 29 ottobre 2014 – Si è aggiudicata in via provvisoria la gara per la realizzazione di loculi e cellette ossario al cimitero di Ragusa Centro l’impresa RE.CO.GE srl di Paternò con un ribasso del 35, 9997%  sull’importo a base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza e del costo del personale. Il costo complessivo dell’appalto ammonta a 333.337,16 euro. 

Il termine di esecuzione dell’opera è fissato in 120 giorni a decorrere dalla consegna dei lavori.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 29 ottobre 2014 – La già predisposta intensificazione dei controlli del territorio nel centro cittadino da i suoi frutti: la Polizia di Stato sta battendo a tappeto ogni angolo di Piazza San Giovanni, a Ragusa, e le vie che la circondano.

La fisiologica struttura toponomastica della zona in questione, tessuta fittamente quasi a ragnatela, che di certo non rende agevole l’intervento delle macchine della Polizia, non ha fermato gli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso pubblico che ancora nel primo pomeriggio di ieri hanno fermato due giovani di origini albanesi, uno dei quali minorenne ed in possesso di 4 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana. 

Al controllo della Squadra Volante, alle ore 14.30 circa , i due si trovavano sotto i portici della Piazza su cui si affaccia la locale Cattedrale: l’atteggiamento ambiguo ed insofferente tenuto nell’occorso, probabilmente per l’inusuale orario di controlli pressanti ed “invadenti” della Volante, non ha aiutato e K.N. e R.A., rispettivamente di 14 e 24 anni, che hanno dovuto cedere alle pressanti richieste e controlli dei poliziotti.

Il primo, per l’appunto minorenne, regolare sul territorio nazionale, con precedenti per furto e ricettazione, aveva indosso – custodita in un involucro di cellophane trasparente stipato nella tasca dei pantaloni – sostanza stupefacente pari a 4 grammi di marijuana oltre ad un trita-sostanza già impregnato della medesima sostanza. La sostanza, sottoposta a sequestro, veniva inviata presso il competente Ufficio dell’ASP per gli accertamenti di natura chimica.

A carico del 24enne, che annoverava svariati precedenti penali e di polizia, risultava un rintraccio per la notifica di un provvedimento di diniego del permesso di soggiorno. 

All’esito degli approfondimenti condotti presso il locale Ufficio Immigrazione, allo stesso veniva notificato il citato provvedimento e successivamente, nella stessa serata, veniva accompagnato preso il CIE di Caltanissetta dalla stessa Volante, in attesa dell’esecuzione dell’espulsione. 

Ultimati gli accertamenti di rito, invece, il minore veniva riaffidato alla madre.

E’ il secondo procedimento ai sensi dell’art. 75 che viene avviato dalle Squadre Volanti nel giro di 12 ore per accertamenti condotti nelle zone limitrofe a Piazza San Giovanni: nella tarda serata di lunedì, infatti, la stessa Squadra aveva fermato due uomini di origini tunisine, peraltro già gravati da svariati precedenti di polizia specifici; nei confronti di uno di essi – trovato in possesso di due grammi di marijuana – era stato elevato verbale ex art. 75 TU in materia di stupefacenti, per il consumo personale di droghe. 

Sono in corso indagini per la identificazione dei pushers.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 29 ottobre 2014 – Nel corso della mattinata, i Carabinieri della Motovedetta cc 813 di Pozzallo, sono stati impegnati in un particolare servizio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione della pesca di frodo sul tratto di costa di competenza. 

L’attività in mare, nel corso della quale sono state controllate diverse imbarcazioni e persone, è stata condotta a bordo del gommone in dotazione all’Arma dei Carabinieri di Pozzallo ed è stata inoltre supportata, anche su terra, da alcune pattuglie dei comandi dell’Arma territoriale.

Nel corso del servizio, nel tratto di mare compreso nel territorio di Marina di Ragusa, in particolare nello specchio d’acqua antistante la riserva naturale delle foci del fiume Irminio, tre persone sono state sorprese dai militari dell’Arma mentre effettuavano la pesca di frodo del riccio di mare.

In particolare, i tre soggetti, all’arrivo del gommone dei Carabinieri, erano in immersione, dotati di specifica attrezzatura, impegnati ad effettuare la pesca di frodo, infatti, immediatamente fermati e sottoposti a controllo, sono stati trovati in possesso di 1400 ricci di mare ancora vivi, quantitativo superiore a quello consentito dalle normative nazionali e comunitarie.

Al termine del controllo, le tre persone sono state sanzionate amministrativamente per un importo pari a 12.000 euro per aver effettuato pesca di frodo di ricci di mare in quantità superiore a quella consentita.

Il pescato, consistente in circa 1400 ricci, è stato rigettato in mare mentre tutta l’attrezzatura da pesca è stata sequestrata ai fini della confisca.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Santa Croce Camerina, 29 ottobre 2014 – Alle 16.30 di ieri un uomo segnalava alla Polizia, tramite telefonata al 113, di aver localizzato il proprio dispositivo Ipad – grazie all’applicativo “trova ipad” – del quale era stato derubato solo un paio di giorni addietro.

La localizzazione indicava un sito a Santa Croce Camerina, ove effettivamente la Squadra Volante, allertata nell’occorso, si recava tempestivamente: una volta sul posto, i poliziotti prendevano contatti con il denunciante il quale riferiva che, sulla scorta delle indicazioni fornite dal terminale di cui era in possesso, il dispositivo della Apple risultava trovarsi in un sito individuato tra via Bagni e via Castel Santelena.

Da quel momento, la pattuglia conduceva una capillare attività di monitoraggio sui luoghi, finalizzata alla esatta individuazione del punto ove potesse trovarsi il dispositivo in questione, nonché alla identificazione dell’eventuale autore del reato.

Individuato orientativamente il luogo di interesse - una casa adibita ad abitazione posta al piano terra nei pressi dei siti indicati - si chiedeva al denunciante di far squillare l’allarme relativo al sistema di localizzazione così da esser certi di intervenire “a colpo sicuro”: a quel punto, la Squadra operativa entrava nell’appartamento che si trovava con la finestra aperta, cosa che consentiva di udire l’allarme del dispositivo in maniera inequivocabile oltre che di avere un’idea fedele dei vani di cui si componeva l’appartamento: dopo aver bussato ripetutamente alla porta di ingresso della casa, senza alcun esito, e dopo aver chiamato più volte dalla finestra aperta, richiamando l’attenzione degli eventuali presenti, gli operatori facevano ingresso entrando dalla finestra medesima. L’appartamento appariva disabitato; i poliziotti avvistavano un sacchetto di plastica, nascosto nel vano di un sottoscala che conduceva al primo piano, al cui interno vi erano l’Ipad ed un computer portatile. 

Durante il sopralluogo, sopraggiungeva un uomo poi identificato per B.R. 28enne di origini algerine – incensurato e regolare sul territorio nazionale – il quale dichiarava di essere proprietario dei dispositivi informatici in questione adducendo di averli acquistati qualche giorno prima a Ragusa.

Le successive spiegazioni fornite alla Polizia assolutamente inconcludenti e contraddittorie incastravano definitivamente l’uomo: condotto presso gli Uffici della Questura, sottoposto ai rituali rilievi, il medesimo veniva denunciato “a piede libero” per ricettazione alla locale Procura della Repubblica.

Accertato il numero seriale del terminale dell’Ipad, nonché il relativo numero imei, l’apparecchio veniva riconsegnato al denunciante, mentre il computer – di cui era stato denunciato il furto presso la Stazione dei Carabinieri di Santa Croce Camerina - veniva riconsegnato all’avente diritto dai militari dell’Arma. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Narra lo storico Svetonio che il figlio dell’imperatore Vespasiano, Tito, in disaccordo con la tassa introdotta dal padre sulle latrine gestite da privati (i “vespasiani”, appunto), avesse gettato per spregio dentro una di queste alcune monete; raccoltele, Vespasiano le avrebbe prima portate al naso e poi pronunciato la famosa espressione “il denaro non ha odore”, pecuia non olet…

 

Modica, 29 ottobre 2014 – Qualcosa di simile devono aver pensato i sedici soggetti denunciati dalla Guardia di Finanza di Modica all’esito dell’operazione denominata, appunto, “Pecunia non olet”, fra i quali quattro funzionari del Comune di Modica, il titolare e i responsabili della ditta P. che si occupa dello smaltimento rifiuti ed alcune delle maestranze della ditta stessa.

 

I reati ipotizzati sono di abuso d’ufficio e frode nelle pubbliche forniture, in concorso ed a vario titolo.

 

La ditta P., infatti, avrebbe eseguito il servizio con meno personale rispetto a quanto pattuito e con qualifiche inferiori a quelle previste dal capitolato tecnico, distraendo inoltre alcuni lavoratori (pagati dal Comune di Modica) in altri comuni limitrofi ove la stessa ditta ha l’appalto per il servizio di raccolta dei rifiuti.

 

In aggiunta a questo, le Fiamme Gialle di Modica hanno riscontrato come, nella realtà dei fatti, alcuni lavoratori con qualifica di “operatore ecologico”, svolgessero mansioni di ufficio o di cantiere a beneficio esclusivo della ditta, pur essendo pagati dal Comune di Modica per essere impiegati nei servizi di spazzamento o raccolta.

 

I funzionari invece, dal canto loro, avrebbero omesso ogni controllo circa la corretta applicazione del contratto, non vigilando fattivamente ma limitandosi a sporadiche e occasionali comunicazioni scritte con la ditta, nonostante numerosi solleciti da parte di diversi cittadini, e provvedendo quindi a pagare i relativi stipendi anche per quei lavoratori che in realtà per il Comune non svolgevano alcuna attività.

 

Gli indagati, peraltro, sono stati deferiti alla Procura Generale presso la Corte dei Conti per la valutazione del danno erariale arrecato al Comune, che la Guardia di Finanza stima essere superiore al milione e mezzo di euro.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Comiso, 29 ottobre 2014 – Da tempo monitorato dai Carabinieri che, da diversi giorni, lo avevano notato frequentare ragazzini e i principali luoghi di aggregazione giovanile, è finito così in manette A.L.B.A., 31enne tunisino, pregiudicato, scoperto dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e da quelli della Stazione di Comiso mentre cedeva una dose di hashish, di oltre 1 grammo, ad un 18enne vittoriese incensurato, G. G. G. M., in via Capitano degli Zuavi, vicino Piazza Senia.

L’attività, frutto di appositi servizi di osservazione e pedinamento per monitorarne i movimenti e le abitudini di vita e protrattisi per svariati giorni, nell’ambito dei servizi antidroga predisposti dal Comando Compagnia Carabinieri di Vittoria, aveva consentito di appurare le “strane” frequentazioni con diversi giovani, nonché un certo andirivieni proprio in via Capitano degli Zuavi, nei pressi di Piazza Senia, finché i militari hanno sorpreso il 31enne, nella mattinata odierna, intrattenersi con un ragazzino al quale dava furtivamente un piccolo involucro: ne è nata una perquisizione che ha permesso di rinvenire addosso al giovane una dose di hashish, mentre al tunisino altre 2 dosi di hashish, per un peso complessivo di oltre 2 grammi, nonché 275 euro in banconote di piccolo taglio, ritenute provento dell’attività di spaccio; inoltre aveva con sé anche un coltello e un punteruolo di genere vietato. 

L’uomo è stato condotto presso la caserma di via Sciascia dove, al termine delle formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione di Vittoria su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, dottor Gaetano Scollo, dinanzi al quale dovrà rispondere del reato di spaccio e di porto di oggetti atti ad offendere. Il giovane assuntore, invece, è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Ragusa per detenzione per uso personale di sostanza stupefacente.

Ora, al vaglio degli investigatori, che stanno proseguendo le indagini, la posizione del tunisino, per accertare l’eventuale complicità di altri criminali, e il canale di approvvigionamento della droga: la sostanza stupefacente sequestrata è già stata inviata presso il Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili, così come sono stati sequestrati il denaro contante, il coltello e il punteruolo di genere vietato.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Mostra-laboratorio di pani artigianali e votivi degli Iblei e delle Madonie. Venerdì 31 ottobre 2014 ore 17 Museo TEMPO Canicattini Bagni

 

Canicattini Bagni, 28 ottobre 2014 – Nuova iniziativa Venerdì 31 Ottobre alle ore 17 al Museo TEMPO (Museo del Tessuto, dell’Emigrante e della Medicina Popolare) di via XX Settembre 132 e via De Pretis 18 di Canicattini Bagni, in collaborazione con il Comune, in occasione della Festa di Tutti i Santi, per conosce- re la storia e le tradizioni popolari iblee attraverso il “pane”. 

Il pane, infatti, sin dai tempi più antichi, è stato associato all’Eucarestia o in ogni modo ha assunto un significato liturgico. Composto da elementi semplicissimi, acqua e farina, per millenni ha sfama- to l’uomo ed ha assunto, col passare del tempo, un ruolo fondamentale nell’alimentazione. 

Per questo nel giorno di Tutti i Santi il Museo Civico TEMPO di Canicattini mostrerà e farà cono- scere come ogni cibo diventava peculiarità per ogni festa religiosa ed il Santo ad essa dedicata. Dagli “occhi di Santa Lucia” alle “cuddure di San Paolo”, il pane viene modellato e trasformato a seconda del significato che esso dovrà rappresentare. 

Per fare ciò, protagonisti della serata saranno i panificatori di Canicattini che per l’occasione cree- ranno pani dalle forme più disparate gemellandosi con i panificatori di Chiusa Sclafani, cittadina in provincia di Palermo, dove sin da tempi antichissimi il pane viene trasformato in vere e proprie opere d’arte. 

Famosi gli altari di pane per la festa di San Giuseppe, tra l’altro, il pane votivo di San Giuseppe è presente nel registro dei beni immateriali dell'assessorato ai Beni Culturali della Regione Sicilia. 

All’iniziativa di Venerdì 31 Ottobre alle ore 17 nei locali del Museo TEMPO saranno presenti: Paolo Amenta – Sindaco di Canicattini Bagni.


Ospiti 

Don Ignazio Petriglieri – Vicario per la Cultura della Diocesi di Noto;
Maria Luisa Scrima – Assessore alla Cultura del Comune di Chiusa Sclafani; Maria Teresa Vellino – Panificatore di Chiusa Sclafani;
Vito Bertuna – Panificatore di Canicattini Bagni. 

Seguirà, a cura di Tanino Golino, il percorso narrativo “La festa dei Santi attraverso il pane”.

I pezzi realizzati, oltre che degustati, andranno a comporre la mostra “A razia i Diu – Il pane dei Santi”, allestita presso il Museo TEMPO. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Comiso, 28 ottobre 2014 – Interventi di manutenzione presso la piazzetta di via Roma. 

Ne dà notizia l'assessore ai Servizi tecnici e tecnologici Fabio Fianchino il quale ha rilevato che essi renderanno più gradevole e fruibile il luogo.

 “Questi interventi sono stati già effettuati  – ha precisato l'assessore Fianchino – e hanno riguardato la tinteggiatura dell'inferriata e dei muretti interni, il ripristino della fontanella e la sistemazione e ripristino anche delle panchette”. 

“Continua l'impegno di questa Amministrazione comunale finalizzato ad assicurare ai cittadini spazi e servizi al passo con gli standard moderni – conclude Fianchino -. In questo caso si tratta d'aver recuperato e resa  fruibile un'area abbandonata da anni”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 28 ottobre 2014 – Sono iniziati la scorsa settimana i lavori di restauro del prospetto centrale del “castello” di Donnafugata. 

L’intervento,  il cui  importo complessivo ammonta a circa 120.000 euro, prevede, oltre ad una serie di interventi necessari alla riqualificazione esterna dell'intera facciata del Castello, anche il restauro degli intonaci e, più in generale, diverse opere di manutenzione straordinaria dell’edificio. 

“Un intervento importante ed assolutamente necessario  dal punto di vista qualitativo e quantitativo - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici,  Infrastrutture e Pianificazione Urbanistica Salvatore Corallo - che si inserisce pienamente nel percorso di  rivitalizzazione di un patrimonio artistico ed architettonico tra i più importanti della nostra città, che questa amministrazione ha intrapreso fin dall'inizio del proprio mandato, nell’ottica della valorizzazione futura del Castello, anche a fini turistici”. 

L'intero programma degli interventi previsti sarà realizzato con la sorveglianza della Soprintendenza ai Beni Culturali di Ragusa.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Rosolini, 28 ottobre 2014 – Il Commissario Straordinario dott. Filippo Gagliano ha disposto  per il l  4  novembre l’organizzazione della cerimonia pubblica per ricordare i Caduti di tutte le guerre.  

Alla manifestazione sono state invitate a partecipare tutte le Associazioni cittadine, Autorità politiche, militari e religiose, gli istituti scolastici. 

 

Il programma della manifestazione

 Ore 10.00   - Ritrovo delle Autorità e dei cittadini in Piazza Garibaldi 

 Ore 10,30   - Santa  Messa concelebrata nella Chiesa Madre 

 Ore 11.30   - Deposizione di una corona alla lapide del Milite Ignoto (Palazzo Comunale) e corteo per  portarsi in  Piazza Caduti di tutti le Guerre; 

                 - Arrivo in Piazza Caduti di tutti le Guerre, posa della  corona al Monumento ai Caduti,  Cerimonia Ufficiale e discorsi celebrativi. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 28 ottobre 2014 – Ieri pomeriggio intorno alle ore 19 una telefonata al 113 allertava circa la presenza di una donna bloccata da personale dipendente presso un noto negozio di calzature sedente nella zona di Viale della Americhe. 

Intervenuta una Squadra Volante, appurava la presenza della donna di origini romene, in braccio un bebè di pochi mesi, appena bloccata all’uscita del negozio in questione a causa dello scattare del sistema antitaccheggio.

In effetti, gli agenti operanti potevano accertare che la giovane aveva riposto nella propria borsa un paio di scarpe Nike del valore commerciale di circa 50.00 euro, dopo aver divelto la placca antitaccheggio. 

Le informazioni assunte dagli agenti operanti dimostravano come la donna fosse stata notata aggirarsi all’interno dei locali già da un po’ in compagnia di un uomo che teneva per mano un bimbo piccolo. 

Le ricerche esperite tempestivamente nei dintorni consentivano effettivamente di individuare poco distante dal negozio un uomo, assieme ad un bambino di tre anni, risultato essere il coniuge della donna fermata poco prima.

Le successive perquisizioni condotte a carico dei medesimi consentivano di rinvenire ancora due paia di scarpe marche Nike e Puma, del valore complessivo di circa 100 euro, occultate nel cofano posteriore della vettura in uso ai due, una auto di colore scuro, parcheggiata poco distante, mentre indosso all’uomo veniva trovato un taglierino evidentemente utilizzato dalla coppia per impossessarsi della refurtiva.

Dagli accertamenti condotti si poteva appurare che le ultime due paia di scarpe erano state asportate presso un diverso negozio di scarpe situato all’interno di un locale centro commerciale, i cui dipendenti tuttavia non si erano ancora accorti della consumazione del furto ai loro danni.

 I due romeni, incensurati e domiciliati a Chiaramonte Gulfi, venivano condotti presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico per i rituali adempimenti, anche foto-dattiloscopici, quindi denunciati in stato di libertà alla locale Autorità Giudiziaria per furto aggravato e ricettazione in concorso fra loro. 

La merce è stata regolarmente restituita ai titolari degli esercizi commerciali che sporgevano formale denuncia sull’accaduto.

 I coniugi in trasferta venivano altresì segnalati alla locale Divisione Polizia Anticrimine per la valutazione del concreto modus operandi relativo alla presenza dei due bambini utilizzati al fine di agevolare la commissione dei delitti in questione.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Modica, 28 ottobre 2014 – Durante lo scorso fine settimana, la Guardia di Finanza di Modica, nell’ambito di un servizio del controllo del territorio nel comune di Scicli, procedeva all’ispezione, tra gli altri, di un furgone il cui autista, alla vista del posto di controllo, ha eseguito con una manovra fulminea, tentando di eludere l’alt. 

Con prontezza, i militari raggiungevano l’automezzo e, unitamente all’intervento di un’altra pattuglia presente nelle vicinanze, procedevano al controllo dei due occupanti e del veicolo stesso.

Dall’ispezione è risultato che il passeggero, R.C. di Comiso, con precedenti penali per spaccio e traffico di sostanze stupefacenti nonché delitti contro il patrimonio, era sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con l’obbligo di soggiorno nel comune di Comiso.

Il conducente del veicolo, C.S., pure lui di comisano con numerosi precedenti penali; inoltre l’automezzo risultava privo della copertura assicurativa R.C.A.

L’operazione si è conclusa con l’arresto, in flagranza di reato di R.C. che veniva condotto presso il proprio domicilio su disposizioni del magistrato di turno, informato dei fatti. 

Il conducente è stato sanzionato amministrativamente per violazioni al codice della strada per guida senza patente e carta di circolazione, nonché senza copertura assicurativa del veicolo, che veniva sottoposto a sequestro. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vittoria, 28 ottobre 2014 – La vittima ha 40 anni ed è padre di una bimba di 11: sabato sera, verso mezzanotte, era uscito da casa di amici dove era stato a cena con moglie e figlia per tornare a casa. 

Percorrendo la strada, una via del centro abbastanza trafficata, all’incrocio con via Como è costretto a fermarsi, perché la strada è interamente occupata da due autovetture ferme, una con due maschi a bordo, l’altra con una donna al volante. Gli occupanti sono intenti a parlarsi attraverso i finestrini.

Solo perché l’uomo chiede di poter passare, sembra che una ragazza in auto si sia spostata per far posto, ma nell’altra auto c’era un energumeno che ha attaccato briga dicendo che “doveva parlare con la sua fidanzata” e non poteva spostarsi…

L’aggredito il giorno dopo si è recato presso il Commissariato di Polizia e denuncia, raccontando i dettagli del fatto e descrivendo l’aggressore.

 

L’aggressore sarebbe L.M.I., vittoriese ed ha 24 anni, con precedenti penali per rapina, rissa, guida senza patente, destinatario di misure di prevenzione dell’avviso orale del Questore e divieto di ritorno nel comune di Modica, luogo nel quale aveva partecipato nel 2012 ad una rissa.

È stato denunciato all’Autorità Giudiziaria del capoluogo per lesioni personali (ha cagionato ferite al volto alla vittima guaribili in due giorni) minacce gravi e violenza privata.