fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Economia e Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Venerdì 29 aprile 2016: consegna attestati di fine corso e stipula protocollo d’intesa quadro fra Confindustria e ambito territoriale di Ragusa per l’alternanza scuola/lavoro  

 

Ragusa, 28 aprile 2016 – Venerdì 29 aprile, alle ore 11.30, presso Confindustria Ragusa (Zona Industriale, I Fase), si svolgerà la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione ai 30 studenti del Corso di formazione in materia di Sicurezza e Prevenzione Incendi, organizzato dai Giovani Industriali con la collaborazione di Manpower Ragusa.

Nell'occasione, fra Confindustria Ragusa, rappresentata dal Presidente Ing. Enzo Taverniti e dal VicePresidente delegato per l'Education e Presidente dei Giovani Industriali, D.ssa Chiara Giombarresi, e Ambito Territoriale di Ragusa, rappresentato dalla dirigente D.ssa Giovanna Criscione, verrà altresì sottoscritto l'atteso Protocollo d'Intesa quadro sull'Alternanza Scuola/Lavoro ai sensi della legge 107/2015. 

Saranno presenti anche i Rappresentanti delle due Scuole (Ferraris e Besta) che hanno partecipato all'iniziativa, i Docenti del corso di formazione appena concluso e i Titolari delle Aziende che hanno "dato lavoro" per un giorno agli 11 studenti primi classificati nella graduatoria di merito. 

 

Il testo del Protocollo d'Intesa, una volta sottoscritto, verrà consegnato alla Stampa che parteciperà alla cerimonia, per l'opportuna divulgazione. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry