fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Economia e Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 15 maggio 2015 – La  Coldiretti di Siracusa  esprime apprezzamento per l’approvazione alla Camera dei Deputati di mozioni che impegnano il Governo a modificare e rivedere i criteri per  l’esenzione dell’Imu dovuta sui terreni agricoli montani, collinari e  zone svantaggiate.

«Non ci fermiamo –  dice il direttore Pietro Greco – . Ora auspichiamo che l’impegno firmato da oltre 50 parlamentari della maggioranza sfoci in una modifica sostanziale dove si amplia l’ambito delle esenzioni definendo le priorità ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola tenendo conto di coloro i quali concedono in affitto a soggetti professionali e in particolar modo tenendo in considerazione l’affitto nell’ambito familiare».

 

La situazione nella provincia di Siracusa.  

 

Comune

Comune Montano

Augusta

NON MONTANO

Avola

NON MONTANO

Buccheri

PARZIALMENTE ESENTE

Buscemi

TOTALMENTE ESENTE

Canicattini Bagni

NON MONTANO

Carlentini

PARZIALMENTE ESENTE

Cassaro

TOTALMENTE ESENTE

Ferla

TOTALMENTE ESENTE

Floridia

NON MONTANO

Francofonte

NON MONTANO

Lentini

NON MONTANO

Melilli

NON MONTANO

Noto

NON MONTANO

Pachino

NON MONTANO

Palazzolo Acreide

PARZIALMENTE ESENTE

Rosolini

NON MONTANO

Siracusa

NON MONTANO

Solarino

NON MONTANO

Sortino

PARZIALMENTE ESENTE

Portopalo di Capo Passero

NON MONTANO

Priolo Gargallo

NON MONTANO

 

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry