fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

15 novembre 2014 - ore 8,30

 

Ragusa, 11 novembre 2014 – Il corso di formazione sull’antibioticoterapia, programmato  per sabato,   15 novembre 2014 alle ore 8,30,  presso l’aula magna Scuola dello  Sport Ragusa  – via Magnia Grecia  8,30,  rivolto a Medici di Medicina Generale - MMG,  Pediatri di Libera Scelta - PLS e Farmacisti del SSN, ha lo scopo di esaminare l’uso degli antibiotici in ambito territoriale, definirne i criteri di appropriatezza e promuovere l’applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure basate sull’evidenza – EBM- Evidence-based medicine. 

 

Una prescrizione farmacologica può essere considerata appropriata se effettuata all’interno delle indicazioni cliniche per le quali il farmaco si è dimostrato efficace e all’interno delle sue indicazioni d’uso (dose e durata del trattamento). 

 

Il D.A. 569/13 ha definito, per alcune categorie di farmaci, dei tetti di spesa per ogni Asp da raggiungere attraverso l’applicazione di criteri di appropriatezza prescrittiva.

L’Azienda Sanitaria di Ragusa, pur essendo virtuosa in molti degli ambiti prescrittivi del territorio, presenta delle criticità circa la prescrizione dei farmaci antibatterici.

Infatti, dalle analisi sulla prescrizione di antibiotici si nota un forte ricorso alle forme iniettabili e l’uso di principi attivi non sempre giustificabili dal punto di vista epidemiologico.

L’abuso di antibiotici, oltre che aumentare la spesa in modo ingiustificato, espone il paziente al rischio di un trattamento inadeguato e genera antibiotico resistenza, un fenomeno in forte ascesa e che sta assumendo dimensioni preoccupanti. 

 

Le condizioni cliniche per le quali si osserva più frequentemente l’impiego di antibiotici sono le infezioni acute delle vie respiratorie e le infezioni acute non complicate delle basse vie urinarie. Le prime rappresentano una delle maggiori cause di morbosità e di mortalità nel mondo e rappresentano circa il 75% degli interventi medici nella stagione invernale ed un quarto del carico di lavoro complessivo presso gli ambulatori di medicina

 

Alla scelta dell’antibiotico, anche su base empirica, deve seguire la prescrizione di una posologia corretta, bisogna tener presente, infatti, che dosi eccessive possono provocare forme importanti di tossicità, mentre dosi troppo basse possono comportare la selezione di microrganismi resistenti. Un campo da approfondire è, inoltre, quello dell’utilizzo degli antibiotici in ambito pediatrico e in pazienti immunodepressi.

L’'uso ragionato e responsabile degli antibatterici rimane, quindi, una strada da percorrere doverosamente non solo per motivi di ordine economico, ma anche per mantenere più a lungo possibile l'efficacia terapeutica di questi importanti farmaci.

 

L’organizzazione del corso è stata curata dall’Ufficio Formazione dell’Asp.

Sono previsti 4,5 ECM, chiunque fosse interessato può collegarsi al sito:  www.asp.rg.it.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry