fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Rubriche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Rubrica: Incontro con l`Arte (Michele Digrandi)

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Sì... Rinasce - Pastello su cartoncino,  cm. 50,2x35,2 (1993)

Rinascita

 

Si sveglia l’aurora

e i raggi del primo mattino

fendono le tenebre della notte.

 

La luce è fonte di gioia

per l’umano sentire,

si evolve in perle di speranza

incastonate nella brina

che accarezza i prati.

 

Grande meraviglia è il creato

frutto dell’amore di Dio,

da vivere e contemplare

in tutta la sua tenerezza di Padre,

che si china sull’umanità

e ne protegge il respiro.

 

Amore è il segno.

Amore è la dolcezza

del gesto divino,

che diventa nenia incessante

alitata dallo Spirito

in ogni cuore di uomo,

gioiello prezioso

agli occhi di Dio.

 

 

Maria Giovanna Cataudella

 

Dalla Silloge di Maria Giovanna Cataudella, Dal Cuore della Preghiera - Versi di Speranza, Libro Italiano Edizioni, 2002 (1ª ed)

 

::

1993 - Sì... Rinasce - Pastello su cartoncino cm. 50,2x35,2



È come se una variopinta coltre di velluto fosse discesa, dolcemente volteggiando, da una lucente e turchina volta primaverile, per coprire i tristi resti di un torbido inverno, dinanzi allo sguardo vigile di un sempre verde carrubo. Ecco allora che i colori brillanti del prato, nelle loro morbide sfumature, ottenute con la docile tecnica del pastello, rispecchiano e sottolineano quel senso di serena e pacifica armonia che il risveglio della natura, generosamente, regala.

Il verdeggiante albero sembra rappresentare l’immagine universale di quell’individuo che, dopo aver lottato e vinto con titanica energia (quadruplice tronco) contro una cupa stagione della sua vita, può finalmente accarezzare i ritrovati affetti familiari (casolare). Infine, l’azzurro intenso del cielo che, a stento, si dilava nei vapori delle perlacee nuvole, intona, in un linguaggio che solo la sensibilità  dell’anima è in grado di percepire ed assaporare, un gioioso Inno di Ringraziamento al Buon Dio che non solo permette la rigogliosa rivincita della bella stagione sui rigori invernali, ma anche e soprattutto, accompagna quella salvifica crescita interiore dell’uomo-artista, il quale, solo dopo travagliate prove, può, con un sospiro di sollievo, esclamare: “Sì...Rinasce”!

Giovanna Cappuzzello

 

Michele Digrandi  


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry