fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Sport

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 8 maggio 2019 – Le promesse della squadra Biancoverde sono state mantenute: la Passalacqua Ragusa vola in gara 4, dopo aver battuto Famila Schio, nel match disputato ieri sera al Palaminardi, valido come gara 3 della finale scudetto.

Una partita difficile e molto sentita, non solo per il quintetto ragusano, ma anche per tutti i tifosi e simpatizzanti delle Aquile che si sono presentati numerosi al palazzetto per assistere a quella che si è rivelata una gara mozzafiato, dal primo minuto di gioco all’ultimo.

Già nel primo quarto la formazione ragusana, formata inizialmente dal quintetto Kuster, Hamby, Harmon, Consolini e Soli, ha sfoderato da subito grinta e determinazione. Infatti, nonostante le avversarie non abbiano mai allentato il loro ritmo, la Passalacqua ha chiuso il primo quarto con un vantaggio di tre punti.

Stessa determinazione negli altri tre quarti, cercando di mantenere una certa distanza da Schio e la lucidità necessaria per evitare di commettere errori.

La squadra Biancoverde ha chiuso dunque gara 3 con il risultato di 67- 62, accorciando le distanze nella serie e portandosi sul 2-1.

“È stata una gara difficilissima, ma le ragazze sono state grandiose”, commenta a caldo Gianni Recupido, coach della Passalacqua Ragusa. “Abbiamo lottato su ogni palla, e nonostante Schio in diverse situazioni ci abbia messo in difficoltà, siamo stati bravi a chiuderla in vantaggio”.

Ora occhi puntati a domani sera, quando le Aquile torneranno sul parquet del Palaminardi per affrontare nuovamente Schio, match valido come gara 4 finale scudetto. 

Lucia Nativo

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Intanto al Palamoak si festeggia il quinto posto di Leonardo Napolitano (spada)

 

Modica, 30 aprile 2019 – Dopo la pausa seguita all’ultima prova Gran Prix FIE di Anaheim a metà marzo, riprende il via nel fine settimana la Coppa del Mondo da San Pietroburgo, tappa che segna anche l’avvio della qualificazione olimpica del fioretto maschile italiano e che vede Giorgio Avola tra i protagonisti. L’appuntamento in Russia vedrà la disputa sia della prova individuale che di quella a squadre, e segnerà il primo appuntamento valido del lungo percorso a cavallo di due stagioni, e che alla data del 31 marzo 2020 segnerà i verdetti per la partecipazione ai prossimi Giochi Olimpici di Tokyo. Olimpiadi che vedranno per la prima volta il programma delle gare di scherma al completo, per le prove individuali e per le prove a squadre; quindi per il fioretto italiano così come per tutte le altre armi obiettivo puntato sulla qualificazione della squadra, che permette  di avere il numero massimo di 3 atleti qualificati nella prova individuale. Le squadre qualificate saranno le prime 4 del ranking internazionale al 31 marzo 2020, oltre ad altre 4 squadre nell’ordine della migliore per ogni continente (America, Europa, Africa, Asia e Oceania). La squadra italiana di fioretto maschile, confermata nel quartetto campione del mondo in carica formato da Giorgio Avola, Andrea Cassarà, Daniele Garozzo ed Alessio Foconi, e attualmente numero 2 del ranking internazionale, è chiamata a confermare quanto di buono ha in questa stagione di coppa fatto, non scendendo mai dal podio, con l’obiettivo dichiarato di conquistare  il vertice del ranking FIE. Stagione di Coppa del Mondo ben disputata anche individualmente da Giorgio Avola, con due podi ed una finale al suo attivo in questo 2019, che gli hanno garantito il 5 posto nel ranking individuale; e che ha preparato l’importante appuntamento di San Pietroburgo con la nazionale in ritiro collegiale al centro di preparazione olimpica di Tirrenia già dal lunedì di Pasqua.

Leggi tutto: Coppa del mondo di Fioretto. Avola a San...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 17 marzo 2019 – Si scaldano i motori della 19esima edizione del Raid Fiat 500 Città di Scicli organizzato dal "Gruppo 500 dei Tre Colli Scicli."

L’evento, divenuto maggiorenne lo scorso anno, è molto atteso da tantissimi club di tutta la Sicilia.

Anche quest'anno la manifestazione si svolgerà la seconda domenica di Maggio, in occasione della Festa della Mamma, il 12 Maggio. Non mancheranno le iniziative in ricordo di Leuccio Avola scomparso prematuramente a causa di un incidente sulla strada, il Raid Fiat 500 a lui è dedicato.

Nel corso degli anni gli organizzatori, assieme ai genitori di Leuccio Avola, hanno pensato per gli ospiti arrivati da ogni dove con le mitiche Fiat 500, ma anche per cittadini e turisti presenti in città, di organizzare anche eventi di intrattenimento e giochi in Piazza. 

Gli organizzatori suggeriscono ai Gruppi e Club legati alla Fiat 500 sono avvisati di non prendete impegni per giorno 12 Maggio: tutti a Scicli!

A breve il Gruppo 500 dei Tre Colli Scicli renderà noto il programma.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Domenica 25 novembre sono stati convocati a Piazza Armerina le giovani atlete, classe 2004-2005, selezionate dal Centro Tecnico Federale Regionale per formare la rappresentativa regionale femminile

 

Scicli, 26 novembre 2018 – L’atleta della Ciavorella Marianna Miccichè è stata selezionata per la preparazione tecnico atletica delle giovani leve (classe 2004-2005) che andranno a formare la rappresentativa regionale femminile.

L’allenamento si è tenuto al Pala Ferraro di Piazza Armerina sotto la coordinazione del Referente tecnico territoriale unico per la Sicilia Ninni Gebbia e dei tecnici federali Lilia Malaja e Maurizio Giordano.

Viva è stata la soddisfazione espressa dai tecnici della società sciclitana Santo ed Alberto Carestia per la scelta effettuata dal Referente Tecnico Territoriale che in più di una occasione ha posto l’attenzione al vivaio giovanile societario sia maschile che femminile.

Sono diversi anni infatti che la società ha avuto giovani talenti del vivaio scelti a far parte dei selezionati per le rappresentative regionali o provinciali.

Questa attenzione verso il vivaio societario rappresenta motivo di soddisfazione per lo staff tecnico e per i programmi didattico formativi che la società annualmente approva.

Negli ultimi tempi questa attenzione si è avuta anche da parte di qualificati tecnici societari di importanti club provinciali e regionali.

La giovane atleta Marianna Miccichè, nel febbraio di quest’anno, è stata chiamata a far parte del progetto “Azzurro 2018”.

 

Giuseppe Carestia

Libri di Salvo Micciché

Scicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry