fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Modica, 21 gennaio 2016 – Il Nucleo di Polizia Giudiziaria, a seguito d’indagini, ha individuato l’automobilista che lo scorso 13 gennaio era stato protagonista di un incidente stradale in Via Silla, a Modica, a seguito del quale era rimasta ferita la conducente dell’altro mezzo coinvolto. 

M.A., 40 anni, modicana, a bordo di una Renault Twingo, non si sarebbe fermata allo stop mentre contemporaneamente sopraggiungeva una Fiat 500 condotta da M.C. F., 54 anni, che era rimasta ferita e trasportata in ospedale.

Secondo alcuni testimoni la quarantenne, dopo l’impatto, si sarebbe fermata poco distante dal punto d’urto, e si sarebbe avvicinata alla controparte e poi sarebbe risalita sul proprio veicolo allontanandosi. 

Una pattuglia della polizia locale, intervenuta sul posto, aveva raccolto elementi, tra cui alcuni numeri della targa, che sono stati utili per le indagini che hanno trovato alcune conferme anche attraverso le telecamere della videosorveglianza del Quartiere Sacro Cuore che hanno intercettato il veicolo in Piazza Libertà e che coincideva col modello e con alcuni numeri di targa, oltre che con i tempi di percorrenza tra il luogo dell’incidente e la zona di transito. La donna è stata rintracciata ed invitata presso il Comando di Piazza Principe di Napoli. Dagli accertamenti è, peraltro, risultato che il veicolo non aveva copertura assicurativa e non era neanche revisionato(potrebbe essere il motivo dell’allontanamento dalla zona del sinistro).

Alla luce di questi fatti, l’interessata è stata deferita all’autorità giudiziaria per non avere ottemperato all’obbligo di prestare l’assistenza occorrente alle persone ferite”. 

Alla stessa sono stati contestati anche i reati previsti dal Codice della Strada agli artt. 193, 80 e 143: la mancata copertura assicurativa, l’omessa revisione e la mancata precedenza che ha causato l’incidente. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry