fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 8 dicembre 2014 – La Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Siracusa è stata impegnata in una operazione di soccorso ad un membro dell'equipaggio di una nave mercantile battente bandiera greca in navigazione al largo delle coste orientali della Sicilia.

L’ operazione di soccorso, tecnicamente denominata “MedEvac” (evacuazione medica), è  scattata  alle ore 14 del giorno dell’Immacolata ed ha visto l’immediato impiego in mare della dipendente motovedetta SAR CP 323 (nota per le continue attività operate nel quadro  dei consistenti flussi di migranti). In particolare, con il coordinamento del Centro di Soccorso Marittimo Secondario della Direzione Marittima di Catania, la suddetta motovedetta  si dirigeva verso la nave denominata “Anangel Odissey”, a bordo della quale si trovava un marittimo che accusava sintomi riconducibili ad un fortissimo attacco di appendicite accompagnato da febbre alta.

    A circa 30 miglia dal porto di Siracusa, gli uomini della Capitaneria di Porto siracusana, nonostante le condizioni meteo marine poco favorevoli, non appena giunti in zona procedevano al non facile trasbordo in sicurezza del marittimo dalla motonave alla motovedetta.

    Il difficile intervento si concludeva alle ore 17 circa, allorquando la motovedetta faceva rientro nel Porto Grande di Siracusa con il marittimo soccorso che riceveva le prime cure da parte del personale sanitario del 118 (prontamente intervenuto in banchina) e, successivamente, veniva trasportato con un’ambulanza presso l'Ospedale “Umberto I” di Siracusa, dove è stato ricoverato per gli accertamenti del caso. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

Siracusa, 8 dicembre 2014 – La Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Siracusa è stata impegnata in una operazione di soccorso ad un membro dell'equipaggio di una nave mercantile battente bandiera greca in navigazione al largo delle coste orientali della Sicilia.

L’ operazione di soccorso, tecnicamente denominata “MedEvac” (evacuazione medica), è  scattata  alle ore 14 del giorno dell’Immacolata ed ha visto l’immediato impiego in mare della dipendente motovedetta SAR CP 323 (nota per le continue attività operate nel quadro  dei consistenti flussi di migranti). In particolare, con il coordinamento del Centro di Soccorso Marittimo Secondario della Direzione Marittima di Catania, la suddetta motovedetta  si dirigeva verso la nave denominata “Anangel Odissey”, a bordo della quale si trovava un marittimo che accusava sintomi riconducibili ad un fortissimo attacco di appendicite accompagnato da febbre alta.

    A circa 30 miglia dal porto di Siracusa, gli uomini della Capitaneria di Porto siracusana, nonostante le condizioni meteo marine poco favorevoli, non appena giunti in zona procedevano al non facile trasbordo in sicurezza del marittimo dalla motonave alla motovedetta.

    Il difficile intervento si concludeva alle ore 17 circa, allorquando la motovedetta faceva rientro nel Porto Grande di Siracusa con il marittimo soccorso che riceveva le prime cure da parte del personale sanitario del 118 (prontamente intervenuto in banchina) e, successivamente, veniva trasportato con un’ambulanza presso l'Ospedale “Umberto I” di Siracusa, dove è stato ricoverato per gli accertamenti del caso. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

Non ci sono articoli correlati


RSS attualità


Libri di Salvo Micciché

Scicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry