fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Siracusa, 3 dicembre 2015 – Nell’ambito di un’intensa attività di vigilanza sulle attività illecite perpetrate in materia di pesca, personale militare della Capitaneria di Porto di Siracusa ha portato a termine una operazione di polizia marittima che ha permesso, a seguito di un accurata attività preventiva di indagine durata alcuni giorni, di porre sotto sequestro 40 kg di prodotto ittico di specie vietata e privo di qualsiasi documento che ne attestasse la provenienza.

In particolare, nella mattinata odierna, il personale militare operante all’interno del territorio di giurisdizione, fermava su strada un veicolo refrigerato a bordo del quale era trasportato l’ingente quantitativo di “aphia minuta”, specie comunemente conosciuta con la denominazione “rossetto”, destinato alla successiva distribuzione presso locali pescherie.

Il trasportatore è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria; mentre l’intero quantitativo di prodotto ittico sequestrato, dopo essere stato sottoposto a visita da parte di personale veterinario appartenente all’A.S.P. 8 di Siracusa e dichiarato idoneo al consumo umano, è stato devoluto in beneficienza presso istituti caritatevoli della città, come previsto dalla vigente normativa.

I controlli continueranno con la medesima incisività.

Per ulteriori informazioni che riguardano le attività nell’ambito della Compartimento marittimo di Siracusa è possibile visitare il sito internet  www.guardiacostiera.gov.it.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry