fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Promossa in paese per il piccolo Loris una fiaccolata

 

Riportiamo un articolo di Radio Savona Sound News...

Cairo Montenotte, 2 dicembre 2014 –Anche Val Bormida piange per la tragedia del piccolo Loris, trovato morto nei giorni scorsi a Ragusa.

La mamma del piccolo ucciso, Veronica Panarello, in età scolare, ha vissuto per alcuni anni a Rocchetta di Cairo, frequentando nella frazione la materna e le elementari.

La giovane, 26 anni, si era trasferita in Val Bormida da un angolo della Sicilia con i genitori. Una famiglia numerosa, con molti figli, ma che ha lasciato un buon ricordo tra i rocchettesi, tanto che, nei giorni scorsi, sono stati proprio le maestre e alcuni compagni di scuola a riconoscere il volto della povera madre disperata, dopo che la notizia della scomparsa del bambino è rimbalzata sulle cronache nazionali. 

Proprio un gruppo di rocchettesi, iscritto alla pagina di Facebook, ha lanciato lunedì la proposta di stare vicino spiritualmente a Veronica, organizzando una fiaccolata dopo aver sentito il parere del parroco, don Massimo. Proprio nelle ultime ore è stato reso noto l'esito dell'autopsia effettuata, che rileva come il bimbo di 8 anni sia stato ucciso per strangolamento.

La Redazione Radio Savona Sound News Rsvn.it

 

Articolo originale


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry