fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 27 dicembre 2016 – I carabinieri della compagnia di Modica hanno identificato e denunciato due albanesi ritenuti responsabili dei numerosi scippi che si sono verificati a Scicli nel periodo ottobre e dicembre.

Azioni reiterate che hanno diffuso preoccupazione tra la gente, soprattutto tra gli anziani.

Dopo un’intensa indagine, i militari dell’Arma sono riusciti a incastrare i due balordi alle responsabilità nel corso di una perquisizione domiciliare. In casa degli albanesi sono stati trovati gli abiti che utilizzavano per mettere a segno i colpi, ripresi dalle telecamere di video sorveglianza.

 

 

***

Identificati e denunciati gli scippatori seriali di Scicli. Si tratta di due giovani albanesi. Tra novembre e dicembre hanno compiuto almeno cinque scippi

 

Scicli, 27 dicembre 2016 – I Carabinieri della Tenenza di Scicli hanno identificato i responsabili dei numerosi scippi verificatisi nell’ultimo mese e che hanno destato un po’ di preoccupazione ed allarme nella cittadinanza sciclitana.

I militari dell’Arma, in breve tempo, hanno individuato i responsabili, deferendoli in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa per il reato di furto con strappo in concorso. Si tratta di due giovani albanesi, di 23 e 22 anni, incensurati, che, da novembre ad oggi, avrebbero compiuto almeno cinque scippi ai danni di signore ed anziani.

Il primo scippo era avvenuto all’inizio del mese di novembre ai danni di una signora di 53 anni; l’ultimo proprio qualche giorno fa, il 23 dicembre, due episodi in un solo pomeriggio, anche in questi casi, le vittime due donne anziane.

Gli episodi, avvenuti tutti nel centro storico di Scicli, a breve distanza di tempo l’uno dall’altro, avevano destato diverse preoccupazione nei residenti che si sono rivolti ai Carabinieri.

Nel corso delle indagini, i militari dell’Arma hanno acquisito le riprese di alcune telecamere di videosorveglianza presenti nelle zone degli scippi ed avevano notato il modus operandi dei due stranieri: adocchiavano  la possibile vittima, solitamente persone anziane o di sesso femminile, e con il volto travisato, con mossa fulminea, strappavano la borsa per poi disperdersi nei vicoli del centro.

Nonostante gli scippatori agissero sempre con il volto coperto, dalle loro movenze videoriprese e dalle dichiarazioni e descrizioni delle vittime, i Carabinieri hanno raccolto utili elementi che li hanno portati a sospettare dei due soggetti albanesi.

A questo punto, i militari dell’Arma hanno rintracciato i due giovani e li hanno sottoposti a perquisizione personale e domiciliare, nel corso della quale hanno avuto la certezza che erano stati loro a compiere gli scippi. Infatti, nelle loro abitazioni, i Carabinieri hanno trovato gli stessi vestiti che i due indossavano durante i vari episodi criminosi.

Appurate le loro responsabilità e completati tutti gli accertamenti, i due scippatori sono stati condotti in caserma per le operazioni di foto segnalamento e di rilevamento delle impronte digitali e, successivamente, sono stati denunciati a piede libero per i diversi scippi commessi a Scicli.

Intanto, i Carabinieri proseguiranno, anche per tutto questo periodo di feste, specifici e mirati servizi di controllo del territorio su tutta la giurisdizione per la prevenzione e la repressione dei reati in genere, nello specifico quelli contro il patrimonio che solitamente destano maggiore preoccupazione nella popolazione. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry