fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 21 settembre 2014 – Il 13 e 14 settembre la Nova Virtus ha partecipato al torneo delle Province, svoltosi a Licata e giunto alla sua 13ª edizione. La società iblea ha rappresentato la provincia iblea ed ha vinto il trofeo. 

Questo il roster biancazzurro, allenato da coach Vicari: Giulio Bocchieri, Simone Italia, Simone Scillone, Paolo Cassì, Edoardo Causapruno, Antonio Marletta, Emilio Zago, Raffaele Occhipinti, Matteo Floridia, Gabriele Distefano, Francesco Diquattro, Gabriele Garozzo, Andrea Comitini.

Al torneo, come accennato, la Nova Virtus,, grazie alla disponibilità dell'organizzatore Peppe Lanzerotti, ha partecipato anche con un gruppo femminile che ha tenuto il campo alla grande contro i maschetti di pari età, certamente più forti fisicamente. Questo gruppo era composto da: Carolina Ianelli, Giulia Cardullo, Giulia Trovato, Alessia Tumino, Sofia Procopio, Anna Schembari, Sara Sammartino, Marta Occhipinti, Carla Mallo, Elena Battaglia, Rim Fuad, Nina Guastella. Le ragazzine sono arrivate settime, perdendo la prima gara contro Agrigento, la seconda gara contro Trapani di soli 3 punti dopo essere stati in vantaggio per quasi tutta la durata della partita e ha vinto l'ultima gara facilmente contro Caltanissetta; i ragazzi, dominatori della manifestazione, hanno vinto gara 1 facilmente contro Caltanissetta, gara 2 contro Palermo e la finale contro Agrigento. Giulio Bocchieri ha vinto la gare del tiro da 3 punti mentre Matteo Floridia ed Anna Schembari sono stati selezionati dagli allenatori tra gli atleti del miglior quintetto.

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry