fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 24 luglio 2015 – Ancora un sequestro di ricci è stato messo a segno nella giornata di ieri da personale della Capitaneria di Porto di Siracusa nell’ambito delle attività di controllo sul territorio tese alla verifica del corretto svolgimento della stagione balneare lungo tutto il litorale di giurisdizione.

Sono in totale 1000 gli esemplari di riccio di mare sequestrati a seguito di segnalazione pervenuta dai bagnanti presenti in contrada Punta delle Formiche, del Comune di Pachino.

Giunto immediatamente sul posto, personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Portopalo di Capo Passero rinveniva il frutto della pesca lasciato dai pescatori di frodo in fuga all’arrivo dei militari.

Tutti gli esemplari, ancora vivi, sono stati rigettati in mare dalla motovedetta CP 763.

L’occasione è proficua per ricordare che per la pesca della specie in questione vige il limite massimo di cattura giornaliera di 50 esemplari per i pescatori sportivi e di 1000 per i pescatori professionisti, regolarmente iscritti.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry